Nessuno ti ama quando sei giu'.

06 dicembre 2018 ore 18:00 segnala


...e quando il tuo sole smette di splendere,
senti le ossa che scrocchiano, gemono,
e quando l'unica tua luce è quella del lampione
sotto casa,
e quando anche le lacrime sono un greto in secca,
ecco che allora,
nessuno ti ama,
nessuno tocca i tuoi pensieri
quasi fosse lebbra
la tua malia.
Nessuno pensa al dolore di qualcuno
a meno che non sia il proprio,
a meno che la bottiglia quasi vuota,
non sia la propria.
Nessun barista accetta che tu paghi la sbornia
con la tua
disperazione,
sappilo.



db6065d4-d8e6-47eb-9e7a-3f9fa5b620fc
« immagine » ...e quando il tuo sole smette di splendere, senti le ossa che scrocchiano, gemono, e quando l'unica tua luce è quella del lampione sotto casa, e quando anche le lacrime sono un greto in secca, ecco che allora, nessuno ti ama, nessuno tocca i tuoi pensieri quasi fosse lebbra la tua...
Post
06/12/2018 18:00:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. Luce0scura 06 dicembre 2018 ore 23:49
    Se mi permetti di dire la mia, io credo che al giorno d'oggi ciò che manca di più nelle persone sia l'intelligenza emotiva, ossia quella capacità non solo di riconoscere e gestire le proprie emozioni, ma soprattutto quelle altrui... Al giorno d'oggi io credo che le persone, per la grandissima parte, l'unico amore che sono in grado di provare, sia quello per se stessi; ed il creare un legame con un'altra persona, non è legato alla volontà di voler donare amore a chi ci sta accanto ma, più egoisticamente, è legato al voler riempire i propri vuoti interiori.. E ciò lo si riscontra nell'incapacità di ascolto verso il prossimo, anteponendo le proprie esigenze e le proprie visioni a quelle di chi abbiamo vicino... Ma tutto ciò non può essere amore, ed onestamente, con il passare del tempo, inizio a nutrire anche qualche dubbio che l'essere umano possa riuscire a dare amore incondizionato, riuscendo ad anteporre il bene della persona a cui vuole bene al proprio (questo tipo di amore incondizionato, seppur in una forma diversa, ad oggi, l'ho visto solo donare da parte dei cani, purtroppo)... Ti auguro una buona serata, Luc.ariello...
  2. luc.ariello 07 dicembre 2018 ore 10:23
    L'amore che provo per me stesso non è voluto; è intuitivo e spontaneo.
    So che tutto diverrà abitudine e quando qualcuno/a rovista nei miei cassetti, mi ritrovo a guardare non i suoi occhi, ma le sue mani.
    Posso vivere parlando d'amore quasi fosse il respiro della terra: una cosa naturale.
    Non credo di poter vivere d'amore, di sapere che ciò che faccio, penso, dico sia subordinato a quanto tutto ciò rende felice o infelice, qualcuno.
    Ma il pensare a una ipotetica lei mi riempie, e ciò mi basta e avanza.
    Si, il mio pensiero dominante è proprio questo:

    Quando ti vedo rovistare nei miei cassetti, non sono i tuoi occhi che guardo, ma le tue mani
    .

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.