Le donne della primavera.

02 marzo 2019 ore 21:34 segnala


Sento il sole che s'acquieta lungo le navate,
e quell'argentinio del riso di giovane donna,
par galleggiare sulla rotondità di un raggio;
che dire..
cosa confutare a un dio d'aver pensato a loro,
alle donne della primavera,
a quel miracoleggiare con pelle e carne,
cosa?....Proprio nulla, perbacco.
E le vedi, le senti che avanzano a ondate,
e par che sappiano dove andare
forse a costruire un mito, un ideale,
a inventare storie d'amore che vivan una stagione.
E fosse questa quella stagione,
questa primavera che sa di eterno,
quel maramaldeggiare con i nostri desideri,
quel sentirsi animosamente
eterni...si,
fosse questa.


96b32451-54bf-49f2-bd27-391c16113c6c
« immagine » Sento il sole che s'acquieta lungo le navate, e quell'argentinio del riso di giovane donna, par galleggiare sulla rotondità di un raggio; che dire.. cosa confutare a un dio d'aver pensato a loro, alle donne della primavera, a quel miracoleggiare con pelle e carne, cosa?....Proprio nu...
Post
02/03/2019 21:34:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. crenabog 04 marzo 2019 ore 09:01
    un pio desiderio che meriterebbe un effettivo concreto ritorno ma il giorno che capiremo le donne sarà sempre un minuto troppo tardi, e rimarrà nell'aria lo spolverio delle loro risate
  2. luc.ariello 04 marzo 2019 ore 10:43
    E se fosse di loro tutto chiaro e comprensibile, dove sarebbe la magia della loro misteriosità? Che forse se Ulisse avesse saputo cosa c'era aldilà delle colonne sarebbe stato scritto tanto di lui?
  3. crenabog 04 marzo 2019 ore 18:12
    questo è indiscutibile, in verità

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.