10 consigli utili per chattaroli sfigati

14 gennaio 2018 ore 09:44 segnala



1: Innanzitutto non fatevi etichettare come classici sfigati, tantomeno come “classici”; esempio:
”Da dv dgt?”.
Abbreviare una frase del genere, come tante altre, che senso ha? Hai appena saltato cinque lettere e la tua risposta alla domanda ironica “perché scrivi il tuo codice fiscale?” è stata “perché risparmio tempo”; manco lavorassi a Wall Street. Bene, da una persona con un minimo d’intelligenza paragonabile a quella di un bradipo tennista ora tu sarai etichettato in sequenza, a seconda della controparte: ragazzino/a, ignorante, coglione/a.
Insomma, la lingua italiana esiste.

2: In riferimento alla regola precedente, ampliando il campo percettivo riguardo la coglionaggine:
“Sto ascoltando una song”.
Sei italiano? parla e scrivi italiano! non mischiare l’italiano con l’inglese; anche perché potresti trovare qualcuno che ti risponde “what song are you listening to?”, facendoti sentire un/una povero/a idiota nel caso tu non conosca una parola d’inglese, a parte “song”.

3: Le persone che nei profili personali spuntano la voce “in cerca di”: AMICIZIA.
“Ma a chi cazzo vuoi prendere per il culo?”, dico io: un amico semmai te lo fai (e in effetti oggi gli amici se li fanno) fuori dalla chat. Tu, che ti reputi “in cerca d’amicizia”, sei la prima/il primo a volerti cercare una bella scopata (e se proprio non te la cerchi non la disdegni), solo che non vuoi essere la preda; ti piace selezionare e che nessuno ti rompa le palle, vero? L’anonimato poi… è importantissimo nelle relazioni extraconiugali.
Alcune specie protette vorrebbero veramente cercare “amicizia”, ma il peso di questa parola è variabile; ad ogni modo queste ultime sono rare e potrebbero portare passati molto importanti sulle spalle.

4: Le fotografie nelle chat: spesso e volentieri sono fasulle, ma non c’è problema.
Facciamo conto che una persona vista in foto deve essere almeno tre o quattro volte più brutta di quel che risulta nello scatto fotografico; il canone di giudizio è soggettivo ma basta rimanere lucidi (anche se ci sta promettendo mari e monti sessualmente): a volte la foto non esiste proprio, altre volte le fotografie risalgono alla morte di cristo, raramente s’indica preventivamente che il profilo è del/della fratello/sorella (pare vero). Chiedere di poter vedere la persona in webcam no, eh?

5: La risata virtuale: bella bestia.
Molte persone hanno la mania, direi, di ridacchiare in modo ambiguo nelle chat, scrivendo: heaheaheaheaheahea, ihihihihihih, huahuaauhauahuah, eheheheeheh, ahdahsdahsdahdah (questi i modi più comuni di dichiarare uno stato d’animo allegro). Ora, secondo voi, se li stessimo guardando in webcam, loro irradierebbero il monitor d’una lucente dentatura equina e/o ci lascerebbero ammirare le loro tonsille? Provare per credere; spesso la persona risulta seriosa nonostante scriva “ahahahah”: allora che cazzo ridi a fare virtualmente?

6: Sono gay, bisex; chissenefrega, basta che non mi abbindoli! Ma davvero i gay e/o i bisex veri sono così? io non ci credo! e ora andiamo ad esplicare.
Esiste gente (dai che lo sapete bene) che nelle chat si finge uomo/donna a seconda dello scopo che vorrebbe raggiungere; esistono anche le persone gay e/o bisex vere, ovviamente. Il primo gruppo che ho indicato però è composto da persone più o meno meschine: molti uomini creano account femminili (a volte inseriscono addirittura una vagonata di foto rubate a chi lo sa quale malcapitata), fingendosi gay (o lesbica, fate voi), cercando la famosa “amicizia", eccetera, e instaurano un rapporto intimo con l’altra persona asserendo di capirla bene perché “che vuoi farci sono donna anch’io !”. Poi… ZAKKK! arriva come un fulmine a ciel sereno l’argomento “sesso”! Spesso e volentieri questa pratica dovrebbe essere utile alla masturbazione, a seguito d’una stimolazione mentale causata ingenuamente dalla vittima rispondendo a semplici domande tipo: “Ma a te è mai capitato di farlo in tre ? oh Dio a me sì, mi vergogno un po a dirlo ma, in fondo, siamo tra donne!”.
Mi stupisco di quanto riescano ad arrivare in basso certi uomini. Occhio!

Ps: questi rituali avvengono anche tramite mano femminile ma, devo ammettere, è molto più raro.

6: Domande stupide, domande basilari; domande, domande, domande: la prima forma di dialogo è, solitamente, la domanda; in ordine sparso le più comuni sono “di dove sei?”, “quanti anni hai?”, “come ti chiami?”, “mi dai il codice della tua carta di credito?” (potrebbe succedere, perché no). Ora, io dico, c’è modo peggiore per conoscere una persona? Ragioniamoci su: a me, sinceramente, sapere che lavoro fai o che cazzo di musica ti piace può interessare relativamente; semmai m’interessasse il tuo modo di fare, forse, m’interesserebbe in futuro sapere qualcosa di più specifico. Il punto è: già non è facile trovare una persona con cui trascorrere tempo chiacchierandoci senza pensare “che palle!”, se poi ognuno esordisce con le solite domande scontate… ecco che, a me, la voglia di chattare me la fanno passare.
“Domani mi farò la barba, oggi non ho voglia d’alzarmi neanche per andare a pisciare”, “non andarti a vedere il film 2012, fidati, è un’americanata pazzesca”, “ho visto la tua foto, anche a me piacciono i perizoma a pois; che vuoi farci, sono gay” (questo nel caso foste gli appartenenti al primo gruppo del punto n.5): ecco, questo è il modus operandi più corretto; magari la controparte non capirà bene, crederà anche che abbiate sbagliato finestra di chat, probabilmente però avrete già rotto il ghiaccio.

7: La webcam: questo mistero.
Accettare la connessione webcam di uno sconosciuto è un po come scaricare film da eMule (questo non lo fate! è illegale!); non si sa mai se il film in questione sarà esattamente quello che volevamo, se il video o l’audio sarà buono, se sarà o meno un film porno (o volevamo proprio un porno?) travestito da “L’era glaciale 2”, eccetera. Per ammortizzare il possibile impatto negativo, quindi, proprio come su eMule, abbiamo a disposizione “l’anteprima” (avete presente, quando un film ha caricato anche una piccola percentuale di Mb possiamo dare un’occhiata anticipatamente; ma io che ne so, mica li scarico i film!); in questa situazione l’anteprima è data dall’intuito e dalla percezione: cerchiamo di valutare il partner per quel poco che c’è concesso di sapere e sinceriamoci che non si presenti come mamma l’ha fatto (a meno che non cerchiate proprio questo).

8: Il tradimento virtuale: su questo punto c’è davvero poco da dire; mettetevi l’anima in pace. Il tradimento esiste, la chat poi è la madre di questo.
“E’ la prima volta che tradisco mio marito, giuro!”, “sono fidanzata/o, ma se vuoi ci vediamo in amicizia” (ancora con l’amicizia?); basta con certe cazzate, no? La gente tradisce, non sempre, ma tradisce, punto. In ogni caso, alcune persone passano più tempo a chattare con chicchessia che a parlare col proprio compagno di vita, e questa situazione chiamatela come vi pare.

9: Passatempo e “malandrini” da tastiera: il concetto cozza con l’autostima.
C’è una grande differenza tra “passare il tempo” e “rompere i coglioni al prossimo”; peccato che la stragrande maggioranza dei chatters non la identifichi. Vi capiterà, vi sarà già capitato, di ricevere insulti gratuiti e minacce dalla stessa gente che scrive “dietro a un monitor siamo tutti capaci” (ancora non hanno capito che si dice “davanti a un monitor”?); ecco, quelli sono i classici “malandrini da tastiera”: gente senza scrupoli che potrebbe mandarvi all’altro mondo facilmente, anche con un solo colpo di CTRL/*hopremutoqualcosaacasoiosonounhackerhgggggh8 (è vero!). Questa tipologia di persone fondamentalmente è molto insicura; compensa la mancanza d’autostima con paroloni e sfide fuori luogo, discostandosi dal vero gruppo “passatempo” formato da persone più o meno simpatiche (de gustibus non disputandum est).
Non lasciatevi trarre in inganno, entrereste in un vortice antipatico e, se foste facilmente influenzabili, vi rovinereste qualche ora della giornata incazzandovi per niente. Indifferenza, in questi casi… solo indifferenza.

10: Voglio essere Michael Jordan per un giorno: calati nella parte però; se parli/scrivi in ciociaro e mi mostri foto o video dove appari alto un metro e sessanta, albino e con la panza, stenterò a credere che tu sia Michael Jordan, non credi?
Negli ultimi anni è diffusissima questa pratica: si usa creare profili di cosidetti VIP, con foto annesse, spacciandosi per questi; il motivo? non lo conosco.
Posso ipotizzare che ci sia una smodata venerazione del VIP da parte del soggetto in causa, ma rasenterebbe la follia una cosa simile, no? Quando riuscite a identificare un “fake account” (account fasullo), suggerisco d’ignorarlo; non scrivetegli neppure (in caso abbia creato una bacheca o simili), alimentereste la sua visibilità nella rete.
b0bd556d-ce4b-4db2-8bae-3c09bd6711b2
« immagine » 1: Innanzitutto non fatevi etichettare come classici sfigati, tantomeno come “classici”; esempio: ”Da dv dgt?”. Abbreviare una frase del genere, come tante altre, che senso ha? Hai appena saltato cinque lettere e la tua risposta alla domanda ironica “perché scrivi il tuo codice fisc...
Post
14/01/2018 09:44:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    14

Commenti

  1. nat.thecat 14 gennaio 2018 ore 16:27
    Cosa aggiungere? Se non che è semplicemente simpatico ciò che scrivi?
    Sai trasmettere leggeresse (è franSceS) :D in maniera fluida e non banale.
    Bravo, i Miei Complimenti! Perché non è assolutamente facile riuscire ad esser scorrevoli agli occhi dell'altrui lettura e a rapportarsi in maniera semplice, verso il lettore.
    (Aggiungo che son contenta di esser la Prima a commentarTI! = Che Egocentrica 'sta Nat!_Rido eh, si sappia_)
    Benvenuto tra i Blogger di Chatta.


    La Nat_ :micio
  2. ASIA 20 gennaio 2018 ore 22:35
    Magnifica spiegazione ..
  3. Limite.Esente 20 gennaio 2018 ore 22:42
    @ASIA Tenchiu! Ti aspetto per la pubblicazione in presa diretta dell'ultimo romanzo, proprio tramite questo canale, giorno per giorno a partire dalla mezzanotte! :-* (è orribile questo bacio!)
  4. ASIA 20 gennaio 2018 ore 22:44
    Resterò in trepida attesa allora...de nada figurati ( abbiamo infranto il paragrafo number 2 ) :-)))
  5. Limite.Esente 20 gennaio 2018 ore 22:46
    @ASIA ma io conosco bene la lingua inglese come tu conosci benissimo il castigliano, giusto? :-)))
  6. ASIA 20 gennaio 2018 ore 22:47
    :shy e certo..............puntini puntini
  7. Limite.Esente 20 gennaio 2018 ore 22:49
    @ASIA che carina %-) Resta sintonizzata %-)
  8. Stella.679 22 gennaio 2018 ore 22:57
    Quanto vorrei che qualcuno finalmente capisse che quel tipo di approccio sarebbe il più opportuno e soprattutto meno noioso...e sono certa di non essere l' unica persona a cui farebbe piacere qui :-) sei forte !
  9. Limite.Esente 22 gennaio 2018 ore 23:00
    @Stella.679 Beh speriamo che qualcuno segua questi consigli allora :-x :-)))
  10. gattamannara 01 febbraio 2018 ore 20:06
    Esilarante! :-)))
  11. Limite.Esente 01 febbraio 2018 ore 20:10
  12. Aldolo69 30 aprile 2018 ore 20:10
    tutto inapplicabile. prova a chiedere di far vedere la faccia in webcam a qualcuno e poi ne riparliamo.
  13. Limite.Esente 30 aprile 2018 ore 20:13
    @Aldolo69 Fatto

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.