ho qualcosa che voglio dire a te...ma non ci sei

13 ottobre 2015 ore 23:07 segnala
Un rapporto speciale, madre. Sono ancora, in giorni più tristi di altri a chiedermi cosa si sente quando si muore. Io ero lì,sola. Ero sola con te. Ho visto la vita andarsene piano dalle tue guance quella notte. L’ho vista lasciare i tuoi occhi che non hanno mai smesso di guardarmi finchè mi sono resa conto che erano fissi, vuoti. Ormai mi oltrepassavano senza più riuscire a fermarsi sul mio volto che, solo in quel momento, ha cominciato a rigarsi di lacrime. Lacrime che non hai visto. Piangevo …e ti accarezzavo i capelli. Le tue mani bianche e scarne avevano trattenuto la vita un’ultima volta quando posasti le dita verso i tuoi capelli senza riuscire a toccarli. L’ultima volta che ti ho visto quasi sorridermi prima di spegnerti. O forse non lo sapevi proprio che quello sarebbe stato il tuo ultimo sguardo,cosciente un attimo dopo il buio ti ha inghiottito e mi hai lasciata. Non scordo il ceruleo che si perdeva nel vuoto, non più su di me, non più amorevole, non più il tuoi dolcissimi occhi, mai più.
Cosa si sente…..
Volevo che la paura, tutta la paura che sentivo salire nel perderti non riuscisse a raggiungerti. Attimi interminabili…Cosa hai sentito….tu dall’altra parte, quando mi sono messa a cantare sottovoce per te , nell’illusione che tu credessi solo di addormentarti con il suono della mia voce. Non ricordo le parole della canzone che cantavo, ci penso ma non le ricordo. So che era una cosa infantile, una filastrocca dolce, volevo che fosse pace.
Cosa hai sentito, cosa si sente…
Cosa hai sentito della mia nenia che ha perso poi le parole, quando la mia voce ha iniziato ad incrinarsi per l’emozione, la paura, la mia…ed è diventata un singhiozzo sommesso,disperso. Mi avevi già lasciata molto prima?...Io ho continuato a cantare e piangere per molto tempo,lì accanto. Sei riuscita a portarti via il mio sorriso per compagno di viaggio…o il mio pianto.
Sei riuscita a tenerlo con te. Grande, tanto quell'amore. Lo sento scorrere nelle vene stanotte e mi parla sempre ed ancora di te.
Ma, è il tuo profumo che mi sfugge, che sta scomparendo. Non lo sento quasi più, giorno dopo giorno lo scordo, come posso!.
La tua voce che cerco di ricordarmi sempre è più lontana per poterla ricordare, come posso!
Ma qui adesso, e tutte le volte che mi sale in seno un dolore, è come respirarti, mi sei dentro.
Dove sei… …Mi sei madre, ti sentirò per sempre in qualche modo che non conosco, ma adesso… Dove sei…ho voglia di raccontarti di me…
8795bf94-0081-45d0-88ee-1372a3374c41
Un rapporto speciale, madre. Sono ancora, in giorni più tristi di altri a chiedermi cosa si sente quando si muore. Io ero lì,sola. Ero sola con te. Ho visto la vita andarsene piano dalle tue guance quella notte. L’ho vista lasciare i tuoi occhi che non hanno mai smesso di guardarmi finchè mi sono...
Post
13/10/2015 23:07:48
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    30

Commenti

  1. A.Lu 13 ottobre 2015 ore 23:32
    Ricordando tua Madre con questa tenerezza così bella e struggente, quasi palpabile persino a chi legge, l'hai amata una volta ancora, una volta di più. Raccontale di te, ti è vicina, ti ascolta, ti guida. E tienila in te, vivrà attraverso di te. :rosa
  2. Lessien 13 ottobre 2015 ore 23:35
    è dolorose ricordare....Grazie per aver condiviso un vuoto. Ciao.
  3. mynikforever 14 ottobre 2015 ore 10:32
    ho rivisto mio padre andare via e i miei stessi pensieri, io però in quell'attimo di trapasso l'ho accarezzato per l'ultima volta e gli ho detto : Adesso vola,papà, adesso liberati da questo corpo pesante e vola finalmente libero.
    questo mi ha aiutata a pensarlo accanto a me leggero come un soffio di vento.
    Grazie tesoro per questa bella pagina di ricordi condivisi.
  4. antioco1 14 ottobre 2015 ore 11:32
    stupenda dichiarazione di amore a tua madre e grazie per averla postata ci deve far riflettere ciao SAF Ale
  5. rigalizius 14 ottobre 2015 ore 13:35
    :rosa Diventano bianche le persone quando muoiono,bianche e fredde...come bucaneve.
    Ciao.
  6. Lessien 18 ottobre 2015 ore 01:31
    Mynik un abrraccio, sempre lieta di saperti qui Ciao
  7. Lessien 18 ottobre 2015 ore 01:32
    Ciao ALE.....un caro saluto
  8. Lessien 18 ottobre 2015 ore 01:33
    Gali:) immagine che mi piace...ciao
  9. steiniz 18 ottobre 2015 ore 01:35
    Dolcissima...
    da lassù Tua mamma ti proteggerà.
    :rosa
  10. Lessien 18 ottobre 2015 ore 01:38
    Ciao Ste, graze del commento
  11. piccola.follia 18 ottobre 2015 ore 20:29
    <3
  12. Lessien 18 ottobre 2015 ore 23:53
    :)
  13. Lessien 20 ottobre 2015 ore 22:26
    POST NEI TOP100. UN GRAZIE ALLO STAFF
  14. Luce0scura 10 dicembre 2015 ore 03:50
    è davvero toccante leggere il ricordo che hai di tua madre.... nella sua dolcezza, amore e in quello che è stato con te.. Non ci conosciamo, ma permettimi di darti un forte abbraccio...
  15. Lessien 10 dicembre 2015 ore 19:11
    Grazie LuceOscura, benvenuto tra le mie pagine.
  16. na.nya 21 dicembre 2015 ore 14:51
    Ciao mi sono emozionata leggendo il tuo post ! mamma mia è volata in cielo da tre mesi ,mi manca tantissimo sai ! ecco che vuol dire amare una madre ,che al solo pensiero che non c'è più scendono copiose le lacrime ! ti abbraccio anche se non ti conosco ,sono mamma e nonna ! ciao Anna Auguri con un piccolo lavoro mio ,wicsia è il mio nick di grafica ,ciaooooooo
  17. Lessien 21 dicembre 2015 ore 15:31
    Grazie Anna....un abbraccio.
  18. Moscan.sx 31 dicembre 2015 ore 15:31
    BELLISSIMA LEZIONE D'AMORE,CANTO POTENTE DI UNA LUCE SEMPRE PIU' FORTE...GRANDE MAMMA!!!!! TI PUO' LEGGERE....
  19. Lessien 01 gennaio 2016 ore 16:48
    Grazie Moscan. Buon anno.
  20. rosa.FC 24 marzo 2016 ore 23:36
    STUPENDOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO :cuore :fiore :fiore :fiore :angel :angel :angel :flower
  21. Lessien 25 marzo 2016 ore 17:01
    Ti ringrazio Rosa
  22. rosa.FC 26 marzo 2016 ore 00:49
    BUONA PASQUA Dì CUORE :fiore :fiore :fiore :fiore :fiore :fiore :fiore :fiore :fiore :fiore :fiore :batacin
  23. Lessien 26 marzo 2016 ore 20:05
    :batasposa
  24. goan1953 27 marzo 2016 ore 11:38
    Quando perdiamo la mamma ci sentiamo un vuoto attorno...come un albero spoglio,sii!perchè nessuno è mai grande abbastanza per non sentire il bisogno della mamma.Un abbraccio.
    Alberto
  25. Lessien 27 marzo 2016 ore 20:15
    Sì, è così
  26. I.Luna 25 maggio 2016 ore 10:16
    ...quelle mani che ci hanno accarezzato ancor prima che nascessimo e poi improvvisamente non ci sono più...è l'unico amore incondizionato ed una volta perso si è persi...un post che fa stringere il cuore...
  27. Lessien 25 maggio 2016 ore 20:10
    Sì Luna, hai lo stesso mio pensiero, lo stesso. Ciao Grazie
  28. gigi1952 19 ottobre 2016 ore 16:01
    bello il tuo blog complimenti
  29. Lessien 19 ottobre 2016 ore 21:38
    Ti ringrazio.
  30. Mastinonapoletan0 28 ottobre 2016 ore 09:40
    Le mamme danno ai loro figli colori, pennelli e tele e lasciano che dipingano il loro disegno.E ogni giorno loro disegnano un'emozione, una gioia, una tristezza.
  31. alienman 28 ottobre 2016 ore 17:54
    :clap
  32. alienman 28 ottobre 2016 ore 17:59
    PIER PAOLO PASOLINI, SUPPLICA A MIA MADRE
    di Fiamma Satta


    Pier Paolo Pasolini, Supplica a mia madre (Da Poesia in forma di rosa)



    È difficile dire con parole di figlio
    ciò a cui nel cuore ben poco assomiglio.

    Tu sei la sola al mondo che sa, del mio cuore,
    ciò che è stato sempre, prima d’ogni altro amore.

    Per questo devo dirti ciò ch’è orrendo conoscere:
    è dentro la tua grazia che nasce la mia angoscia.

    Sei insostituibile. Per questo è dannata
    alla solitudine la vita che mi hai data.

    E non voglio esser solo. Ho un’infinita fame
    d’amore, dell’amore di corpi senza anima.

    Perché l’anima è in te, sei tu, ma tu
    sei mia madre e il tuo amore è la mia schiavitù:

    ho passato l’infanzia schiavo di questo senso
    alto, irrimediabile, di un impegno immenso.

    Era l’unico modo per sentire la vita,
    l’unica tinta, l’unica forma: ora è finita.

    Sopravviviamo: ed è la confusione
    di una vita rinata fuori dalla ragione.

    Ti supplico, ah, ti supplico: non voler morire.
    Sono qui, solo, con te, in un futuro aprile…
  33. Lessien 28 ottobre 2016 ore 23:30
    Grazie.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.