Il burqa.

03 maggio 2017 ore 09:32 segnala



C' un burqa che si porta addosso e quello quasi sempre imposto.
Poi c' un altro tipo, ed quello che si porta "dentro", e quello quasi sempre, una donna se lo infila da sola.

Tu, donna
Quando permetti che un individuo entri nella tua vita senza chiederti il permesso di farlo, stai cominciando a indossarlo.

Quando permetti che ti venga chiesto cosa fai del tuo tempo, chi ti telefona, chi colui con il quale stai parlando, dove sei stata, anche se in maniera quasi amichevole, te lo stai cucendo addosso.

A poco a poco, il tono amichevole, scomparir, i modi diverranno pi bruschi, sar una escalation graduale, la scambierai per amore e invece possesso e in quel momento capirai che il burqa, ormai c' l'hai addosso e che il toglierlo sar davvero molto pericoloso.

Non iniziare nemmeno a permettere a qualcuno di prenderti le misure:cambia sarto.
Il mondo ne pieno.
ec46c7f3-047d-4e53-b48f-fce33a03e693
immagine C' un burqa che si porta addosso e quello quasi sempre imposto. Poi c' un altro tipo, ed quello che si porta "dentro", e quello quasi sempre, una donna se lo infila da sola. Tu, donna Quando permetti che un individuo entri nella tua vita senza chiederti il permesso di farlo, ...
Post
03/05/2017 09:32:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. leggendolamano 03 maggio 2017 ore 22:06
    Siamo noi abituati a pensare che il burqa o la sua metafora siano sinonimo di oppressione. dovremmo provare anche a pensare che magari chi lo indossa lo fa per libera scelta e per propria convinzione. Si pu essere liberi anche di non essere liberi se quella una forma di libert.
    Chi siamo noi per decidere in merito alle scelte altrui?
    Ovvio che se il burqa diventa sinonimo di oppressione e prevaricazione diventa anche metafora della violenza.
  2. luc.ariello 03 maggio 2017 ore 22:09
    Chi siamo noi? Bh!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.