Ti amo e ti odio.

09 dicembre 2019 ore 21:41 segnala





Il complesso di Brunilde.

Il complesso di Brunilde consiste appunto nella tendenza femminile ad ingigantire le qualità e le doti del partner durante la fase di corteggiamento e di innamoramento, quando poi subentra la stabilità emotiva, con un fidanzamento, uno sposalizio o comunque una condizione di stabilità, chi patisce tale complesso cambia completamente atteggiamento, passando alla denigrazione totale della persona del compagno, del fidanzato o del marito in maniera del tutto acritica, infondata ed immotivata.

Quello che avviene è una deformazione ottica, nella visione personale, nel metro valutativo di alcune ragazze o donne.

Il complesso presuppone che non ci sia alcuna colpevolezza del partner che con azioni o comportamenti ha indotto un diverso giudizio ed una nuova critica valutativa che nel tempo precedente non poteva essere espressa.

Il partner dunque non ha alcuna responsabilità ma si trova ad essere l’oggetto di un amore che lo venera e lo adora in maniera spropositata per passare ad essere la mira di un odio atroce.


06c94112-560c-4cef-81a6-b03370579b56
« immagine » Il complesso di Brunilde. Il complesso di Brunilde consiste appunto nella tendenza femminile ad ingigantire le qualità e le doti del partner durante la fase di corteggiamento e di innamoramento, quando poi subentra la stabilità emotiva, con un fidanzamento, uno sposalizio o comun...
Post
09/12/2019 21:41:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. crenabog 03 gennaio 2020 ore 18:15
    questo mi ha riportato alla mente il caso di un mio antico amico che faceva il dj in una radio privata, tipo hippye che viveva allo sbrago più totale ed aveva una compagna, anche lei nella radio privata, e due figli. ora, lui continuava a stare con lei perchè si sentiva libero non avendola sposata, lei continuava a stare con lui perchè aveva paura che non avendola sposata la lasciasse. immagino che fosse la combinazione perfetta, per mantenere la giusta tensione, l'emozione del precario, la sessualità continua goduta da lui nella libertà e data da lei per tenerselo. mah. personalmente sto con mia moglie da trentadue anni, appena sposati ha dimostrato di fregarsene totalmente sia del mio scrivere che del mio disegnare, facendomi crollare completamente e tarpandomi le ali artistiche fino al midollo. e vogliamo quantificare sulle dita di una mano di un monco i rapporti che abbiamo in un anno? va be'. la vita è bella perchè è varia, ma a volte mi piacerebbe come Fantozzi, iscrivermi all'albo degli "altri" e vedere come sarebbe potuta essere...
  2. luc.ariello 03 gennaio 2020 ore 21:31
    Nemo propheta in patria
    Una cosa, per capirne il valore, devi perderla.
  3. crenabog 03 gennaio 2020 ore 21:51
    Sapessi quante cose ho perso nella vita... Ho perso pure il conto!
  4. luc.ariello 03 gennaio 2020 ore 21:53
    Benvenuto nel club.
    Ricordiamo ciò che perdemmo,
    mai ciò che trovammo.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.