...

01 febbraio 2016 ore 13:14 segnala
Lo amo
perché se io sono nervosa,
lui trova un modo
per farmi stare bene.
Una parola,
una frase,
una battuta.
Una volta, un'amica mi chiese:
"Come fai a sapere
che è una storia seria?"
Ho risposto:
"Perché come rido con lui,
non rido con nessuno..."
D'altronde,
se ci si riflette bene,
si è più indifesi nella gioia
che nella tristezza.
Se versi lacrime,
sei già dentro il dolore,
ma la felicità
è l'attimo potenziale
che contiene l'afflizione.
La gioia è sempre in bilico
sulla malinconia:
è fragile
come la mano di un bambino;
è disarmata
come gli occhi
che guardano il sole;
è leggera
come le ali di una farfalla.
Basta un soffio
che svanisce,
basta un sussulto
che cade giù,
basta una parola
che si perde per strada...
Per questo,
chi è allegro
ha tutto da perdere:
perché non c'è niente
di più vicino al dolore
della felicità.
Bisogna proteggere l'allegria,
metterla nelle mani giuste.
Perché chi non rispetta
la tua gioia,
non si farà scrupolo
di trasformarla in pianto.
Amare è
voce del verbo
"Custodire
i sorrisi"
finché arriva domani
e io,
da quando sto con lui,
ho capito che,
se ami,
"domani"
è tutta la vita...

436bf0af-71db-44aa-b40d-e670dbc29fb4
Lo amo perché se io sono nervosa, lui trova un modo per farmi stare bene. Una parola, una frase, una battuta. Una volta, un'amica mi chiese: "Come fai a sapere che è una storia seria?" Ho risposto: "Perché come rido con lui, non rido con nessuno..." D'altronde, se ci si riflette bene, si è più...
Post
01/02/2016 13:14:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.