Tempus fugit.

06 luglio 2018 ore 16:37 segnala




Avevo ancora molto da dirti,
volevo che sentissi il rumore del mio tempo
che passa,
t'avrei detto che ricordavo il tuo riso, il tuo vestitino,
le corse nei cortili, l'eco delle nostre grida
lÓ sulle scale,
volevo raccontarti di quando dissi d'amarti
pur non sapendo cosa volesse dire.
Volevo chiuder gli occhi sul ricordo di quei pomeriggi
di quelle urla delle madri che impietosamente
ci dividevano.
Ma il tempo passa,
e la paura di restar soli,
ci ha dato una vita che, allora,
non avremmo voluto vivere.
Avevo ancora molto da dirti,
te lo dir˛
in un'altra vita.



5073b4e6-89b7-4744-9337-fe1935eedc49
ź immagine ╗ Avevo ancora molto da dirti, volevo che sentissi il rumore del mio tempo che passa, t'avrei detto che ricordavo il tuo riso, il tuo vestitino, le corse nei cortili, l'eco delle nostre grida lÓ sulle scale, volevo raccontarti di quando dissi d'amarti pur non sapendo cosa volesse di...
Post
06/07/2018 16:37:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. s.hela 06 luglio 2018 ore 17:44

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.