DOBBIAME SMETTERLA DI LAMENTARCI

05 settembre 2016 ore 21:15 segnala
iSpesso alcune persone si lamentano di cose futili: del barista che gli ha servito il cappuccino troppo freddo o del solito furbetto che in posta ha saltato la fila.
Altre criticano astiosamente tutto quello che hanno: la loro cSaa è troppo piccola, il loro lavoro poco gratificante, l'auto troppo vetusta.
Altre ancora passano le giornate ad invidiare i colleghi, gli amici, i vicini di casa: per loro tutti sono piu' fortunati, piu' belli, piu' ricchi.
Le persono trascorrono le loro giornate tra lamentele e noia per piccoli contrattempi e si dimenticano di possedere il bene piu' prezioso e che non tutti hanno: la salute.
Avete mai provato a pensare, anche solo per un istante,ad immaginare come cambbierebbe la vostra vita, se vi fosse diagnosticato un male incurabile? Che cosa fareste? Quali sarebbero le vostre priorità di li in poi?
Eppure ogni giorno nel mondo a molte persone viene diagnosticata una malattia grave, perchè incurabile, perchè invalidante ed improvvisamente la loro vita diviene un'altra.
Non possono piu' disporre del loro tempo, fare progetti, sognare un futuro migliore, perchè nessuno, nemmeno il medico piu' preparato su questa terra è in grado di stabilire con certezza la quantità dei giorni che restano loro da vivere.
Avete mai provato ad immaginare che cosa si sente la sera, quando si spegne la luce, dopo avere baciato il vostro bambino, poco prima di addormentarvi accanto alla persona, che magari solo qualche giorno prima criticavate, cosa si prova a non sapere se l'indomani potrete vedere ancora il sole, il mare, i visi di chi vi è caro, godere di un bacio o di un abbraccio?
Avete mai sentito sul cuore la pesantezza, la frustrazione di dovere lasciare un genitore bisognoso, un figlio piccolo, un parente disabile, di non potervi piu occupare di lui, perchè non avete forze ed energie sufficienti e nemmeno tempo per farlo, a pensare ogni giorno che dovrete andarvene e che quelle persone, per cui voi prima eravate tutto, adesso per quel male che vi affligge, diventerete niente?
Avete mai sentito la paura attanagliarvi lo stomaco o avete mai dovuto leggere la tristezza infinita negli occhi di chi vi ama e sa che dovra' perdervi?
Dovreste provare solo per un attimo tutte queste cose insieme, in un solo giorno, per rendervi conto che le lamentele, le invidie, le cattiverie, i pensieri negativi sono il nulla al cospetto della malattia, al dover convivere con qualcosa che lavora incessantemente dentro di voi e contro di voi,al dovere accettare le terapie invasive, le indagini mediche continue, le menomazioni, la paura, il sentirsi soli e stanchi contro qualcosa che non avra' un lieto fine.
Dovremmo imparare tutti a non sprecare cio' che di bello la vita ci riserva, perchè mentre ci lamentamo, in quel preciso istante qualquno sta morendo e qualcun altro sta incominciando a farlo
51a6960c-b1ee-4eae-bab1-50bae1bd320c
iSpesso alcune persone si lamentano di cose futili: del barista che gli ha servito il cappuccino troppo freddo o del solito furbetto che in posta ha saltato la fila. Altre criticano astiosamente tutto quello che hanno: la loro cSaa è troppo piccola, il loro lavoro poco gratificante, l'auto troppo...
Post
05/09/2016 21:15:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    24
  • commenti
    comment
    Comment
    18

BALLATA DEL CUORE

11 agosto 2016 ore 20:48 segnala
BALLA SCALZA

PER ROMPERE LE CATENE DEI PREGIUDIZI CHE NON TI APPARTENGONO.

BALLA SCALZA PER QUESTO AMORE CHE NON POTRA' MAI ESSERE LIBERO.

URLA LA TUA RABBIA AL VENTO, LASCIA CHE LA TEMPESTA CONDUCA LE TUE PAROLE NEL VENTO.

RIEMPITI DI CALORE INFINITI E DI LUCE FATTI AVVOLGERE.

BALLA SCALZA E NON VERGOGNARTI DEL DESIDERIO CHE TI CONSUMA DENTRO, DELLA BRAMOSIA DI AVERLO.

LASCIA CHE IL TUO CUORE POSSA GALOPPARE LE EMOZIONI, RISCALDARSI AL TEPORE DEL SOLE E SCIOGLIERSI IN ABBRACCI FUGACI, MA VERI.

BALLA SCALZA CONTRO LE INTEMPERIE DELLA VITA E LE PAROLE NON DETTE, LE EMOZIONI NEGATE, I DESIDERI INESPRESSI.

SEI FUOCO VIVO IN CUI SI CULLANO I SOGNI.

BALLA SCALZA PICCOLA STREGA DELL'EST
27fb73fb-c2af-4cf6-89cb-4ad2dd993489
BALLA SCALZA PER ROMPERE LE CATENE DEI PREGIUDIZI CHE NON TI APPARTENGONO. BALLA SCALZA PER QUESTO AMORE CHE NON POTRA' MAI ESSERE LIBERO. URLA LA TUA RABBIA AL VENTO, LASCIA CHE LA TEMPESTA CONDUCA LE TUE PAROLE NEL VENTO. RIEMPITI DI CALORE INFINITI E DI LUCE FATTI AVVOLGERE. BALLA SCALZA E...
Post
11/08/2016 20:48:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    3

TU CREDI?????

10 agosto 2016 ore 01:27 segnala


color=#ff0000Credi che Io e Te potremmo passeggiare ai Fori Imperiali al tramonto, mentre il cielo si tinge di mille sfumature rosate e il sole va a dormire?
Credi che potrei, passeggiando, abbracciarti talmente forte, da scambiarci la pelle?
E dimmi, credi che potrei perdermi nei tuoi occhi, mentre ti ascolto in silenzio parlarmi della tua vita?
Credi che potremmo rincorrerci per ore per le vie deserte di Roma, facendo a gavettoni e poi, bagnati come pulcini, stenderci al sole in Piazza Navona?
Credi che potremmo stare in una stanza soli io e te, guardandoci, ma soprattutto rincorrendoci attorno al letto, per fare a cuscinate?
Credi che potrei percorrere ogni centimetro della tua pelle con i miei occhi, per imprimermi nella mente e nel cuore ogni particolare di te??
Credi che potremmo stare seduti in un qualsiasi bar del centro, uno di fronte all'altro, sorseggiando un caffè, spogliati delle nostre paure???
E dimmi, tu credi veramente, che due persone possano appartenersi, condividere emozioni, scambiarsi sogni e poi tornare alla propria vita e farsela bastare?
E per finire, tu dimmi sinceramente, perchè è a te che lo sto scrivendo, credi che si possa ricamare su una tela o dipingere in un quadro la nost
ra storia rubata???
9070478d-7e6d-452c-9c6d-105056b82148
color=#ff0000Credi che Io e Te potremmo passeggiare ai Fori Imperiali al tramonto, mentre il cielo si tinge di mille sfumature rosate e il sole va a dormire? Credi che potrei, passeggiando, abbracciarti talmente forte, da scambiarci la pelle? E dimmi, credi che potrei perdermi nei tuoi occhi,...
Post
10/08/2016 01:27:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10
  • commenti
    comment
    Comment
    5

A MARCO

29 luglio 2016 ore 21:06 segnala
Amore mio bello,
un altro anno senza TE è passato e solo il cielo sa quanto mi sei mancato.
Ma sono stata forte sai? Ho combattuto tutte le battaglie, che la vita mi ha posto davanti, ho studiato, ho migliorato, ho provato di essere sempre piu' brava e paziente nel mio lavoro.
E quando, a volte, mi sono sentita stanca e disillusa, mi sono fermata e ho provato a sentire con il cuore e con la pancia, esattamente come avresti fatto tu. E non mi sono pentita di nulla.
Ho anche provato ad innamorarmi, ci ero quasi riuscita, ma poi lui si è rivelato un uomo insulso, possessivo ed arrogante, esattamente quello che tu non eri e allora ho preferito volare via....Meglio restare soli, che accontentarsi, me lo dicevi sempre tu.
E poi c'è LUI, la mia gioa, il regalo piu' prezioso che mi hai fatto....
Cammina per casa con il tuo stesso incedere, è dolce, è paziente, è riflessivo.
Se solo penso a quanto è stata crudele la vita con Lui...
Oggi è uscito con la moto e fintanto che non è tornato, sono stata con il cuore in tumulto, ma non posso e non devo impedirgli di vivere la sua vita, solo perchè ti ho perso!!!!!!!
Buon Compleanno Marco amore mio...ti amero' per sempre. La tua Luna
4f96839c-19ee-4273-b6e9-57bd3d1ddecb
Amore mio bello, un altro anno senza TE è passato e solo il cielo sa quanto mi sei mancato. Ma sono stata forte sai? Ho combattuto tutte le battaglie, che la vita mi ha posto davanti, ho studiato, ho migliorato, ho provato di essere sempre piu' brava e paziente nel mio lavoro. E quando, a volte, mi...
Post
29/07/2016 21:06:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    5

QUELLO CHE LE DONNE NON DICONO

17 luglio 2016 ore 17:02 segnala


C'era una NON STORIA tra di noi.
Una di quelle storie che nascono per caso, quando non cerchi niente e nessuno.
E così come è nata, questa storia se ne è andata via.
Era una NON STORIA piena di cagate, di risate inutili, per ammazzare il tempo.
Dovrei odiarti per quello che mi hai fatto, spaccati la faccia a pugni, dartele a piene mani.
Ma non ci riesco. E non ci riesco non perchè ancora provo qualcosa per te, piuttosto perchè io non so odiare, non so essere rancorosa, ma dovrei imparare a farlo, per proteggermi da quelli come te che fingono come belve fameliche.
Mi hai riempito la vita di bugie, mi hai logorato con la tua gelosia assurda, in nome di che cosa?
In nome di una NON STORIA. In nome di una NON STORIA per cui non ci sarà mai un lieto fine.
Quante volte abbiamo litigato e sono volate parole grosse? Infinite volte e ogni volta il mio cuore diventava sempre piu' duro.
E ora che su questa NON STORIA da due settimane è calato il silenzio, che è calato il sipario su questo psicodramma esistenziale , perchè continui a insistere con le tue bugie???
l'unica cosa che dovresti fare è CHIEDERE SCUSA e scomparire dalla mia vista ...
Solo così saresti un vero uomo.
Addio Angelo, Daniele, Fabio........Marco ecc ecc
c82f1577-e0e8-4fec-aded-2c41d95eca76
C'era una NON STORIA tra di noi. Una di quelle storie che nascono per caso, quando non cerchi niente e nessuno. E così come è nata, questa storia se ne è andata via. Era una NON STORIA piena di cagate, di risate inutili, per ammazzare il tempo. Dovrei odiarti per quello che mi hai fatto, spaccati...
Post
17/07/2016 17:02:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    1

LETTERA A MIO FIGLIO

28 maggio 2016 ore 03:46 segnala
Caro Leo,
un figlio non è tuo figlio solo quando lo metti al mondo.
Un figlio incomincia ad essere tuo figlio nel momento in cui pensi di concepirlo, in cui ancora non sai che colore avranno i suoi occhi ed i suoi capelli.
Un figlio nasce nell'immaginazione di una donna che lo desidera intensamente, prende forma nel suo desiderio mentale e poi oltre il cuore.
Un figlio fa parte di un disegno, di un progetto d'amore che condividi con l'uomo che ti sta accanto.
E tu Leo ultimamente stai dentro ogni mio pensiero, da quando ho conosciuto tuo padre.
La notte quando non riesco a dormire, perchè i pensieri sono tanti e tuo padre è in missione, rimango a guardare il soffitto e a pensare alle cose che ti diro' quando nascerai fisicamente.
Ti racconterò la bella storia d'amore che ci ha visti protagonisti me e tuo padre.
Ti racconterò di me, del dolore di cui è stata costellata la mia vita negli anni passati, del mio lavoro, dei miei Pazienti e dei miei sogni.
Ti narrero' di tuo padre, del suo lavoro che lo porta lontano da casa per tanti mesi all'anno, dei sui ideali e della sua onestà.
Leo, piccolo mio, non devi avere paura di affrontare il mondo, perché io e tuo padre siamo persone con dei valori e sono sicura che riusciremo a trasmetterteli.
Io voglio per te una vera famiglia amore mio, una famiglia schietta in cui nulla ti sarà nascosto, perchè devi diventre grande e forte e coraggioso come tuo padre.
Ecco vorrei che fossi come Lui, figlio mio, uno che si mette in gioco ogni giorno anche a costo di rischiare la vita per quello in cui crede.
Leo ti insegneremo a vivere, giorno dopo giorno, ti aiuteremo a diventare grande, ma soprattutto vorremo che tu cresca libero di scegliere la tua strada; non dovrai mai avere paura di dirci le cose, non saranno ammesse le bugie, ricordatelo sempre.
E poi vorrei che avessi i miei stessi occhi chiari e il mio stesso amore per la vita, quell'amore che metto ogni giorno nel mio lavoro.
Leo tu adesso sei solo luce nella mia mente, eppure così vivo, ma un giorno per l'amore di tuo padre e mio, avrai anche un corpo, un cuore ed un' anima e quel giorno, quando ti stringerò a me e vedrò tuo padre impazzire, sarà davvero il giorno più bello e dolce della mia vita.
Perchè un figlio, nasce molto prima di averlo concepito, nella mente di una mamma che lo desidera tanto.
e675b1c9-9558-4342-bc1a-64d7b5c4b2bb
Caro Leo, un figlio non è tuo figlio solo quando lo metti al mondo. Un figlio incomincia ad essere tuo figlio nel momento in cui pensi di concepirlo, in cui ancora non sai che colore avranno i suoi occhi ed i suoi capelli. Un figlio nasce nell'immaginazione di una donna che lo desidera...
Post
28/05/2016 03:46:08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    4

LE REGOLE PER FARE FUNZIONARE UNA RELAZIONE A DISTANZA

09 maggio 2016 ore 15:06 segnala
E' importante precisare che una relazione a distanza non è meno significativa di una relazione che non lo è, perché chi la vive si impegna a scegliere ogni giorno l'altra persona, esattamente come succede fra due che si frequentano ogni giorno.
Quindi occorre sfatare il mito, che due persone che si amano a distanza, sono meno interessate una all'altra, rispetto a chi si vive ogni giorno: si vive a distanza, non perché lo si desideri, bensì perché si è obbligati a farlo per motivi contingenti (studio, lavoro, problemi di famiglia ecc).
Non tutte le tipologie di persone sono in grado di vivere una relazione a distanza e tale tipologia di relazione é vivamente sconsigliata alle persone che sono molto dipendenti dall'altro, che hanno scarsa autonomia decisionale, che hanno poche amicizie e che amano programmare la propria vita, piuttosto che viverla come viene giorno dopo giorno.
Chiarito questo quali sono le regole basilari affinché una relazione a distanza si instauri e possa funzionare felicemente per lungo tempo?
REGOLA NUMERO UNO) ESSERE SINCERI: la sincerità dovrebbe essere alla base di ogni relazione. Nella relazione a distanza è richiesto di esserlo a maggiore ragione, poiché non vedendosi tutti i giorni, se non si è sinceri, si possono innescare delle situazioni-bomba, che poi non siamo in gradi di chiarire.
REGOLA NUMERO DUE) FIDARSI DELL'ALTRO: anche la fiducia sta alla base del rapporto amoroso. La fiducia è quello stato d'animo che ci permette di non essere gelose del nostro/nostra partner e si accompagna sempre ad una buona dose di autostima. Il pensiero positivo che dobbiamo esprimere ogni giorno a noi stessi è il seguente: io amo questa persona e proprio perché la amo desidero principalmente il suo bene e la sua felicità. Sono consapevole che la persona che mi ama, non farà mai nulla per turbare la nostra relazione e se anche succedesse avrebbe il coraggio di dirmelo. So che la persona che mi ama tiene a me. Questo pensiero positivo da un punto di vista pratico si esplica nella capacità che abbiamo di credere in noi stessi e nell'altro, di credere nella storia in cui siamo immersi, per cui evitiamo tutti quei comportamenti e quei pensieri distorti che la storia ce la avvelenano a lungo andare: se lui /lei non chiama non è detto che non ci pensa, piuttosto sara' impegnato/a nel lavoro, nello studio; se esce con un amico/amica non ci finirà necessariamente a letto, perché ci ama e da noi riceve tutto quello che gli serve per essere felice e soprattutto evitiamo di farci delle seghe mentali, concedetemi il termine, quando sappiano benissimo che non appena ci vedremo o ci sentiremo la nostra dolce metà di spiegherà come è andata la sua giornata. Dobbiamo ricordare sempre che la nostra storia è unica, che noi siamo unici e che amare una persona non significa privarla della propria libertà, impedirle di fare le cose che le piacciono: si può stare insieme anche se non si è vicini fisicamente, quando ci si impegna a farsi stare bene l'un l'altro.
REGOLA TRE) NON DARE L'ALTRO PER SCONTATO: una relazione è come una pianta, che per germogliare e crescere ha bisogno di a acqua, ossigeno e luce. Concediamo all'altra persona i suoi spazi, capiamo i suoi silenzi e facciamogli sentire di esserci sempre nei momenti no. Se la nostra dolce metà ha un problema e non ne vuole parlare non assilliamolo/a con inutili domande; se vuole stare da solo/a rispettiamo la sua scelta: non lo sta facendo perchè ci ama di meno, piuttosto perché ha bisogno di ragionare su quello che gli sta capitando; in questi casi basta fare capire all'altro che noi ci siamo, che lo capiamo e che gli siamo vicini.
REGOLA QUATTRO: MANTENERE ALTA LA TENSIONE SESSUALE: vivendo a distanza e non potendo baciarsi, toccarsi e fare l'amore ogni giorno è importantissimo tenere alta la tensione erotica ed il desiderio fra i due componenti della coppia, cosa difficilissima da attuare. Non c'è niente di male nel confidarsi telefonicamente o via sms che si ha desiderio dell'altro, nel dirsi che cosa ci si farebbe a vicenda in quel momento e nei momenti in cui ci si rivedra', raccontarsi un sogno erotico che abbiamo fatto.
REGOLA CINQUE: NON ASCOLTARE PARENTI, CONOSCENTI, AMICI, COLLEGHI CHE SI ESPRIMONO SULLA NOSTRA RELAZIONE: premesso che non bisogna mai ascoltare i consigli di terzi circa la nostra vita, diventa di fondamentale importanza non ascoltarli mai circa la nostra relazione a distanza. Gli amici, i parenti, i colleghi e i conoscenti non sono nella nostra relazione, non la vivono, non partecipano alle nostre aspettative e alle nostre delusioni. Non lasciamo che persone che non conoscono la nostra storia possano metterci nella mente dei dubbi assurdi, non decidiamo nulla che riguarda la nostra relazione, se non parlandone con la nostra dolce metà. Molto spesso le persone amano dare consigli in campo amoroso, perchè hanno subito loro per prime delle delusioni e sono anche inconsapevolmente gelosi della nostra felicità. Ricordiamoci sempre che nella nostra storia ci siamo noi e la nostra metà e non ci sono gli altri.
REGOLA SEI: AMARE, AMARE, AMARE, AMARE SENZA PENSARE A NULLA: questa regola si applica a tutte le tipologie di relazione. Ci vuole un grandissimo coraggio ad amare davvero, ad amare l'altra persona senza secondi fini, solo per il gusto di amarla. Ci sono persone che nell'altro/a cercano conferme alle loro mancanze, questo non è vero amore. Il vero amore è quello che non chiede nulla, che non fa domande e che vuole solo il bene dell'amato.
Ed infine una regola basilare che vale per tutte le relazioni a distanza o meno, insegnatami direttamente da mia nonna:
QUANDO CREDI DI AMARE QUALCUNO, NON FARE I SALTI MORTALI PER QUELLA PERSONA, NON SFIANCARTI NEL RINCORRERLA E NON SENTIRTI DELUSO SE QUELLA PERSONA NON CORRISPONDE IL TUO DESIDERIO DI AMORE, PERCH' E' GIA' TUTTO SCRITTO QUANDO NASCIAMO: SE QUELLA PERSONA E' DESTINATA AD ESSERE NELLA TUA VITA CI SARA', SE INVECE NON LO NON NE FARA' PARTE E BASTA, quindi è inutile crucciarsi per un qualcosa che il destino non ha voluto concederci.
f66b37c0-1c09-48a3-a7e4-2995b67e51a2
E' importante precisare che una relazione a distanza non è meno significativa di una relazione che non lo è, perché chi la vive si impegna a scegliere ogni giorno l'altra persona, esattamente come succede fra due che si frequentano ogni giorno. Quindi occorre sfatare il mito, che due persone che si...
Post
09/05/2016 15:06:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

IMMAGINO SE CON QUESTA PERSONA CONDIVIDESSI IL QUOTIDIANO

23 aprile 2016 ore 16:08 segnala
Ho conosciuto una persona. Mi pareva che questa persona mi somigliasse, che fosse pura come me, che condividesse i miei ideali. Ho provato a fidarmi di lei giorno dopo giorno e l'ho fatta entrare nella mia vita e nel giardino segreto del mio cuore, dove da tempo non lasciavo più entrare nessuno.
Ho condiviso un sogno con questa persona e gli ho creduto quando diceva "Luna verrò a prenderti".
La sera prima di dormire pensavo a come sarebbe stato condividere la vita quotidiana con lui, fare coincidere i nostri impegni di lavoro per trovare il modo di stare insieme e di amarci.
Ho immaginato ogni centimetro della sula pelle, il suo profumo, il suo modo di sorridere e mi piaceva.
Mi sono vista fra le pareti della nostra casa, fra i mobili che abbiamo scelto insieme e mi piaceva.
Ho immaginato di svegliarmi al mattino con lui accanto, di preparargli il primo caffè della giornata e di portarglielo a letto e mi piaceva.
Ho desiderato di baciarlo ogni mattina prima di uscire per andare al lavoro,di scendere la scale di corsa e repentinamente tornare in casa per dargli un altro bacio e per abbracciarlo e sentirlo mio e mi piaceva.
Mi sono vista la sera, quando stanca mi tolgo il camice ed esco dall'ospedale, correre verso casa, solo per la voglia di vederlo, io che sono sempre l'ultima ad uscire dal lavoro, che mi prendo in consegna tutti i lavori degli altri che invece devono scappare, perché a casa li attendono figli piccoli, mariti, mogli , fidanzati e mi piaceva questo bisogno di correre da lui per stringerlo e mi piaceva.
Ho immaginato serate da trascorrere insieme davanti al camino nelle notti di inverno e tramonti sul mare nelle giornate estive, da trascorrere mano nella mano con lui e mi piaceva.
Ho immaginato anche i litigi, le parole grosse che ci saremmo detti, per via dei nostri caratteri puntigliosi, ma anche la volontà di fare pace e di non perderci e mi piaceva.
Ho immaginato di essere per lui la compagna di vita ideale, quella cui raccontare tutto e che lui fosse per me l'amore della mia vita.
Stupidamente ho immaginato il colore degli occhi di nostro figlio, l'ho visto impazzire i gioia quando gli ho detto che l'aspettavo e poi l'ho visto negli anni a venire insegnargli ad andare in bicicletta, ad essere onesto, insegnargli la vita e proteggerlo e mi piaceva.
Mi sono vista farmi piccola fra le sue braccia e sentirmi protetta con lui vicina, ma anche essere forte nei momenti in cui i nostri rispettivi lavori ci avessero portati lontano, con la consapevolezza che ci saremmo ritrovati ovunque e a qualunque costo e mi piaceva.
E credetemi per una come me che da tempo ha smesso di sognare, di immaginare e di credere in qualcosa e in qualcuno è stato veramente tanto.

Ho immaginato tutto questo, ma non avrei mai lontanamente immaginato che Lui con il suo egoismo e la sua gelosia assurda e le sue inutili bugie potesse avvelenarmi l'esistenza e diventare il peggiore dei miei incubi, al punto che ora di quello che volevo, e lo volevo tanto, non esiste piu' nulla.

Sarai contento ora eh!!!!!
33b4fbce-33e3-49c6-a68b-dfb1dad0cf18
Ho conosciuto una persona. Mi pareva che questa persona mi somigliasse, che fosse pura come me, che condividesse i miei ideali. Ho provato a fidarmi di lei giorno dopo giorno e l'ho fatta entrare nella mia vita e nel giardino segreto del mio cuore, dove da tempo non lasciavo più entrare nessuno. Ho...
Post
23/04/2016 16:08:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    3

DI CHE COSA CI SI INNAMORA?

16 aprile 2016 ore 18:32 segnala
Ci si innamora di uno sguardo fugace: i tuoi occhi che incontrano i suoi.
Ci si innamora di un gesto, un vezzo, che ti pare di non avere mai notato prima in nessun altro.
Ci si innamora di un battito di ciglia, delle fossette che gli vengono sulle guanciotine quando ti sorride.
Ci si innamora del calore che emana la sua stretta di mano o semplicemente delle sue mani grandi e instancabili.
Ci si innamora del modo in cui ti chiama: nessuno ti chiama nello stesso modo particolare in cui ti chiama lui, calcando sulla elle.
Ci si innamora dei suoi silenzi che significano tanto per te.
Ci si innamora di certi termini che usa parlandoti.....
Ci si innamora della sua testa, del suo modo di essere, della tua testardaggine e del suo carattere spigoloso...
Ci si innamora e basta....
Non si sceglie di chi innamorarsi, ci capita e basta, come un'onda in piena che ci travolge quando meno ce lo aspettiamo e quando questo accade è sempre una grande rivoluzione nella nostra vita, ben organizzata e scandita dalla quotidianità del nostro vivere e dei nostri impegni.
E non esiste piu' niente meglio di LUI
265f37ca-5fd4-493b-8bf0-9dd261cc63f8
Ci si innamora di uno sguardo fugace: i tuoi occhi che incontrano i suoi. Ci si innamora di un gesto, un vezzo, che ti pare di non avere mai notato prima in nessun altro. Ci si innamora di un battito di ciglia, delle fossette che gli vengono sulle guanciotine quando ti sorride. Ci si innamora del...
Post
16/04/2016 18:32:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    3

UNA STORIA D'AMORE E' SEMPRE UNA STORIA D'AMORE

07 aprile 2016 ore 18:42 segnala
Come si fa a spiegare a una persona che non conosci, come sei fatta dentro.
Come si fa a renderlo partecipe delle emozioni che ti turbano e che a volte ti possono fare piangere.
Come si fa a condividere con uno sconosciuto il tuo percorso di vita?
Come si puo' permettere, a qualcuno di cui fino a ieri non conoscevi nemmeno l'esistenza, di starti dentro ogni pensiero, di diventare la tua ossessione più grande.
Mi dico come si fa, soprattutto se sei una persona estremamente razionale, che pondera sempre molto correttamente ogni decisione che prende, valutando i pro e i contro?
Eppure ti capita e non ne sai il motivo. Ti chiedi per giorni, come sia possibile e che valore abbia quello che stai vivendo. E piu' ci pensi, piu' non trovi le parole per descrivere il turbinio di emozioni che ti affollano la mente e il cuore.
Fino a quando arriva un momento in cui non ti chiedi piu' nulla e semplicemente te la vivi nel bene e nel male.
Ci sono storie di persone fatte di parole dette guardandosi negli occhi, fatte di momenti felici e di litigi, fatte di momenti di vita insieme: sono le piu' comuni.
E ci sono storie che si affidano alle parole scritte, piuttosto che a quelle dette. Ci sono storie che non si affidano alla fisicità bensì alla condivisione mentale di sensazioni ed emozioni.
Ci sono storie che incominciano con un bacio, con un abbraccio, con due corpi che si fondono in un letto, mentre ce ne sono altre che si affidano solo ad un sorriso che spunta da una foto, cercando di cogliere la felicità del momento in cui quella foto è stata scattata; che un bacio ed un abbraccio lo desiderano da subito, ma non sanno se potranno darselo e quando.
Ci sono storie che si consumano nell'arco di una notte ed altre che continuano per mesi, complici le parole sgorgate da una tastiera e da un pc.
E se ti chiedi quale sia la storia piu' giusta, non sai darti una risposta, perchè una storia è sempre una storia, anche quando dell'altra persona non condividi il corpo ed il profumo della pelle, perchè il desiderio di averla è vivo e se anche si pasce di illusioni, di sguardi mancati, di baci e abbracci mentali, Tu quella persona ce l'hai nella testa, giu' oltre il cuore, nello stomanco e li quella persona rimane.
e3105141-1280-442e-9c87-a5c6b9117004
Come si fa a spiegare a una persona che non conosci, come sei fatta dentro. Come si fa a renderlo partecipe delle emozioni che ti turbano e che a volte ti possono fare piangere. Come si fa a condividere con uno sconosciuto il tuo percorso di vita? Come si puo' permettere, a qualcuno di cui fino a...
Post
07/04/2016 18:42:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    6