LA FAVOLA DEI SENTIMENTI .

12 marzo 2019 ore 18:58 segnala

LA FAVOLA DEI SENTIMENTI .
Ogni essere umano ama ed acconsente ad un suo bisogno emozionale , e puo' cessare di amare e sceglie la strada dell'odio, il tutto rientra in una scelta consapevole . L'animale che ha natura e comportamento indegni di un essere umano , ubbidisce ad una sua necessità istintiva , ma anche cattivita' raramente smette di amare la mano di chi lo alimenta ,poichè e il suo è un istinto schematizzato che ubbidisce a certi impulsi sterni.

Si racconta che un bel dì, si ricongiunsero in un luogo della terra tutti i sentimenti e le caratteristiche degli uomini. Quando la monotonia si fu mostrata per la terza volta, la pazzia, come sempre un po' pazzoide propose: "Giochiamo un pò a nascondino!" L'interessato alzò un sopracciglio e il desiderio di sapere , senza potersi controllare domandò : "A nascondino? ma di che si tratta?

E'soltanto un giochino ,rispose la pazzia, - in cui io mi metto la mano sugli occhi e mi metto a contare fino a 50 mentre voi vi nascondete e, quando avrò smesso di conteggiare , il primo di voi che troverò prenderà il mio posto per proseguire il gioco. L'esaltazione si mise a danzare , e fù accompagnato dalla follia .

L'allegria fece tanti capitomboli che finì per convincere il dubbio, e persino la pigrizia alla quale non gli importava mai niente. Però non tutti vollero prenderne parte . La verità scelse di non nascondersi. Perché,e si chiese : se poi alla fine tutti mi scoprono? La superbia ne dedusse che alla fine era solo un gioco molto sciocco.

In verità ciò che le dava molto fastidio, era che in fondo non era stata una sua idea, e la codardia scelse di non rischiare . Uno, due, tre quattro ... inizio a contare la pazzia. La prima a nascondersi fu proprio la signora pigrizia che si lasciò ruzzolare dietro la prima pietra che trovò sul suo percorso.

La credenza volò in cielo nel paradiso l'invidia si sottrò alla vista e si nascose all'ombra del trionfo che con le sue proprie forze riuscì a salire sulla sommità dell'albero più alto. La generosità quasi non riusciva a trovare un nascondiglio . Ogni posto che scopriva le sembrava stupendo per qualche dei suoi amici.E pensò a un un lago cristallino? proprio l'ideale per la bellezza. Oppure la fonde di un albero? Perfetto per la timidezza.

O le ali di una bella farfalla?Giusto per la voluttà Oppure una folata di vento? Giusta per la libertà. Così la generosità finì per sottrarsi alla vista da un raggio di sole. L'egoismo, al contrario trovò subito un buon rifugio , arieggiato , consolante e tutto per se'. La menzogna insincera si nascose sul nella profondità degli oceani . La passione e l'aspirazione è al centro dei vulcani.

Quando la pazzia provò a contare 50 ma l'amore non era riuscito a trovare un posto per nascondersi perchè li trovava tutti i posti occupati, fino a che diede un occhiatina a un cespuglio di rose e alla fine pensò di nascondersi tra i suoi fiori. Cinquanta! contò la pazzia. E iniziò a cercare. La prima ad apparire fu la pigrizia,che era solo a tre passi da una pietra.

Poi udì la fede, che stava dialogando con Dio su argomenti di controversie , e sentì agitare la passione e la voglia dal fondo dei vulcani. Per caso scoprì l'invidia e ne dedusse dove fosse il trionfo. Ma l'ignobile egoismo non riuscì a trovarlo. Era scappato dal suo covo e si era reso conto che c'era un nido di vespe. Dopo aver tanto marciato , la pazzia assetata e quando arrivò il lago scoprì la sia innata bellezza.

Con le sue incertezze le fu ancora più facile,poichè lo trovò sprofondato su una staccionata senza avere ancora determinato da che parte nascondersi. Alla fine riuscì a trovare un po' tutti: il talento seduto nell'erba fresca, l'angoscia in una taverna buia, la menzogna dietro l'arcobaleno e infine l'oblio che si era già scordato che stava giocando a nascondino.

Solo l'amore non riusciva a scorgerlo da nessuna parte. La pazzia cercò dietro ogni albero, dietro ogni pietra, sulla cima delle montagne e in qual tempo stava per darsi per vinta diede un occhiatina dove stava il cespuglio di rose e iniziò a muoverne i rami. Quando,all'improvviso , si sentì un urlo di dolore: le spine avevano ferito gli occhi dell'amore.

La pazzia non riusciva più a comprendere cosa fare per discolparsi ; e implorando Dio piangendo gli chiese perdono . Alla fine gli promise che sarebbe diventata la sua devota guida. Da allora, da quando per la prima volta si inizio il gioco a nascondino sulla terra, l'amore è cieco e la pazzia...
SEMPRE L'ACCOMPAGNA .Lina Viglione
:angel
d26235e1-d99b-40c6-9e7d-f9732f03174a
« immagine » LA FAVOLA DEI SENTIMENTI . Ogni essere umano ama ed acconsente ad un suo bisogno emozionale , e puo' cessare di amare e sceglie la strada dell'odio, il tutto rientra in una scelta consapevole . L'animale che ha natura e comportamento indegni di un essere umano , ubbidisce ad una sua n...
Post
12/03/2019 18:58:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. Lina14 12 marzo 2019 ore 19:12
    LA VITA E' IL MIO MAESTRO .
    Una delle cose più belle nella vita, è trovare delle persone che riescono capirmi senza il bisogno di dare tanti chiarimenti .Sono poche le persone a cui io voglio davvero bene e ancora in minor quantità sono quelle di cui io nutro un buon apprezzamento .

    Più conosco il mondo e meno ne sono contenta. Ciò che mi rende la realtà preziosa sono solo le mie emozioni e la mia sensibilità.La vita è il mio maestro ,posso restare privo di tutto, ma in in verità tutto mi viene dato tramite la vita che è tale solo...
    SE VISSUTA CON AMORE . Lina Viglione .
    :bye :bye
  2. LYsander48 12 marzo 2019 ore 22:56
    :rosa
  3. yoqu.iero 13 marzo 2019 ore 07:30
    complimenti davvero per queste tue bellissime parole con cui descrivi quello che è la vita e da cui si ricava la morale. si l'amore cieco è sempre sostenuto da un pizzico di follia.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.