il bimbo

18 ottobre 2012 ore 17:53 segnala

Era un luccichio lieve,
come quello delle lucciole brillanti che di notte, tra le ombre e il verde delle foglioline di prato decoravano di magia ogni frammento del creato.
Quella lucentezza era la mia pace, almeno in quel momento, fino a quando il bagliore si fece riconoscere con le sue guance rosate e una bocca piccola pronta a parlarmi.
Un bimbo.
Un bimbo dagli occhi dolci,
sguardo sincero e con mani che afferravano il vento, nella sua armonia i suoi passi frenetici erano impegnati in qualche gioco divertente.
Come ogni cosa insolita che spaventa l'animo, il piccolo turbò la mia quiete e sorridendomi mi mostrò tutte le sue avventure, in pochi minuti tantissime scene, ai suoi occhi ogni piccolo scintillio folgorava la sua essenza di piacere infinito, era pieno di ambizioni e gestiva la sua tenerezza nel modo più caloroso possibile, guardandolo tutta la mia persona si liberò dalle angosce e l'uomo che apparivo ricordò l'infanzia dimenticata.
C'era tanta differenza tra lui e me.
Sfiorava un fiore e gioiva nell'accarezzarlo, e un po' mi rattristai notando che di quel fiore io non ne avevo notato nemmeno il calore.
Mi invitò a giocare ma rifiutai perché ero troppo impegnato ad affrontare le mie paure, parlò con la luna raccontandole i segreti più nascosti e io invece mi preoccupavo solo del buio circostante.
Era ciò che anche io sono stato, era simile alla libertà poiché non conosceva confini, piuttosto nei suoi limiti apprezzava le piccole bellezze. Era più forte di me poiché era semplice, la sua semplicità era la sua arma e qualsiasi ostacolo diventava il suo gioco.
La sua figura era piena di inebrianti essenze e pian piano io inalavo tutto ciò che di puro poteva donarmi e potetti anche io sorridere.
Riuscii ad abbracciare quell'anima diafana solo quando anche io iniziai a giocare, solo quando cantai alla luna, solo quando le sue mani sulle mie guidarono la mia superbia a sfiorare i fiori e a scoprire che davvero davano gioia.
Bisogna essere anche bambini per accorgersi di quanta vita c'e.
Il mio sussurrare attirò la sua attenzione ed egli emozionato spalancò gli occhi e gridò ridendo:
"Finalmente posso dirti che sono il bambino che c'e' in te"

speranza

06 febbraio 2012 ore 16:26 segnala


Non ti ho dato nulla forse nemmeno un sorriso, nulla perchè nulla mi ha dato la vita se non un nuovo muro su cui piangere. Ma anche tra le pietre di uno sterile muro può sempre nascere il fiore della speranza. Sarà quel briciolo di terra, quella goccia di acqua che bagnando il seme del mio cuore lo aprirà all'amore, forse per sempre, forse per un attimo felice, forse per un'inutile illusione. Non torni mai la siccità dell'ipocrisia a uccidere un così bel fiore
le sue radici scenderanno sempre più profonde nel tuo cuore,
è la tua linfa a dargli i suoi splendidi colori
a dargli la vita a dirgli domani...con te amore.
0972ecfc-9ea9-4586-bab4-bb9b7c9176bf
« immagine » Non ti ho dato nulla forse nemmeno un sorriso, nulla perchè nulla mi ha dato la vita se non un nuovo muro su cui piangere. Ma anche tra le pietre di uno sterile muro può sempre nascere il fiore della speranza. Sarà quel briciolo di terra, quella goccia di acqua che bagnando il seme ...
Post
06/02/2012 16:26:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

sentimenti

28 febbraio 2010 ore 20:21 segnala

Se il tuo cuore sofferente

non aprirà la sua porta al

mio amore

mai più i tuoi occhi vedranno

il mio volto.

Mai più le tue orecchie

sentiranno la mia voce.

Mai più le tue mani toccheranno la mia pelle

mai più le mie labbra baceranno

la tua bocca.

Mai più il mio sorriso accoglierà le tue giornate tristi

perché nella solitudine è destinato a rimanere

chi non accoglie il mio modo di amare

e il mio modo di sparire

dinnanzi all'anima insensibile,

che lascia seccare il fiore

senza annaffiarlo con le gocce dei

sentimenti…

che lascia nell'oblio il pensiero dell'ardore

Ed io amo sì….

E sparisco nel silenzio e nell'apatia di quella vita

che della mia ne vuole ignorare l'esistenza…
11449791
Se il tuo cuore sofferente non aprirà la sua porta al mio amore mai più i tuoi occhi vedranno il mio volto. Mai più le tue orecchie sentiranno la mia voce. Mai più le tue mani toccheranno la mia pelle mai più le mie labbra baceranno la tua bocca. Mai più il mio sorriso accoglierà le tue giornat...
Post
28/02/2010 20:21:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Ti amo

16 febbraio 2010 ore 20:14 segnala
Ti offro un sorriso,
Un pò di me,
Una briciola del mio cuore
Perchè fin da piccola, cerco la felicità.
Allora gentilmente, se mi vuoi bene,
Incolla il tuo cuore al mio e guardami
Guardami negli occhi e pensami,
Osserva bene come si comporta
Il mio cuore.
Ci scorgerai qualcosa di raro,
Una dolce follia piena di stelle,
Un cuore d'amore che non chiede
Altro che di essere felice con te.
Ti offro un pò della mia vita,
Un pò del mio sorriso,
Un pò della mia felicità,
Una parte di me.
11427679
« immagine » Ti offro un sorriso, Un pò di me, Una briciola del mio cuore Perchè fin da piccola, cerco la felicità. Allora gentilmente, se mi vuoi bene, Incolla il tuo cuore al mio e guardami Guardami negli occhi e pensami, Osserva bene come si comporta Il mio cuore. Ci scorgerai qualcosa ...
Post
16/02/2010 20:14:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2