Nel cuore, l'antica innocenza...

27 novembre 2018 ore 02:31 segnala



Ricordi quando da bambino
ogni scoperta era un'emozione in grado di toccare la mente ed il cuore?
Quei cieli immensi, la notte e le stelle con tutti i desideri sussurrati al vento,
nei tuoi sogni navigavano sul mare dell'anima
Cosa ne è rimasto di quel mondo ora, tra le terre aride di questo deserto?
Un giorno ti dissero che diventare grande comportava l'abbandono di ciò che eri;
via quindi quei sogni, le emozioni per le piccole cose e quella fantasia
racchiusa nei pennarelli con cui ti divertivi a colorare il mondo
Ed ora, in te e in loro, solo il grigiore riversato negli occhi degli sconfitti,
smarriti in questa realtà che non sa credere a nient'altro che alla forza
Dove il gioire con le persone care porta meno piacere,
ma la derisione e sottomissione del più debole produce sempre malsano compiacimento
Nella notte oscura, alzi gli occhi al cielo della tempesta e ne scorgi le crepe:
le stelle si sono perse nell'oblio di questo tempo insieme ai tuoi desideri
Un'accecante luce e poi il rumore del tuono, ed ora il cielo si è frantumato:
gocce di pioggia cadono sulle vie solitarie di questa terra assetata
Puoi ancora credere all'innocenza di quel tempo,
quando il pianto sapeva tramutarsi in sorriso?
Lontano dalla strada che conduce alla distruzione di te stesso,
chiudi gli occhi ed apri di nuovo la mente per tornare a quell'antichità
In quel cuore che hai dimenticato di avere, e che vive e batte nell'oscurità,
giacciono ancora gli orizzonti del bambino che mai smise di sognare

- Luce0scura -




90efb296-c4dd-45d9-9175-49b537261b64
« immagine » Riesci ancora a ricordare quando da bambino ogni cosa era un'emozione in grado di toccare la mente ed il cuore? Quei cieli immensi, la notte e le stelle con tutti i desideri sussurrati al vento, nei tuoi sogni erano in grado di navigare sul mare dell'anima Cosa ne è rimasto di quel mo...
Post
27/11/2018 02:31:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    13

Commenti

  1. ombra.dargento 27 novembre 2018 ore 22:13
    l'innocenza, tradita dalla cattiveria di chi se n'infischiava della mia sofferenza, svanì ben presto. non si può provare sulla propria pelle il dolore di un insetto torturato, di un gattino o di un bimbo "diverso" preso a calci, di un cerbiatto che piange la madre assassinata e rimanere innocente. non smisi però di sognare, né allora né mai... sbriciolai fragili desideri di cristallo, difesi fortemente mete irraggiungibili e colsi sogni realizzati e il loro lascito di lacrime di fatica e di gioia. l'innocenza di allora è la dignità d'oggi, di domani, per sempre.

    sai trasmettere e ricevere... sei merce rara Luce0scura :)
  2. Luce0scura 27 novembre 2018 ore 23:31
    Grazie mille per il tuo commento Ombra.dargento, ma soprattutto grazie per il complimento che mi hai fatto... Detto da una persona come te fa davvero molto piacere.. Ti auguro una buona serata... :-)
  3. EtruscanLady 29 novembre 2018 ore 15:14
    Quanta nostalgia in questo bellissimo scritto, nostalgia di quel passato ebbro di vita ancora tutta da vivere, quella vita ormai in gran parte almeno per me già vissuta ma i sogni no, quelli non avranno fine fino alla fine dei giorni che ancora mi aspettano.
    :rosa
  4. Luce0scura 29 novembre 2018 ore 19:11
    @EtruscanLady E' essenziale non smettere mai di credere ai propri sogni, per non rassegnarsi al grigiore di cui ci circondiamo crescendo... E in questo bisognerebbe imparare dai più piccoli, che sanno comprendere il significato della vita più di quanto possiamo fare noi grandi.. Grazie del tuo passaggio, ti auguro una buona serata :-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.