XXXXXX 35 - Della fatica d'amar te.

30 maggio 2018 ore 21:28 segnala


Posso esse te, ombra di ombra, posso aggiunger rumore a rumore, imitar il tuo passo, lo scalpiccio,il fruscio della tua gonna, il tuo sorriso al giornalaio, il tuo magone che dilaga nell'ascoltar una canzone.
Posso irridere il disprezzo di chi non ama come me, la noncuranza di chi non vuole ascoltare, posso questo ed altro, e a sera raccoglier tutto in poche righe, tacitar il cuore e pensare a te, a come sarai domani,....perché lo so che domani sarai un'altra cosa, un altro colore, un altro amore.

Amarti, e' una fatica, un immane, cruda agonia,
amarti, è un'ispezione di tutti i respiri,
un centellinare piccoli tocchi, e lacrime d'incanto.
Amarti, e' un inventarti come il cangiar di stagione,
un attaccamento a un vecchio pastrano,
un crudo sapore d'addio.
Eccoti inventata, amata mia.


e gli attimi si sovrappongono ad attimi, sicchè il tempo par una costruzione, una esile tela a maglie larghe, una promessa che dietro a quell'angolo, quello in fondo alla via, ci sia, ancor prima di vederti, il profumo del colore dei tuoi capelli.

Abbi di me,
fame,
cercami, sempre, anche quando
non hai di me
bisogno:
la mia anima
lo ricorderà.
Cercami

4ed9343e-0409-4fa7-adf3-b242912e3d53
« immagine » Posso esse te, ombra di ombra, posso aggiunger rumore a rumore, imitar il tuo passo, lo scalpiccio,il fruscio della tua gonna, il tuo sorriso al giornalaio, il tuo magone che dilaga nell'ascoltar una canzone. Posso irridere il disprezzo di chi non ama come me, la noncuranza di chi no...
Post
30/05/2018 21:28:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Commenti

  1. R.ocknRolla 31 maggio 2018 ore 00:14
    Struggente poesia e Jeff, connubio perfetto di amore e sofferenza dell'addio.
  2. luc.ariello 31 maggio 2018 ore 12:08
    Grazie

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.