LA SENSIBILTA' E' UMANITA'

07 dicembre 2017 ore 17:55 segnala

SENSIBILI SI NASCE O LO SI DIVENTA ?
La sensibilità è una pregio ereditario . C'è chi nasce sensibile e chi no, dipende dalla persona. Molti individui mescolano le sensibilità con romanticismo ,quando capita quest'ultimo è quasi sempre sinonimo di cafonaggine scarsa profondità,o debolezza .
In verità il merito della sensibilità è la grandezza che hanno gli esseri umani per capire lo stato d'animo degli altri e di noi stessi .
Per capire bene l'importanza di questi valori, dobbiamo ricordarci che forse ci sono stati degli anni nella nostra vita dove abbiamo cercato amore nella famiglia , affetto e comprensione, e magari non abbiamo mai trovato qualcuno che mostrasse interesse per le nostre necessità .(Parlo del mio caso)
Ma non per questo ci si deve isolare .
La sensibilità ci aiuta scoprire negli altri a quel' "altro io " che pensa, sente e chiede da noi un po di comprensione .Essere sensibile va al di la ,oltre allo stato d'animo , è restare inerti a tutto quello che accade al nostro intorno, o dare parte si noi agli altri fa parte della sensibilità umana.
La realtà è che molta gente predilige mostrarsi duri o insensibili, per non nuocersi in cose che qualificano come fuori della loro capacità . Tutte le sofferenze degli altri risultano fastidiose , pensando che ogni uno ha già suoi seri problemi come può preoccuparsi degli altrui.
Il disinteresse è il peggiore nemico della sensibilità. Tutto diverrebbe più facile se ci fosse un po di interesse verso le persone più bisognose .Da ogni parte si parla dei quesiti sociali ,sfiducia etc.
La sensibilità ci fa divenire più riflessivi e compartecipanti , perché non è giusto osservare "il male" pensando di essere immuni o che ci sarà un altro più superiore di noi a risolvere i problemi,la risposta non c'è l'hanno neppure nelle religioni .
Con un criterio ben formato in noi , possiamo reagire in maniera favorevole di fronte ad ogni tipo di intoppi , con la certezza di fare il bene usando tutte le nostre bravure al servizio di ogni essere umano .
La sensibilità è una qualità del nostro carattere, ma il nostro modo di sussistere viene poi a fondo riformato dagli eventi .Grandi dolori possono rafforzarci o, al contrario,renderci insensibili e più friabili a ogni frustrazioni della vita .
Sta poi a noi non far primeggiare le nostre friabilità , a non alzare un muro per tutelarci e ad imparare a fidarci di più delle persone che ...
UMILMENTE CI TENDONO LA MANO . Lina Viglione.
***********************
LA SENSIBILITA' E UN PATRIMONIO
La sensibilità è parte essenziale ed è un bene,è un patrimonio caratteriale e genetico . O si possiede dalla nascita, o è difficile che si manifesti e cresca durante l'accrescimento.
Poi con il tempo e le esperienze della vita la si potrebbe anche rafforzare o indebolire, ma la base resta sempre quella. Io sono molto sensibile,emotiva ecc.
Anche se chi crede di conoscermi non se ne accorgono perché riesco a nascondere bene questi mia fragilità con l' allegria,e con un pò di follia che mi appartiene, oppure mi chiudo a riccio quando mi trovo di fronte a chi mi attacca e non posso rispondergli.
Comunque,secondo me,ci si nasce sensibile e insensibile.In linea di massima;diciamo la verità;noi donne siamo più ...
SENSIBILI DEGLI UOMINI . Lina Viglione .
:angel
6cce6ff7-81d9-4f31-be2f-ae8d88506e5a
« immagine » SENSIBILI SI NASCE O LO SI DIVENTA ? La sensibilità è una pregio ereditario . C'è chi nasce sensibile e chi no, dipende dalla persona. Molte persone mescolano le sensibilità con romanticismo ,quando capita quest'ultimo è quasi sempre sinonimo di cafonaggine scarsa profondità,o debole...
Post
07/12/2017 17:55:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. Lina14 07 dicembre 2017 ore 17:56
    EBBENE SI ! IO SONO SENSIBILE
    Pertanto, per me, la sensibilità è un interruttore di sicurezza per evitare sfoghi troppo smisurati che potrebbero abbattere ogni specie poichè , se fossimo tutti sprezzanti e senza ...

    incertezze , penso che già da un bel po ogni essere umano avrebbe commesso il peggio che poteva per radere al suolo ogni altro uomo, ed oggi non saremmo qui a chiederci "da dove nasce la sensibilità?"

    Senza nessun dubbio sensibili si nasce, si matura e si invecchia. E' un fatto naturale che molti hanno , altri meno ed altri proprio non sanno neppure cosa sia. Essere eccessivamente sensibili non va bene, si rischia di farci diventare troppe paranoie,

    pensare troppo anche su cose poco intelligente ,oppure quando ci si resta male per una stupidaggine serve ben poco .Tuttavia mi considero sensibile, ma non esageratamente sensibile...
    MA DICIAMO QUEL TANTO CHE BASTA . Lina Viglione
    :bye :bye :bye

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.