Sapore di pelle.

07 ottobre 2018 ore 07:41 segnala




Erano pochi centimetri, un insieme di piccole rughe,
era un sapore di sale,
di sere di desiderio,
quella tua pelle da bambina,
s'abbruniva sotto la delicatezza del mio tocco.
Avrei voluto bere quel tuo merletto rosa,
e diventar parte di esso, del suo sapore,
avrei voluto stringer con forza e cancellar ogni ruga,
mai il nostro morir di noi scese a compromessi
e annegammo in un mare di sesso.
Il sapore della tua pelle non era cambiato, no,
era lo stesso di secoli addietro
e fui felice di ciò:
non avrei voluto un te che non fosse
te.


4aec5f39-193c-4dbf-95e5-6ad55762ae17
« immagine » Erano pochi centimetri, un insieme di piccole rughe, era un sapore di sale, di sere di desiderio, quella tua pelle da bambina, s'abbruniva sotto la delicatezza del mio tocco. Avrei voluto bere quel tuo merletto rosa, e diventar parte di esso, del suo sapore, avrei voluto stringer ...
Post
07/10/2018 07:41:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. biliana 07 ottobre 2018 ore 12:10
    Meravigliosa poesia, come sempre...

    ma anche la canzone,.. quanto tempo non ho sentito queste magiche parole
    Je t'aime je t'aimeuna
    canzone stupenda, una pietra miliare verso la fine del '60 ,.. non è quello che la gente pensa solo della connotazione sessuale della canzone ,che è più che esplicito, ma e del bello e meraviglioso arrangiamento che la musica ha sia ... le voci dei Gansbourg come per dare Jane il punto più alto della canzone...

    fantastico caro luca (L)
  2. luc.ariello 07 ottobre 2018 ore 12:17
    mercì madame

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.