non vuoi mai perdere di vista il cane?

17 agosto 2015 ore 14:22 segnala
Un localizzatore GPS per il tuo cane, o altro animale domestico, può essere la soluzione ideale per chiunque abbia un amico peloso con la passione per “l’avventura”.

Conoscere la posizione del proprio cane, o gatto che sia, può essere davvero utile a salvare la sua vita oltre che ad evitare incidenti che purtroppo, fin troppo spesso, accadono sulle nostre strade e autostrade e troppo spesso sono causati da questi poveri animali che vagano impauriti alla ricerca di cibo o del percorso di casa.

Non sempre si riesce a tenere sotto controllo il proprio fidato amico e magari per una distrazione di troppo può succedere ciò che nessun amante degli animali vorrebbe mai vedere avverato: lo smarrimento del proprio pet. Ma potrebbe anche trattarsi del cane di quartiere che, come alcuni di voi sicuramente sapranno, è accudito da una piccola comunità di persone che decide di farsi carico dei suoi bisogni, ma che vive in libertà.

Per fortuna la tecnologia in tutti questi casi ci viene in aiuto e sono sempre più numerosi i gadget, con relativa applicazione per smartphone, che hanno il principale scopo di segnalarci costantemente la posizione esatta di fido.

Ecco allora alcuni validi GPS Pets Trackers che potremo utilizzare in modo semplice ed efficace abbinandoli al nostro device.

ECCO LE 10 REGOLE PER PASSARE UN CAPODANNO CON IL TUO CANE!

30 dicembre 2014 ore 21:01 segnala

2 puntata
3) Accertati con chi passerai il Capodanno
Se lo passerai in casa tua, accertati che tutti i tuoi invitati reagiranno bene ad avere un cane in casa. Si lo sappimo, se non amano i cani non sono amici tuoi e di certo non li hai invitati a passare il Capodanno con te, ma avvisali comunque che il tuo cane scorrazzerà liberamente per casa tua.
Se ci saranno bambini durante i festeggiamenti, avvisateli che non devono “eccitare” troppo il cane e considerate che un cane molto spaventato potrebbe mordere persone o altri animali nelle vicinanze per una reazione istintiva.
Se il Capodanno lo passerai in casa d’altri, a maggior ragione, accertati della loro disponibilità di accogliere il tuo cane in casa (dentro casa). Considera che i botti possono causargli senso di disorientamento che aumenterà in un luogo che non conosce bene.
Se il Capodanno lo passerai in un locale … di sicuro avrai scelto un locale “amico dei cani” in cui non si sparano i botti
4) Chiudi le finestre, le tende, abbassa le tapparelle, accendi la TV e alza il volume della musica (ma non troppo)
Chiudere le finestre e le tende ed abbassare le tapparelle (almeno nelle ore più “rumorose”) attenua le vibrazioni e quindi diminuisce il rumore percepito dal tuo cane. La voce umana invece, ascoltata attraverso la TV, oppure la musica, sono suoni a cui il tuo cane è sicuramente più abituato rispetto ai botti di Capodanno. Di sicuro gli sono più familiari e contribuiranno a “distrarlo” rispetto ai rumori che provengono da fuori. Gli daranno un senso di sicurezza e di familiarità e gli attenueranno lo stress causato dai botti.
5) Se il tuo cane rimarrà in casa da solo...
• lascia le luci accese;
• lascia le porte aperte (quelle interne);
• tieni chiuse le finestre, le tende e le tapparelle;
• lascia almeno due stanze a disposizione;
• il suo giaciglio deve essere ben raggiungibile;
• non lasciare oggetti che lo possano ferire;
• inibisci i nascondigli troppo angusti, per evitare che si ferisca per entrarci;
• lascia liberi i soliti nascondigli;
• lascia a disposizione i suoi giochi e qualcosa da rosicchiare;
• lascia la ciotola dell'acqua e del cibo piene (anche se, quando un cane è spaventato, non mangia e non beve);
• a mezzanotte fai squillare il telefono, potrebbe distrarlo ed eventualmente calmarlo udendo un suono conosciuto e rassicurante.
6) Giocaci e approfitta di questo momento
Se ti rendi conto che il tuo cane non sta vivendo una forte tensione, approfitta di questi momenti per giocarci con le attività preferite. In questo modo non solo lo renderai più sereno, ma gli farai associare i botti di Capodanno a delle situazioni piacevoli e quindi diminuirai nel tuo cane lo stress da botti di Capodanno per il futuro (e i forti rumori in generale). I giochi più indicati in genere sono il tira e molla, il lancio delle palline o di oggetti di stoffa.
7) Divertiti! Mostrati sicuro e tranquillo
Per il tuo cane tu sei una guida e un punto di riferimento. Non c’è niente di peggiore per un cane che vedere il proprio “padrone” preoccupato e ansioso. Cerca di non rivolgerti al tuo cane con atteggiamenti del tipo “povero cucciolotto...” oppure non avvicinarti in continuazione per accarezzarlo più di quanto non fai normalmente. Basterà appoggiargli la mano addosso di tanto in tanto per fargli capire che “è tutto a posto”. Non costringerlo a stare accanto a te e lascialo spaziare: deve riuscire a crearsi una situazione rassicurante, se cerca il contatto, accettalo ma non favorirlo.
Dimostrati rilassato, felice e senza ansie. Cercare il suo sguardo in continuazione è controproducente. Anche se dovesse mostrare segni di disagio, cerca di non amplificare le sue paure con un’eccessiva attenzione.
Se si nasconde, non cercare di tirarlo fuori con la forza: deve farlo di sua iniziativa. Al massimo raggiungilo e cerca di mantenere un comportamento che sia il più possibile rilassato e tranquillo
Se vuoi farlo uscire, chiamalo come fai di solito: se non ubbidisce, significa che si sente più al sicuro dov'è, anche se lontano da te. In questo caso non insistere: uscirà di sua spontanea volontà quando non sarà più spaventato.
E’ una bella festa, ci stiamo divertendo, anche se fuori c’è qualche rumore in più. Ricordati che il tuo cane percepisce molto di più le tue emozioni che le tue parole
8) Microchip + medaglietta + qualunque segno di riconoscimento
Molti cani ormai hanno il microchip sottocutaneo, ma nella malaugurata ipotesi che il tuo cane dovesse scappare, non fare affidamento solo sul microchip. Considera la situazione in cui realmente si troverà ad affrontare la persona che troverà il tuo cane la notte di Capodanno o la mattina successiva... Si troverà di fronte un cane disorientato, spvantato, magari anche di media o grossa taglia: quante probabilità ci sono che questa persona avvicini il tuo cane (che magari non ha nenache il collare perché in casa non lo usa)? E quante probabilità ci sono che questa persona trovi un modo di leggere i dati contenuti nel microchip, la notte, la mattina o il pomeriggio del 1 gennaio?
Perciò anche solo per questa serata speciale, cerca di dotare il tuo cane di un segno di riconoscimento ben visibile con i tuoi recapiti ben scritti e visibili. Non fare affidamento solo sul microchip (che è invisibile all’occhio umano) perché non è facile trovare qualcuno nel primo giorno dell’anno che possa leggere i dati che ci sono scritti!!!
9) Se il tuo cae soffre troppo, rivolgiti ad un esperto
Se il tuo cane è malato di cuore oppure ti rendi conto che il tuo cane proprio non riesce a sopportare questo stress ogni anno e non funzionano nemmeno questi semplici consigli, allora rivolgiti ad un esperto.
Chiedi al tuo veterinario di fiducia la possibilità e l’eventuale dose di tranquillanti da somministrare al tuo cane.
Riguardo ai farmaci è importante evitare il ricorso ai tranquillanti senza un preventivo consulto del veterinario. In alcuni casi possono addirittura scatenare una reazione opposta a quella desiderata.
10) Diffondi questi consigli e diffondi una nuova cultura dei festeggiamenti
Queste che hai appena letto sono semplici regole che però possono salvare la vita di qualche nostro amico cane o quantomeno diminuirre lo stress di molti amici a quattro zampe.
Perciò diffondi queste informazioni.
Parla con i tuoi amici e conoscenti e consiglia loro di leggere questa notizia/guida e soprattutto diventa promotore di un’altra cultura dei festeggiamenti per Capodanno e leggi qui in basso come e perché è possibile festeggiare in un altro modo!
Sensibilizza i tuoi amici e conoscenti affinché, durante i festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno, pensino anche ai tanti animali domestici, a quelli da allevamento e a quelli randagi e selvatici: pensiamo anche agli animali, è una questione di civiltà.
NON aspettare l’ultimo giorno dell’anno per diffondere questi consgli.
Chi ha speso dei soldi per acquistare dei botti di Capodanno, difficilmente eviterà di usarli la notte del 31 dicembre.

Perché si sparano i botti a Capodanno?
E’ un’usanza che ha origini molto antiche nel tempo, è uns tradizione che che appartiene a molte culture ed ha molteplici significati. Serve per rendere solenne il momento di passaggio da un anno all’altro. Il fuoco per esempio simboleggia la necessità di rischiarare il cammino del prossimo anno e serve a “bruciare” i residui negativi dell’anno passato. Il rumore invece spaventa le forze e le energie negative, le allontana.
Con l'invenzione della polvere da sparo i due elementi, fuoco e rumore, sono stati fusi.
E’ un rito collettivo insomma, o meglio lo era. Ormai ognuno lo vice in casa propria o al massimo con gli amici.
Ma non è l’unico modo di rendere onore al nuovo anno: i popoli che vivono in alcune isole del Pacifico e dell'Oceano Indiano, per celebrare l’arrivo del nuovo anno o il passaggio tra una stagione e l’altra, scelgono il silenzio totale dal tramonto all’alba, perché solo il silenzio completo può rendere solenne quel momento di passaggio.
Se la gente continua a festeggiare con i botti è solo per ignoranza, perciò diffondendo questo messaggio contribuirai a cercare di far capir loro che non è un comportamento così evoluto.
Noi di Zampadicane.it non abbiamo né l’intenzione né la presunzione di poter limitare gli altri a festeggiare come meglio credono, abbiamo soltanto la voglia di diffondere un modo migliore di rendere omaggio al nuovo anno, un modo oltretutto, che non faccia soffrire milioni di animali domestici, da allevamento e selvatici.
Festeggiamo l’arrivo del nuovo anno senza botti di Capodanno che sono inutili, dannosi per l’uomo e per i nostri amici animali!

5e90227a-becf-4f30-89b7-c98816594f40
« immagine » 2 puntata 3) Accertati con chi passerai il Capodanno Se lo passerai in casa tua, accertati che tutti i tuoi invitati reagiranno bene ad avere un cane in casa. Si lo sappimo, se non amano i cani non sono amici tuoi e di certo non li hai invitati a passare il Capodanno con te, ma avvisa...
Post
30/12/2014 21:01:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

ECCO LE 10 REGOLE PER PASSARE UN CAPODANNO CON IL TUO CANE!

30 dicembre 2014 ore 20:55 segnala

1 puntata
1) Il tuo cane ha un udito molto più sviluppato del tuo
Tieni bene in mente che l’udito del cane è incredibilmente più sensibile di quello umano e quindi quello che per te è uno scoppio “innocente” di un piccolo petardo, per il cane è un insopportabile rumore: fonte di stress, di ansia, di paura e se il cane è particolarmente sensibile di carattere, potrebbe rivelarsi una fonte di terrore vero e proprio, soprattutto se nella sua vita ha associato che un forte rumore equivale ad una situazione spiacevole in arrivo.
Il boato dei botti può provocare reazioni di disorientamento:
• possono mordere persone, animali per un riflesso sostitutivo;
• scappare e ferirsi gravemente;
• possono avere urinazioni e evacuazioni di feci in maniera incontrollata (in quel caso pulite senza farlo sentire in colpa altrimenti aumenterete il suo disagio);
• possono cercare di mordere persone, animali, oggetti o sbattere ripetutamente contro le porte in cerca di una via di fuga;
• ruotare vorticosamente su se stessi per cercare la giusta direzione di fuga dal pericolo avvertito;
• potrebbe non riconoscervi perché troppo spaventato e quindi tende a non fidarsi più di nessuno.
2) Tienilo in casa
Anche se è abituato a scorrazzare in giardino, a socializzare con tutti ed è un cane molto sicuro di sé, accoglilo comunque in casa. Oltre ai botti, il tuo cane potrebbe comunque rimanere vittima di razzi fuori controllo o di esplosioni di petardi lanciati più o meno intenzionalmente contro di lui.
In casa tieni le porte aperte. Accertati che il suo posto preferito sia facilmente raggiungibile. I cani spaventati difficilmente bevono o mangiano ma avere le ciotole pronte li rassicurerà.
Se si nasconde, non cercare di tirarlo fuori con la forza: deve farlo di sua iniziativa. Al massimo raggiungilo e cerca di mantenere un comportamento che sia il più possibile rilassato e tranquillo.
Non costringerlo a stare accanto a te e lascialo spaziare: deve riuscire a crearsi una situazione rassicurante.
Attento ai balconi aperti: possono essere visti come disperate vie di fuga.
Fai molta attenzione nel momento in cui si stappano le bottiglie.
TIENILO IN CASA NON IN GIARDINO O IN TERRAZZO
Te lo ripetiamo perché molti sottovalutano le possibili conseguenze dei botti di Capodanno e considerano “casa” (giustamente) anche il proprio giardino, terrazzo, balcone. Invece, per questo giorno speciale, restringi il tuo concetto di “casa” e considera come casa tua solo le quattro mura domestiche.
Se proprio non puoi farlo entrare in casa, non legarlo al guinzaglio o alla catena!
I cani legati alla catena possono ferirsi seriamente perché l’istinto di fuga è maggiore della consapevolezza di sover rimanere bloccati dal limite che gli avete imposto legandolo.
Sistemalo in un locale chiuso, conosciuto e sicuro mettendogli a disposizione il suo giaciglio e alcuni oggetti a lui familiari, ad esempio i suoi giochi preferiti, le ciotole e qualcosa da rosicchiare. Attento ad eliminare tutto ciò che potrebbe ferirlo nel caso tentasse comunque una fuga.
Durante i botti, vai da lui e cerca di sdrammatizzare la situazione, eventualmente facendolo giocare; non devi proteggerlo o confortarlo e soprattutto non devi dar peso alle sue ansie.
Considera sempre che in giardino potrebbe tentare di fuggire e lo farebbe da animale terrorizzato, quindi rischierebbe di impigniarsi nella rete o nella palizzata, insomma non avrebbe il pieno controllo di sé e quella recinzione del giardino, che fino ad ora lo ha dissuaso dall’uscire, potrebbe rivelarsi una trappola: alcuni cani sono rimasti infilzati, altri soffocati perché impigliati con il collare, altri sono vittime di incidenti stradali perché attraversano la strada da animali terrorizzati.
Un cane in terrazzo invece è ancora più esposto ai rumori (ricordati che l’udito del cane è molto più sensibile di quello umano) e sarebbe ancora più in pericolo per i fuochi, i razzi e le esplosioni (accidentali e non), provenienti dalle abitazioni intorno, che potrebbero raggiungerlo facilmente.
Considera poi che molti cani, negli anni scorsi, si sono letteralmte gettati nel vuoto per il terrore che hanno provato in quei momenti.

i 14 alimenti che fanno sembrare più vecchi...

08 agosto 2014 ore 07:46 segnala


ROMA - Da quello di cui ci si nutre dipende in gran parte lo stato di salute e anche l'aspetto. Ci sono alcuni cibi, infatti, che determinano un invecchiamento precoce di pelle e denti. Non che siano dannosi per la salute di per sé (almeno non tutti), ma gli acidi che contengono possono danneggiare, ad esempio, lo smalto dei denti. Una lista di 14 elementi da consumare con moderazione è stata stilata dal sito "Health". Ecco quali sono:


DOLCI Gli zuccheri contenuti da dolci e dolciumi attivano un processo, detto di glicazione, che danneggia il collagene della pelle provocando perdita di tono e rughe. Dannosi anche per i denti, gli zuccheri fanno proliferare batteri nel cavo orale che possono indebolire e scolorire i denti.

ALCOOL Se il fegato non riesce a smaltire l'alcool nel modo corretto, a rimetterci è anche la pelle, che a causa dell'accumulo di tossine può assumere un colorito giallognolo e un aspetto rugoso.

VINO BIANCO Gli acidi presenti nel vino bianco intaccano lo smalto dei denti. Ciononostante, è buona norma non lavarli immediatamente dopo aver bevuto vino, meglio aspettare un'ora e dare il tempo di rimineralizzarsi.


CARNE BRUCIATA La crosticina nera che si può formare sulla carne alla griglia può provocare infiammazione e indebolire il collagene. Basta grattarla via.

SALE Anche se non lo si utilizza in grandi quantità, è nascosto in molti cibi e causa ritenzione idrica.

CARNI LAVORATE Conengono alti quantitativi di sale e solfiti e conservanti che possono provocare le rughe.

CIBI PICCANTI Posso peggiorare le dermatosi e, soprattutto in menopausa, provocare macchie che difficilmente scompariranno.

CARNE ROSSA I grassi contenuti nella carne rossa scatenano i radicali liberi, principali responsabili dell'invecchiamento cutaneo.

ENERGY DRINKS Contengono acidi che intaccano lo smalto. Se proprio necessario, meglio consumarle con una cannuccia.

LIMONATA Gli acidi naturali del limone e gli zuccheri per addolcire la bevanda sono un mix letale per lo smalto dei denti.

BIBITE CON CAFFEINA Il suo effetto diuretico fa perdere liquidi anche alla pelle.

GRASSI SATURI Non solo nemici della circolazione, ma rendono anche la pelle più sensibile ai raggi UV, che ne provocano l'invecchiamento.

CAFFÈ Oltre ai disagi comportati dalla caffeina, gli acidi contenuti nel caffè erodono lo smalto. Per non doverci rinunciare, è buona norma bere subito dopo un bicchiere d'acqua, che neutralizza l'acidità, e masticare un chewing-gum, che riattiva la salivazione e quindi la remineralizzazione dei denti.

TÈ NERO
Il tannino presente in quantità elevate nel tè nero macchia irrimediabilmente i denti. Per ridurre l'effetto indesiderato, si può aggiungere del latte: la caseina, infatti, smorzerebbe il danno.
6e083bdc-5214-4ef4-9931-1151054e227d
« immagine » ROMA - Da quello di cui ci si nutre dipende in gran parte lo stato di salute e anche l'aspetto. Ci sono alcuni cibi, infatti, che determinano un invecchiamento precoce di pelle e denti. Non che siano dannosi per la salute di per sé (almeno non tutti), ma gli acidi che contengono poss...
Post
08/08/2014 07:46:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment