Caro Augusto.

07 aprile 2019 ore 07:38 segnala




Caro Augusto,
ti saluto ogni giorno quando ti passo davanti, e probabilmente pensi che voglia evitare di avere un qualsiasi contatto verbale con te, ma non è così, no, anzi.
Penso spesso a te, a quello che hai fatto, a quello che avresti potuto fare, e lo faccio con il rispetto e la riverenza che devo a un qualcuno che ammiro e rispetto.

Te ne sei andato senza quasi neanche avvisare nessuno. Di certo non era tua intenzione essere scortese, ma devo dire che mi manchi e che quello che è nato dopo la tua partenze, in Italia, non ti sarebbe piaciuto per niente.

Ovunque dilaga razzismo, intolleranza, diffidenza verso il prossimo. La corruzione è diventata uno stile di vita, il concetto di Italia, di patria un astrattismo fuori moda, le divisioni regionali e persino cittadine ingigantite da campanilismi e egoismi.

Non ci avresti creduto, vero che la tua patria sarebbe diventata questo, vero?
Sono certo che sapendolo non avresti fatto quello che ti ha portato ad andartene,
che anche tu, ti saresti imboscato in qualche sede di partito, magari in qualche consiglio di amministrazione, che alla domenica saresti andato in chiesa a mettere in pari con Dio la tua coscienza salvo poi rinchiuderti nel tuo caldo benessere e al diavolo gli altri. E' una provocazione, lo sai.
Mai saresti stato questo, lo so.

Caro Augusto
avrei voluto essere con te, quella sera, quando dietro il cimitero di Castiglione,a un tiro di schioppo da casa nostra, i fascisti ti fucilarono.
Avrei voluto essere lì, a guardarti negli occhi, a dirti che eravamo fieri di te, che quello che ti stava succedendo, ti avrebbe portato dritto nel paradiso degli eroi, e che, molti, me compreso, non ti avrebbero scordato.

Ecco, ora lo sai. Quando passo, ogni giorno, davanti alla tua lapide, ti saluto, mi segno, e questo è quanto.


Covalero Augusto, Castiglione Olona, 121° brigata d’Assalto Garibaldi “Gastone Sozzi”, caduto il 18/07/1944, fucilato



34a367b1-2113-4c5f-b3df-f8ee4e14307c
« immagine » Caro Augusto, ti saluto ogni giorno quando ti passo davanti, e probabilmente pensi che voglia evitare di avere un qualsiasi contatto verbale con te, ma non è così, no, anzi. Penso spesso a te, a quello che hai fatto, a quello che avresti potuto fare, e lo faccio con il rispetto e l...
Post
07/04/2019 07:38:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.