Uomini italiani

01 ottobre 2017 ore 22:17 segnala


Gli stranieri dicono sempre che un uomo italiano lo si riconosce già in aereo. Quando un aereo, infatti, atterra, i viaggiatori di solito tirano un sospiro di sollievo. Gli italiani invece vogliono mostrare al pilota tutta la loro gratitudine per averli condotto sani e salvi a destinazione e tutti in coro esplodono in un fragoroso applauso che lascia basiti i viaggiatori che non sono italiani. Non solo, ma immediatamente dopo l’applauso al valoroso ed eroico pilota, mentre gli stranieri aprono le cappelliere per prendere le valigie, tutti gli italiani dentro l’aereo, e dico tutti, come una sorta di trance, escono fuori i cellulari e cominciano a telefonare. Anche i loro bambini, dai due anni in poi. L’italiano col cellulare è come il caffè con la sigaretta, sono intimamente legati.
Un’altra differenza tra un uomo italiano e uno straniero la si vede all’ uscita dall’aereo. Prima di scendere dall’aereo, all’uomo italiano non gliene fotte un cazzo se il cielo è coperto, se piove o se è quasi sera: prende gli occhiali da sole e se li indossa. Punto.

Naturalmente un uomo italiano non si limita solo agli occhiali da sole. Lui veste come Dio comanda. Molti popoli sembra che entrino dentro un armadio al buio e ne escono vestiti come viene viene. L’italiano mai, l’italiano ci tiene all’apparenza. Non solo tutto deve essere abbinato, ma deve essere tutto rigorosamente griffato. Che poi, non si sa bene perché, ma un uomo italiano ha una preferenza per certe marche, come se fossero ormai entrati nel DNA dell’italiano medio: Lacoste, Timberland, Ray Ban, Hogan, Tods. E di sera Armani.

Se c’è una cosa che un uomo italiano odia profondamente è la visita guidata. Appena scende dal pullman gli uomini italiani si propagano per la città come il fuoco nei boschi. Non sanno esattamente dove andare, si potrebbe definirla una visita “ a cazzo”, per cui non è raro trovare qualche italiano in mezzo a un’autostrada o dentro il Bronx. Ecco perché all’appuntamento per ripartire, mancheranno una buona fetta.

Arrivata la sera, mentre la guida ci racconta saggiamente che si può conoscere un paese e la sua gente tramite il suo cibo, l’uomo italiano annuisce e biascica un "Certamente". Subito dopo scappa alla chetichella alla ricerca di un ristorante italiano per un piatto di spaghetti e un buon caffè.

Di notte, mentre gli stranieri giustamente dormono, uomini italiani attraversano i corridoi alla chetichella per infilarsi in camere che non sono le loro, ma delle donne con cui hanno fatto amicizia nei pullman. Lo stesso movimento, ma all’incontrario, lo si vedrà alle prime luci dell’alba.

L’uomo italiano è così, prendere o lasciare.
c518ae62-34b2-4726-ad5d-89f9014b7205
« immagine » Gli stranieri dicono sempre che un uomo italiano lo si riconosce già in aereo. Quando un aereo, infatti, atterra, i viaggiatori di solito tirano un sospiro di sollievo. Gli italiani invece vogliono mostrare al pilota tutta la loro gratitudine per averli condotto sani e salvi a destin...
Post
01/10/2017 22:17:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.