Milano

29 novembre 2017 ore 22:51 segnala



Non riesce nemmeno a piangere sue lacrime, ma si appropria di pianti di anime estranee che la popolano e poi, la amano. Il suo cielo e' quello del mondo, ormai, e poco resta di quei cortili, di quelle ringhiere, di quei bagni con le turche, e una lamiera per tetto.
Milano sa' esser sporca e fulgida nella sua immensa ricchezza, non dice no, a nessuno e ogni volta esser suo figlio, amante, e traditore.
Io l'amo con rispetto e paura, ma da lei torno ogni volta che qualcosa voglio scordare, lei aspetta me e mille come me: il suo ansito e' lo stesso di mille anni fa: muore ogni sera per la gioia di rinascere al mattino,....ogni mattino.
Immensa e tragica Milano, come me vorresti solo morire con onore, ma ti tocca vivere per la vita di altri.
02711de7-2b1f-49bc-8bdb-d49b9ec088da
immagine Non riesce nemmeno a piangere sue lacrime, ma si appropria di pianti di anime estranee che la popolano e poi, la amano. Il suo cielo e' quello del mondo, ormai, e poco resta di quei cortili, di quelle ringhiere, di quei bagni con le turche, e una lamiera per tetto. Milano sa' esser sp...
Post
29/11/2017 22:51:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.