LA BILANCIA DELLA FELICITA'

15 dicembre 2014 ore 16:08 segnala

FELICE O NON FELICE?
Mi chiedo spesso se sono felice, ma a volte non so darmi una risposta,allora visualizzo davanti a me una bilancia , con scritto " felice e non felice"
Poi dico a me stessa:
"Lina metti un sasso in un dei due piatti della bilancia" Io non lo metto mai nel piatto " non felice"Allora mi convinco che sono sempre felice .La felicità è questa, più che cercarla bisogna ritrovarla in noi e non altrove come se fosse una cosa estranea da noi.
Possiamo sperare che la vita ci dia quello che desideriamo oppure possiamo desiderare quello che la vita ci dà.Solo cosi possiamo scatenare in noi un sentimento di felicita...
CHE QUANDO LO SI PROVA CI SI SENTE GIA'IN PARADISO..Lina Viglione .
***************************
UN CUORE INNAMORATO
A volte la felicità è come la sabbia ,la vedo svanire nel pugno della mano, e i conti che fatti non tornano mai. A volte un sorriso arriva quando ho più bisogno di una lacrima.
A volte l'inverno arriva più rigido per farmi capire meglio la bellezza di quella nuova primavera. A volte possiedo solo un un granello, eppure quella piccola e minuscola cosa per me è la vita intera.
Voglio essere padrona delle mie gioie o in fondo, viverle con la lievità di una carezza, cercando di amarmi ogni giorno di più, perchè solo se possiedo l'amore...
NEL CUORE... POSSO DONARE AMORE .Lina viglione
**************************
GUARDARE OLTRE
Non è una lacrima a far capire se noi stiamo piangendo, così come non è un sorriso a far capire se stiamo ridendo. Se solo pensiamo quante cose si possono nascondere dietro un sorriso o una lacrima .
Non ci resta che guardare sempre oltre: abbattiamo le lacrime e scaviamo il cielo , spogliamo il sole e sorridiamo, anche per chi aspetta le nostre lacrime, e sorridiamo comunque e ovunque per noi stessi per che...
ABBIAMO BISOGNO DI SORRIDERE PER ESSERE FELICI.Lina Viglione
***************************
IL DONO DELLA VITA .
Si dice che la vita è uno stato psichico . Quindi dinanzi a noi abbiamo solo di due scelte, o essere felice e trovare la felicità in ogni attimo della vita senza impegni e accettare sia il brutto che il bello e da tutte altre emotività a cui siamo i soggetti.
Ma una cosa è di sicuro , quest'umanità non ha bisogno di gente dalle lacrime facili, si piange quando si è bambini, poi si cresce e si capisce che le lacrime occorrono per cose ben più gravi .
Il mondo ha bisogno di uomini forti e determinati,diversamente non sarà mai un vero uomo, se prima non avrà fatto a pugni con se stesso e con i suoi difetti, si vive per crescere .
A ridere senza un giusto motivo c’è il rischio di sembrare sciocchi, a piangere c’è il rischio di essere chiamati troppo sentimentali. Ad esporre le proprie idee e i propri sogni c’è il rischio d’essere chiamati bonaccioni .
Ad amare c’è il rischio di non essere corrisposti. Ma bisogna correre i rischi, perché il rischio più grande nella vita è quello ...
DI NON RISCHIARE NULLA . Lina Viglione
:angel
8bed1e3a-0f7d-4ab4-bbc3-50da9a4493fe
« immagine » FELICE O NON FELICE? Mi chiedo spesso se sono felice, ma a volte non so darmi una risposta,allora visualizzo davanti a me una bilancia , con scritto " felice e non felice" Poi dico a me stessa: "Lina metti un sasso in un dei due piatti della bilancia" Io non lo metto mai nel piatto...
Post
15/12/2014 16:08:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. Lina14 15 dicembre 2014 ore 16:13
    IL VIAGGIO DELLA VITA
    La vita è mia finchè c'è l'ho, e per questo non può chiedermi scusa. Sono io che quando riesco ad odiarla, devo chiederle scusa. Non amerò più le emozioni e i sentimenti, non amerò più il mio ego, Amerò solo ed esclusivamente lei ...la Vita, perché solo Lei mi può regalare il meglio di tutto questo.La vita è un viaggio da percorrere con ogni mezzo ma è solo quando cammino e non corro che posso osservare e cogliere l'essenza di ciò che ho intorno, perché non è importante cosa trovo, ma cosa cerco .Il domani non ha certezze, ha solo un bivio da ripropormi all'infinito, tra il bene e il male, tra la luce e la follia tra la paura e la morte, tra la vita e La...poesia. Lina.V
    :clap
  2. Lina14 22 novembre 2015 ore 20:07
    LA GIOIA E IL DOLORE .
    Scrive un saggio :La gioia è il dolore sono senza maschera. E il pozzo da cui scaturisce il nostro riso, è anche colmo di lacrime.Quanto più a fondo ci scaviamo il dolore, tanta più gioia potrebbe contenere.La coppa che contiene il nostro vino non è forse la stessa bruciata nel forno del vasaio?E il liuto che rasserena il nostro spirito non è forse lo stesso legno scavato dal coltello?Quando siamo felici, guardiamo nel fondo del vostro cuore e scopriremo che è proprio ciò che ci ha dato dolore a darci ora gioia.E quando siamo tristi, guardiamo ancora nel nostro cuore e sapremo di piangere per ciò che ieri è stato il vostro godimento.Alcuni di noi diciamo: "La gioia è più grande del dolore", e altri dicono: "No, è più grande il dolore".Ma io dico che sono inseparabili.Giungono insieme, e se l'una siede con noi alla vostra mensa, ricordiamoci che l'altro è addormentato nel vostro letto.In verità noi siamo bilance che oscillano tra il dolore e la gioia.Soltanto quando siamo vuoti, siamo equilibrati e saldi.Come quando il tesoriere ci solleva per pesare oro e argento, così la nostra gioia e il vostro dolore dovranno sollevarsi oppure ... ricadere. :ciao

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.