Elvana e Stavri.

20 gennaio 2018 ore 21:35 segnala


Quando l’uomo che avrei sposato
Venne la prima volta a casa mia,
stavo uscendo dal bagno, devastata
da angelismo e carenza. E tuttavia
lui mi guardò con occhi meravigliati
e strinse la mia mano più a lungo
di quanto facciano le persone
che si sono appena conosciute.
Non menzionò mai quel fatto.
Tuttora mi ama con amore
Fatto di lentezza, arrivi improvvisi.
Quando so che verrà,
chiudo la porta perché sia una sorpresa.
L’aprirò come fanno le spose
e le amanti. Il suo nome è:
Salvatore del mio corpo.

Adélia Prado



Aspettati il mio invecchiare amoroso, il liquefarsi del mio sguardo ai tuoi cambiamenti, si, aspettati questa fedele paura dei tuoi sbagli, degli errori, delle lacrime che verserai; sarò il fazzoletto che sempre troverai per asciugarle, e nelle tue sere buie, ricordati di quelle scarpette nuove e del mio cuore che batteva per te.
2d2a69b5-5548-4f84-84e6-9984e2fe894c
« immagine » Quando l’uomo che avrei sposato Venne la prima volta a casa mia, stavo uscendo dal bagno, devastata da angelismo e carenza. E tuttavia lui mi guardò con occhi meravigliati e strinse la mia mano più a lungo di quanto facciano le persone che si sono appena conosciute. Non menzionò mai ...
Post
20/01/2018 21:35:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. sadiesanotte 20 gennaio 2018 ore 21:38
    altri tempi luc..dolce serata
  2. luc.ariello 20 gennaio 2018 ore 21:46
    E le conto le mie
    buone serate.
    Tutte uguali
    tutte ....
  3. xspirito.liberox 20 gennaio 2018 ore 21:58
    a volte penso ...
    quando non ci saro' se qualcuno ricordera' le cose belle di me ....
    io le tue sempre ...
  4. sadiesanotte 20 gennaio 2018 ore 22:02
    idem luc...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.