Quando cadrai.

29 luglio 2019 ore 22:12 segnala


I tempi volano e disegnano orrori
sui nostri visi,
le anime avvizziscono in turbinii di compromessi,
e s'accosta una zoppia carica di pene.
C'è chi s'accontenta di trascinare il corpo
di dimenticare sogni di voli e di cieli,
c'è chi ama una donna che avvizzisce con rancore,
c'è chi l'aspetta quando cadrà,
quando nessuno volgerà il capo,
e sarà lì, dove non l'ha mai visto,
lì, alle porte del suo cuore,
a raccogliere il viola dei lividi,
a guardare il suo ultimo sguardo.
Che stupidità l'amore,
una tazza di latte tiepido
una luce che non illumina
niente.


18b22c3e-f936-4608-ac1a-affeb8a1db69
« immagine » I tempi volano e disegnano orrori sui nostri visi, le anime avvizziscono in turbinii di compromessi, e s'accosta una zoppia carica di pene. C'è chi s'accontenta di trascinare il corpo di dimenticare sogni di voli e di cieli, c'è chi ama una donna che avvizzisce con rancore, c'è chi l...
Post
29/07/2019 22:12:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Ciò che non ho.

28 luglio 2019 ore 17:25 segnala



Vorrei avere, ciò che non ho,
quasi a dolermi con costanza d'un fiore che mai nascerà,
d'un cielo che mai vedrò
solo che
ora, non lo so.
Vorrei ricordar d'un tempo nel quale ciò che ora ho,
era un sogno,
una chimera,
un aver un tuo sguardo nel mio a bruciar mia anima.
Vorrei che non crescessi mai, amor mio,
che tu fossi quel mattino che ora vive qui fuori,
che restassi sempre quella magia che strugge
e s'arrampica alle gambe della mia gioia,
vorrei dunque qualcosa che ,domani,
nemmeno ricorderò d'aver tanto
desiderato.


c7be3b88-d018-4d9e-aba4-0464dcadb5a1
« immagine » Vorrei avere, ciò che non ho, quasi a dolermi con costanza d'un fiore che mai nascerà, d'un cielo che mai vedrò solo che ora, non lo so. Vorrei ricordar d'un tempo nel quale ciò che ora ho, era un sogno, una chimera, un aver un tuo sguardo nel mio a bruciar mia anima. Vorrei che non...
Post
28/07/2019 17:25:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Non lasciarmi invecchiare.

27 luglio 2019 ore 21:17 segnala


E pensavi d'aver detto tutto,
tutto d'aver provato, visto,
che quel che restava d'un viver trasandato,
fosse....stanchezza, rassegnazione.
Ma non era così, no,
sei riuscita a darmi una botta di vita,
un dolore che sa di antico,
di tempi passati, di notti d'insonnia.
E quello che mi dai
è pur sempre un dono; un atomo del tuo essere,
e l'amarti è una strada senza ritorno,
una incondizionata serie di struggimenti,
di notti illuni.
di giuramenti alla luna.
Non amar il mio riempirmi di te...
ne morirai,
com'io muoio.


e2d5b683-edf0-43aa-bea4-cf7c7735b60a
« immagine » E pensavi d'aver detto tutto, tutto d'aver provato, visto, che quel che restava d'un viver trasandato, fosse....stanchezza, rassegnazione. Ma non era così, no, sei riuscita a darmi una botta di vita, un dolore che sa di antico, di tempi passati, di notti d'insonnia. E quello che mi d...
Post
27/07/2019 21:17:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    2

La storia siamo noi.

26 luglio 2019 ore 21:56 segnala



Queste ondate di ricordaglie varie,
questo incontrarsi a mezza strada della vita
è un procrastinar una morte che, visto da qui,
un arcobaleno sembra.
E alzarsi ancora al mattino sembra un atto d'eroismo,
un canttilenar una nenia che sa di caffelatte, di pane raffermo
quel maledetto richiamo alla strada lucida di ghiaccio,
quel tuo ricordarmi chi sono, chi ero e chi
dovrei essere.
A me che vorrei solo sopravvivere,
con quel pane da impastare,
e quella voce di figlia
che tarda a venire,
a me che poco o nulla importa di vivere ciò
da eroe o da pusillanime.
Eh si, la storia siamo noi....


0082e906-539a-4cbe-8e39-981502e3b9bc
« immagine » Queste ondate di ricordaglie varie, questo incontrarsi a mezza strada della vita è un procrastinar una morte che, visto da qui, un arcobaleno sembra. E alzarsi ancora al mattino sembra un atto d'eroismo, un canttilenar una nenia che sa di caffelatte, di pane raffermo quel maledetto...
Post
26/07/2019 21:56:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Gesti.

25 luglio 2019 ore 22:27 segnala




Ho di tua bellezza, occhi,
riempito,
e del rumore del tuo passo, musica, fatto.
E fermo qui, ad aspettare che tu muova
a un qualsiasi posto, anche lontano,
quel brusco muover d'una tua ciocca indipendente,
è un sospiro che sul mio petto muore.

Ed ora volgi il capo e il mio adorare
incontri.
Solo un gesto, un muover l'aria, un aleggiar arie marine,
come l'abbraccio di padre sudato ma....paterno,
come una meraviglia che non conosco ma vedo,
te ne vai ed io ho il cure gonfio,
il granaio di gioia ho riempito.

Il tuo nome non conosco,
ciò che saresti per me,
si.




953af6c8-fdf0-4c3e-bc13-2fe1e1795870
« immagine » Ho di tua bellezza, occhi, riempito, e del rumore del tuo passo, musica, fatto. E fermo qui, ad aspettare che tu muova a un qualsiasi posto, anche lontano, quel brusco muover d'una tua ciocca indipendente, è un sospiro che sul mio petto muore. Ed ora volgi il capo e il mio adorare...
Post
25/07/2019 22:27:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

Respect.

07 luglio 2019 ore 13:18 segnala





V'è un solo cielo
per gli eroi per i codardi,
uno solo.
E si muore, tutti,
si lascia il centellinar d'attimi,
gli amori, le vittorie, le paure
e nel buio dell'ultimo istante,
quando a tu per tu con la propria anima
quello che è la risultante di tutta la vita è
rispetto.
Una sola parola,
un sospiro,
una speranza.




1aa0dbe4-10b6-48ee-96cc-0e19bfd9d8c7
« immagine » V'è un solo cielo per gli eroi per i codardi, uno solo. E si muore, tutti, si lascia il centellinar d'attimi, gli amori, le vittorie, le paure e nel buio dell'ultimo istante, quando a tu per tu con la propria anima quello che è la risultante di tutta la vita è rispetto. Una sola p...
Post
07/07/2019 13:18:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

Bocca di rosa.

06 luglio 2019 ore 22:36 segnala




Mi sono comprato l'amore,
per semplificare,
non ho dovuto dire nulla,
né che ero uomo,
maschio,
né che fossi vivo o morto.
Mi sono detto che in fondo
era come mangiare un panino,
che chiudendo gli occhi
avrei visto te,
che le tue dita eran le sue
che i miei sogni
eran i suoi sogni.

Ma non è stato così,
no,
tu non eri li,
non come madre al mio capezzale,
non come un amico che mi sveglia al mattino.
Tu sei rimasta lì,
come sempre d'altronde,
lì nei miei sogni.
Ma per poco, molto poco,
mi sono comprato il tuo amore,
quella cosa che entra ogni giorno nella mia casa,
quando tu,
ci entri


3fb35245-f95f-4373-9dda-1883eb4c22b1
« immagine » Mi sono comprato l'amore, per semplificare, non ho dovuto dire nulla, né che ero uomo, maschio, né che fossi vivo o morto. Mi sono detto che in fondo era come mangiare un panino, che chiudendo gli occhi avrei visto te, che le tue dita eran le sue che i miei sogni eran i suoi sogni....
Post
06/07/2019 22:36:19
none

Doctor Zivago.

05 luglio 2019 ore 09:52 segnala



Oggi le ho telefonato.
Di nascosto.
Come due amanti.
E' stato bello.
Lei rideva, chiusa nella sua auto, rideva di tutto, mentre un cane fuori abbaiava e lei rideva anche di questo;
ci siamo ricordati di come eravamo, dei jeans sdruciti,
mancava la pioggia....e il dottor Zivago, anche il tempo scorreva in un modo diverso, a me sembrava di vederla, nel suo vestito inadatto al posto, con le mani piene di oggetti e la voce che tendeva al pianto.
Poi se ne è andata, e il telefono, lampeggiava di segnali eleganti:
un buco nello stomaco gorgogliava e mi ha spinto a muovermi...
mi sono fatto un caffè, e il suo amore, riempiva la stanza.
Oggi.


Ti sei stancata di portare il mio peso



Ti sei stancata di portare il mio peso
ti sei stancata delle mie mani
dei miei occhi della mia ombra
le mie parole erano incendi
le mie parole eran pozzi profondi
verrà un giorno un giorno improvvisamente
sentirai dentro di te
le orme dei miei passi
che si allontanano
e quel peso sarà il più grave

Nazim Hikmet



66530576-3da1-49b7-b4ea-613084569f19
« immagine » Oggi le ho telefonato. Di nascosto. Come due amanti. E' stato bello. Lei rideva, chiusa nella sua auto, rideva di tutto, mentre un cane fuori abbaiava e lei rideva anche di questo; ci siamo ricordati di come eravamo, dei jeans sdruciti, mancava la pioggia....e il dottor Zivago,...
Post
05/07/2019 09:52:54
none

Pane quotidiano.

04 luglio 2019 ore 22:13 segnala




Vorrei cuocere per te
un pane di farro,
regalarti lo spander per casa di un odore di terra,
far si che le tue nari fremano di commossa gioia
e stringerti delicatamente con le mani
sporche di farina.

Vorrei esserti utile,
giocare con il tuo disordine,
rincalzar le coperte sul tuo mento,
e leggerti una favola dal tuo sussidiario.

E vorrei infine saper di morire
con la gioia d'esserti caro,
saper che sul tuo trumeau, lì, al centro,
ci sia una mia foto,
di quando amavi tutto di me,
tutto, anche l'odiabile.


af145660-9999-4b9b-8600-6d94f0eb5f1f
« immagine » Vorrei cuocere per te un pane di farro, regalarti lo spander per casa di un odore di terra, far si che le tue nari fremano di commossa gioia e stringerti delicatamente con le mani sporche di farina. Vorrei esserti utile, giocare con il tuo disordine, rincalzar le coperte sul tuo ...
Post
04/07/2019 22:13:40
none

Elemosina.

03 luglio 2019 ore 22:40 segnala




Il silenzio fa paura,
sembra una foresta che dorme e solleva il suo petto
per spaventarci.
Il silenzio non è proprio della notte,
non germina nel buio della mente,
s'appressa alle spalle e scompiglia quel poco che rimane
della considerazione degli altri.
E così s'elemosina considerazione,
spettro di un rispetto che non c'è,
come la pretesa di guadagnar denaro senza far nulla,
o l'attenzione di una donna che ci ignora.
e quando un qualsiasi rumore esplode,
non c'è rimorso, pentimento a sporger dalle nostre labbra.
Elemosino un che di te,
un piccolo cenno che m'avvicini
al tuo cuore.
2974a39e-096d-4819-b1ee-88913beb1f70
« immagine » Il silenzio fa paura, sembra una foresta che dorme e solleva il suo petto per spaventarci. Il silenzio non è proprio della notte, non germina nel buio della mente, s'appressa alle spalle e scompiglia quel poco che rimane della considerazione degli altri. E così s'elemosina consider...
Post
03/07/2019 22:40:55
none