I cani.

09 gennaio 2019 ore 15:36 segnala



Come due cani che timorosi dell'altrui forza, si odorano e di sottecchi si attraggono, come due anime sorde che nel luccichio della festa nulla vedono e sentono se non l'odore che in modo elettrico emaniamo: tu mi senti: il rossore delle tue guance lo dice, e nulla vedo, sento se non il frusciare di quel vestitino che si abbraccia al tuo corpo, il tuo odore, quel filo di perle che rotola sul biancore del tuo collo, la ciocca che s'ostina a carezzarti la fronte e le tue dita attrae.

Chissą se domani, qualcosa ti rimarrrą di quella magia, del mio odore, del rispetto del mio desiderio, chissą se cercherai nei gesti usuali, qualcosa che ti ricordi, l'irripetibilitą di esserci cercati, senza conoscerci, chissą se giurerai a te stessa di chieddere di piu' alla tua vita, di piu' di un semplice viverti addosso.



Baciami ancora
come se dovessi morire
e poi ancora morire,
che la tua anima
sia la saliva d'un sospiro,
l'ultimo sospiro.
Baciami



16a29143-4d7e-40f9-913d-7ae2f861d03e
« immagine » Come due cani che timorosi dell'altrui forza, si odorano e di sottecchi si attraggono, come due anime sorde che nel luccichio della festa nulla vedono e sentono se non l'odore che in modo elettrico emaniamo: tu mi senti: il rossore delle tue guance lo dice, e nulla vedo, sento se no...
Post
09/01/2019 15:36:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.