Friday

23 marzo 2017 ore 21:15 segnala
Non ho risposte e semplicemente evito.

In te cerco qualcuno che mi prenda sempre come sono, anche così.
Senza chiedermi quando ci sono perché e il perché quando non c’ero o non ci sarò se non sono io a parlarne.

Non sono condizioni o regole che detto è il rapporto che voglio. In te scelgo la libertà di non dovermi giustificare,io garantisco lo stesso atteggiamento per ciò che ti riguarda, sforzandomi di essere come voglio che sia tu. E’ il doverlo fare ogni giorno che mi ha spinto verso di te e dunque è attraverso questo che passerà ogni parola che ti dirò o i silenzi che cercherò. Sembra un rapporto facile, comodo: invece è molto difficile riuscire a mantenerlo così. Non parlo dell’inevitabile desiderio che emerge umanamente del possedersi, parlo della rete di doveri e diritti che come erba nasce tra le persone, non ne voglio, non te ne chiederò. E ripensando a come parliamo ogni volta, anche tu cerchi qualcosa di simile. In questo che sembra un dictact, c’è invece, se lo riesci a far emergere leggendomi, il desiderio di non aver paura, di provare a vivere il presente cancellando ogni tentativo che fa la vita di intromettersi tra ciò che sappiamo darci e ciò che dobbiamo dare.
Non voglio avere da te, voglio riuscire a non aspettarmi di avere qualcosa, ma di gioirne se arriva. Sarebbe meraviglioso se potessimo agire come se fossimo morti a noi stessi: cerco questo, forse no, forse sì…
So che sento come se la continuità del mio io avesse bisogno di interrompersi, cercando un ritmo che non conosco e che inseguo.
Ci si addice l’immediatezza, noi non siamo programmabili e stiamo per vivere un tempo che ci vede separati ed insieme solo quando è ciò che in quel momento desideriamo contro ogni logica e sopra ad ogni altra cosa.
Ti penso così.
803eab88-5a2d-477b-b490-6e14f506b4f9
Non ho risposte e semplicemente evito. « immagine » In te cerco qualcuno che mi prenda sempre come sono, anche così. Senza chiedermi quando ci sono perché e il perché quando non c’ero o non ci sarò se non sono io a parlarne. Non sono condizioni o regole che detto è il rapporto che voglio. In te...
Post
23/03/2017 21:15:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. Cocisxx 23 marzo 2017 ore 21:16
    :rosa
  2. Lessien 23 marzo 2017 ore 21:18
    :anykey
  3. rigalizius 23 marzo 2017 ore 22:29
    E' possibile commentare i rapporti che legano due persone? No,direi di no,o quantomeno si peccherebbe di insensibilita',che dire,in punta di piedi parlerei di sincronicita'.
    Esistono due sistemi che mi vengono in mente ora,a seconda di come li si interpreta possono sembrare "buoni" o "cattivi",in realta',sono.
    Uno, ad esempio, e' il globo lunare,ruota,ma il suo moto sincrono con la terra,lascia che noi ne ammiriamo sempre la stessa faccia,tenendo nascosta la parte buia,forse per scelta,forse per caso.
    L'altra e' "Il movimento della stella nel suo centro di massa", la stella attira il pianeta che e' in caduta libera verso di essa e per questo gli vortica attorno,ma anche il pianeta attira la stella e la fa vibrare,e' uno dei modi che usano gli astronomi per scoprire mondi extrasolari,che dire,vibra perdiana,vibra!
    Ciao Less :)
  4. Lessien 24 marzo 2017 ore 19:14
    sincronicità....legge di attrazione...parole e il vento che le porta
  5. Lessien 24 marzo 2017 ore 19:15
    Didi:rosa
  6. rigalizius 24 marzo 2017 ore 20:42
    Gia'...una risposta che non da scampo,sono solo parole,eppure,a volte, sono tutto quel che rimane.
    Beh,ciao.
  7. Lessien 24 marzo 2017 ore 22:12
    Ciao..TVB
  8. rigalizius 24 marzo 2017 ore 22:14
    :rosa
    Non avevo visto un saluto,ne un segno e ho cambiato umore..saran parole,si,ma muovono cose.
    (TVB anch'io giuraci)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.