in due

11 maggio 2017 ore 23:41 segnala
Continuo a imbrattare la bellezza delle pagine vuote, vorrei non farlo. Significherebbe essere felice. Dovrei abbandonare la sterilità del desiderio di dire cosa sento dentro perché in fondo, ciò che mi succede. non lo scrivo.
Il solo fatto di pensarlo però mentre di altre parole riempio pagine e pagine è bello per me. Dissimulo ogni giorno, sempre più. Ed è una fine arte che apprende chi non può essere se stessa con nessuno.
Scrivere, come se l'inchiostro potesse trattenere le angosce o fa r volare i desideri. L'essenza vorrebbe fuoriuscire e partorire il mio nascosto, il volerlo essere senza nozione di giustizia per gli altri al di fuori della mia, tracciare ciò che vorrei essere con la saliva e l'odore della pelle scagliando lontano tastiere e stilografiche. Io voglio incontrarti ancora: uomo qualunque come me, rincasando sotto casa, in una sera qualunque, sotto ad un cielo qualunque, in un giorno anonimo e avvertire dentro, per te, la voglia di farmi conosce e conoscere te e tuoi sogni. Farlo con qualcuno che abbia un odore, con mani che sappiano accarezzare e prendere.
Ancora amare, come le mille donne che siamo quando lo desideriamo e lo desidero.

Sono stanca di vivere sul bordo del mio sogno e nessuno, nessuno che mi sappia raggiungere
e nessuno, nessuno che io possa raggiungere,per buttarci giù.

In due.
ee31443c-b698-4ed0-89f9-ef980db27505
« immagine » Continuo a imbrattare la bellezza delle pagine vuote, vorrei non farlo. Significherebbe essere felice. Dovrei abbandonare la sterilità del desiderio di dire cosa sento dentro perché in fondo, ciò che mi succede. non lo scrivo. Il solo fatto di pensarlo però mentre di altre parole riem...
Post
11/05/2017 23:41:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. Chamanit 16 maggio 2017 ore 23:36
    E chissà che in un giorno qualunque, sotto un cielo qualunque tu possa incontrare un uomo qualunque che rapisca i tuoi sogni e diventate un solo cuore. Te lo auguro!
  2. Lessien 16 maggio 2017 ore 23:46
    :rosa
  3. Elazar 21 maggio 2017 ore 15:28
    Simulare e dissimulare sono limiti sottili nella vastità del vivere. Quasi un esorcismo alla speranza e a all'attesa, binari divergenti che vorrebbero un solo percorso fatto insieme. Tra loro la meraviglia.
  4. 1965.bellavita 24 maggio 2017 ore 19:06
    chi brama amore ne ha tanto anche da dare la sensibilita' non puo' essere ignorata in questo mondo egoista
  5. Lessien 24 maggio 2017 ore 22:45
    :-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.