SIGNORA POESIA

17 dicembre 2014 ore 22:35 segnala

SCRIVERE POESIE
E dire che non basta un'intera vita per scrivere le cinque parole di un verso poetico, che nella loro profondità scavano nel proprio animo e in quello degli altri .Ed io non leggo le poesie degli altri per cercare nuove idee ma per illuminare ciò che già so, e attraverso le parole e i pensieri degli altri riesco a far luce su certi aspetti di me calati nel profondo e invisibili ma già presenti nella mia mente.
Da questa sensibilità nasce la "poesia " che non sarebbe tale se non toccasse le corde delle emozioni ,della inquietudini , e del rapporto col divino . La poesia è un rigurgito improvviso di parole che escono dal cuore senza che si riesce a fermarle, un fiotto improvviso di sensazioni tramutato in pensieri che insieme al respiro con dita che scivolano sulla tastiera come un fiume in piena.
Ecco! Come nasce la " poesia"
Non c'è un perchè, c'è solo il bisogno che nasce dal nostro "io".Io le scrivo di getto,Con una penna trasferisco su un foglio emozioni dettate dalla mia anima. L'importante e chi legge ciò che scrivo percepisce...
LA PARTE PIU' PROFONDA E INTENSA DI ME .Lina Viglione
*****************************
Poeta non è solo chi scrive poesie ma anche chi legge e sente la poesia.Ispirati,nello scrivere ed ispirati nel leggere. Se non ci fossero questi ultimi tutta la poesia resterebbe solo a chi ha scritto .Occorre una attitudine alla contemplazione, una predisposizione dell'animo a ripiegare in se stesso, a cogliere e universalizzare il senso delle cose, a cercarne il profondo senso del vivere senza fermarsi al dato reale apparente, al fatto storico .Ma avere quest'attitudine non basta, occorre esercitare, cavar fuori, come è proprio di ogni altra attitudine umana, leggere, provare,affinare il gusto.
La poesia è godimento spirituale interiore, qualunque sia il tema.
Essere poeta è far luce nel grigiore della realtà, cogliere nel fondo, è intuizione lirica di ogni realtà, come un vento dolce e lieve che attraversa la realtà e la nobilità. E' coscienza e contemplazione infine di se stessi del cammino dell'uomo, delle sue realtà interiori.
COME A DIRE: NESSUNA FONTE ESTRANEA A NOI STESSI :Lina Viglione .
***********************
IL PRATO VERDE.
A volte mi succede di trovarmi di fronte a un muro, se guardo avanti vedo un prato verde, se mi volto indietro, vedo tutte le cose che ho, spesso con un tono di grigio di troppo.Poi mi sfiora il dubbio: che faccio? salto sull'altro lato per raggiungere il prato?
E se l'adrenalina non bastasse? E se a metà del salto ci ripensassi?E soprattutto, se poi quel prato verde in realtà fosse solo un'oasi nel deserto?Ma mentre penso e ripenso il tempo è già in fuga, come se mi odiasse. Quindi non mi resta che fare questo salto, e non penso al domani .La matita del del destino ...
E' NELLE MIE MANI . Lina Viglione .
*******************
UN ARCOBALENO PER ME
Non di solo sole è fatta la vita mia , e non solo brezza c'è nell'anima mia. Non solo mare calmo nel cuore che tanto ansima. Non solo nel mio palmo un fiore di primavera. e non solo uccelli che cinguettano nelle mie orecchie beate.Non solo una dolce musica soave e ninfe velate, ma c'è anche tempesta nell'anima. Non c'è solo festa nell'aria che respiro.
Non c'è solo azzurro in questo cielo che ammiro, ma anche fulmini con tormenti che imbiancano le vette, con grandine e pioggia e precipitazioni violente.Non c'è solo sole ,non c'è solo brezza nei scenari di questa vita stranita e ne un cielo sereno ma c'è anche tempesta altrimenti affacciandomi alla finestra mai trionferebbe...
L'ARCOBALENO PER ME .Lina Viglione
:batabacio
0cd2958e-84d0-4d7b-9f04-06c761b91a71
« immagine » SCRIVERE POESIE E dire che non basta un'intera vita per scrivere le cinque parole di un verso poetico, che nella loro profondità scavano nel proprio animo e in quello degli altri .Ed io non leggo le poesie degli altri per cercare nuove idee ma per illuminare ciò che già so, e attrav...
Post
17/12/2014 22:35:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. Lina14 17 dicembre 2014 ore 22:37
    Lina aspirante poeta scrivo per sentirmi bene nel svuotare il mio " io"I miei scritti scaturiscono o dalla malinconiao dalla nostalgia per qualcosa che a volte non so neppure cos'è ...Scrivo ...perchè le parole sono la luce dei pensieri e come luce nel bosco le mie mani scrivono ...Scrivo ...di mecon il cuore in mano e nuda nell'anima così senza logica neverso solo con enfasi emozionale"urlo" il mio sentire C'è chi mi ascolta chi sorride ma io indifferente continuo a buttare giù il mio scrivere . Ecco , questo sono.... io .Scrivo… La realtà struggente della mia malinconia dove affogo le mie lacrime nell’inchiostro e bagno i fogli con il mio sentire è nella libertà dei miei pensierisento la mia verità e ne sono, follemente fiera.Lina Viglione. :bye
  2. nuvolagrigia1 18 dicembre 2014 ore 11:10
    la penna scrive non ha segreti ,
    frasi semplici
    che detta il suo cuore.
    scrive su un'antica carta ingiallita
    il lungo pensiero da tempo viaggia cercando l'orizzonte ..
    scrive nella realta' la mia vera identita'..
    tra luce e misteri,,
    la penna cattura il turbamento del cuore
    cerca' la tranquilita' nell'aria c'è la libertà di pensiero ......
    Lasciando sogni da leggere....
    Nuvolagrigia1
  3. Lina14 18 dicembre 2014 ore 11:46
    Trovo davvero bello come lo hai scritto tu!6 bravissima! Complimenti . 1 bacio. Lina :clap
  4. nuvolagrigia1 18 dicembre 2014 ore 12:10
    grazie e un pezzo di un mio post.... :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.