SAPRAI CHE NON T'AMO E CHE T'AMO

20 gennaio 2018 ore 17:05 segnala
Saprai che non t'amo e che t'amo
perché la vita è in due maniere,
la parola è un'ala del silenzio,
il fuoco ha una metà di freddo.

Io t'amo per cominciare ad amarti,
per ricominciare l'infinito,
per non cessare d'amarti mai:
per questo non t'amo ancora.

T'amo e non t'amo come se avessi
nelle mie mani le chiavi della gioia
e un incerto destino sventurato.

Il mio amore ha due vite per amarti.
Per questo t'amo quando non t'amo
e per questo t'amo quando t'amo.

PABLO NERUDA

TIENI CHI AMI VICINO A TE

19 gennaio 2018 ore 07:40 segnala

Tieni chi ami vicino a te,
digli quanto bisogno hai di loro,
amali e trattali bene,
trova il tempo per dirgli
mi spiace,
perdonami,
per favore,
grazie
e tutte le parole d’amore che conosci.


GABRIEL GARCIA MARQUEZ
058d59ea-78b8-4670-9b5b-c7f3d2493c4b
Tieni chi ami vicino a te, digli quanto bisogno hai di loro, amali e trattali bene, trova il tempo per dirgli mi spiace, perdonami, per favore, grazie e tutte le parole d’amore che conosci. GABRIEL GARCIA MARQUEZ
Post
19/01/2018 07:40:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Quando forti e diritte le nostre anime

18 gennaio 2018 ore 08:06 segnala
Quando forti e diritte le nostre anime
si stringono in silenzio sempre più vicine,
finché le punte ricurve delle loro ali
aperte prendono fuoco, quale amaro
torto può farci la terra per impedirci
d’essere a lungo felici? Pensa! Mentre
saliamo in alto, gli angeli, incalzandoci,
sfere d’oro di canto perfetto vorrebbero
far cadere nel nostro profondo e caro
silenzio. Ma, amore, restiamo sulla terra
dove l’avverso, indegno umore degli umani
fugge gli spiriti puri, li isola e consente
un luogo dove stare, amare per un giorno,
con l’ombra e l’ora della morte intorno.

Elisabeth Barret Browning

LA PAROLA

17 gennaio 2018 ore 08:16 segnala
La parola abbaglia e inganna
perché è mimata dal viso,
perché la si vede uscire dalle labbra,
e le labbra piacciono e gli occhi seducono.
Ma le parole nere sulla carta bianca
sono l'anima messa a nudo.
Guy de Maupassant

L'AMORE

16 gennaio 2018 ore 08:19 segnala

Allora Almitra disse: parlaci dell'Amore.
E lui sollevò la stessa e scrutò il popolo
e su di esso calò una grande quiete. E con voce ferma disse:
Quando l'amore vi chiama, seguitelo.
Anche se le sue vie sono dure e scoscese.
e quando le sue ali vi avvolgeranno, affidatevi a lui.
Anche se la sua lama, nascosta tra le piume vi può ferire.
E quando vi parla, abbiate fede in lui,
Anche se la sua voce può distruggere i vostri sogni
come il vento del nord devasta il giardino.

Poiché l'amore come vi incorona così vi crocefigge.
E come vi fa fiorire così vi reciderà.
Come sale alla vostra sommità e accarezza i più teneri
rami che fremono al sole,
Così scenderà alle vostre radici e le scuoterà fin dove
si avvinghiano alla terra.
Come covoni di grano vi accoglie in sé.
Vi batte finché non sarete spogli.
Vi staccia per liberarvi dai gusci.
Vi macina per farvi neve.
Vi lavora come pasta fin quando non siate cedevoli.
E vi affida alla sua sacra fiamma perché siate
il pane sacro della mensa di Dio.

Tutto questo compie in voi l'amore, affinché
possiate conoscere i segreti del vostro cuore
e in questa conoscenza farvi frammento del cuore della vita.
Ma se per paura cercherete nell'amore unicamente
la pace e il piacere,
Allora meglio sarà per voi coprire la vostra nudità
e uscire dall'aia dell'amore,
Nel mondo senza stagioni, dove riderete ma non tutto
il vostro riso e piangerete,
ma non tutte le vostre lacrime.

L'amore non da nulla fuorché sé stesso e non attinge
che da se stesso.
L'amore non possiede né vorrebbe essere posseduto;
Poiché l'amore basta all'amore.

Quando amate non dovreste dire: "Ho Dio nel cuore",
ma piuttosto, "Io sono nel cuore di Dio".
E non crediate di guidare l'amore,
perché se vi ritiene degni è lui che vi guida.

L'amore non vuole che compiersi.
Ma se amate e se è inevitabile che abbiate desideri,
i vostri desideri hanno da essere questi:
Dissolversi e imitare lo scorrere del ruscello
che canta la sua melodia nella notte.
Conoscere la pena di troppa tenerezza.
Essere trafitti dalla vostra stessa comprensione d'amore,
E sanguinare condiscendenti e gioiosi.
Destarsi all'alba con cuore alato e rendere grazie
per un altro giorno d'amore;
Riposare nell'ora del meriggio e meditare sull'estasi d'amore;
Grati, rincasare la sera;
E addormentarsi con una preghiera in cuore
per l'amato e un canto di lode sulle labbra.
GIBRAN
6bbf18f1-ac1a-4da2-a7ee-342bd615ca58
Allora Almitra disse: parlaci dell'Amore. E lui sollevò la stessa e scrutò il popolo e su di esso calò una grande quiete. E con voce ferma disse: Quando l'amore vi chiama, seguitelo. Anche se le sue vie sono dure e scoscese. e quando le sue ali vi avvolgeranno, affidatevi a lui. Anche se la...
Post
16/01/2018 08:19:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

IL VERO AMORE NON LASCIA TRACCE

15 gennaio 2018 ore 08:00 segnala
Come la bruma non lascia sfregi
Sul verde cupo della collina
Così il mio corpo non lascia sfregi
Su di te e non lo farà mai

Oltre le finestre nel buio
I bambini vengono, i bambini vanno
Come frecce senza bersaglio
Come manette fatte di neve

Il vero amore non lascia tracce
Se tu e io siamo una cosa sola
Si perde nei nostri abbracci
Come stelle contro il sole
Come una foglia cadente può restare
Un momento nell'aria
Così come la tua testa sul mio petto
Così la mia mano sui tuoi capelli

E molte notti resistono
Senza una luna, senza una stella
Così resisteremo noi
Quando uno dei due sarà via, lontano

Leonard Cohen
24c38572-08c2-40ef-b4cf-39e8c3f1c04f
Come la bruma non lascia sfregi Sul verde cupo della collina Così il mio corpo non lascia sfregi Su di te e non lo farà mai Oltre le finestre nel buio I bambini vengono, i bambini vanno Come frecce senza bersaglio Come manette fatte di neve Il vero amore non lascia tracce Se tu e io siamo una...
Post
15/01/2018 08:00:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

POESIE BREVI D'AUTORE

14 gennaio 2018 ore 13:31 segnala
Si può essere innamorati

Si può essere innamorati
di diverse persone per volta,
e di tutte con lo stesso dolore,
senza tradirne nessuna,
il cuore ha più stanze di un casino.




C’era una stella sola

C’era una stella sola e limpida
nel cielo colore di rose,
un battello lanciò un addio sconsolato,
e sentii in gola il nodo gordiano
di tutti gli amori che avrebbero potuto essere
e non erano stati.




Sempre c’è un domani

Sempre c’è un domani
e la vita ci dà un’altra possibilità
per fare le cose bene,
ma se mi sbagliassi
e oggi fosse tutto ciò che ci rimane,
mi piacerebbe dirti quanto ti amo,
che mai ti dimenticherò.

GABRIEL GARCIA MARQUEZ

L'ARCA DI NOE' E IL DILUVIO UNIVERSALE

13 gennaio 2018 ore 08:25 segnala


Prima di mandare per quaranta giorni e quaranta notti una tempesta a ricoprire ogni superficie emersa del globo terrestre, Dio ordinò a Noè e alla sua famiglia di costruire una grande arca. E così fece Noè: realizzò una nave a tre piani, dentro fece delle stanze per sé e per i suoi familiari, per gli animali e per il cibo necessario alla sopravvivenza di tutti i passeggeri. Poi Dio comandò a Noè di rivestire l’arca in modo che non vi penetrasse acqua perché, come si legge nella Bibbia, gli disse: «Manderò un grande diluvio sulla Terra e distruggerò il mondo intero. Chiunque non sarà nell'arca morirà». Nessuno credeva a Noè, ma quando Dio fece quel che aveva promesso, morirono tutti, tranne Noè, la sua famiglia e gli esemplari di animali, un maschio e una femmina, che furono imbarcati. Cessato il diluvio, il mondo si ripopolò dal nucleo di sopravvissuti. All'origine del mito sull'Arca di Noè e il Diluvio Universale ci sono sicuramente le alluvioni localizzate in particolari regioni del mondo che per settimane sconvolsero varie parti della terra. Tra le ipotesi più accreditate c’è quella che l'episodio biblico si ispiri a una catastrofica alluvione che interessò l'area dell'attuale Mar Nero intorno al 5000 a.C. La leggenda potrebbe anche essere servita a spiegare il ritrovamento di fossili di pesci in cima a rilievi montuosi (un fatto spiegato oggi dalla teoria della tettonica delle placche terrestri).
0092fbc6-a022-44ac-b07f-bbfd1a61790d
« immagine » Prima di mandare per quaranta giorni e quaranta notti una tempesta a ricoprire ogni superficie emersa del globo terrestre, Dio ordinò a Noè e alla sua famiglia di costruire una grande arca. E così fece Noè: realizzò una nave a tre piani, dentro fece delle stanze per sé e per i suoi f...
Post
13/01/2018 08:25:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment

LA LEGGENDA DELL'ARCOBALENO

12 gennaio 2018 ore 08:17 segnala
Un giorno, padre Sole apparve al giovane Atsosi Bagani e gli disse che avrebbe dovuto cercare una moglie in un territorio lontano e sposare la primogenita delle sorelle, chiamate Quelle-che-il-sole-non-illumina, che vivevano in un pueblo scuro e buio. Gli spiegò che erano così belle che gli uccelli, invidiosi, le avevano imprigionate e che solo lui avrebbe potuto salvarle. Gli disse che avrebbe realizzato un ponte formato da tante strisce colorate, in modo che egli, trasformato in farfalla, potesse raggiungerle e portarle via.
Atsosi, trasformato in farfalla variopinta, attraversò il ponte confondendosi con i suoi colori; arrivò nella loro casa e apparve alle sorelle, che tessevano un magnifico tappeto dai colori dell’arcobaleno. Le ragazze cercarono di prendere la farfalla, ma il Sole, che vegliava, le ridiede il suo aspetto reale.
Il giovane si presentò alle ragazze e annunciò loro che avrebbe sposato la più grande e avrebbero convissuto tutti insieme nella sua casa piena di luce. Gli uccelli si lanciarono su di loro per beccarli, ma il Sole li trasformò in farfalle e li condusse fino alla capanna di Atsosi. Qui fu celebrato il matrimonio.
Atsosi si dedicava alla caccia; le due sorelle tessevano tappeti, ma avevano nostalgia della loro casa buia.
Il Sole volle aiutarle: diede a ciascuna due chicci di grandine per difendersi e le trasformò in farfalle.
Appena gli uccelli si avvicinarono, scagliarono i quattro chicchi di grandine, che trasformarono progressivamente l'atmosfera in un temporale; dapprima nubi nere, poi pioggia scrosciante; ancora una grandinata e, infine, lampi e tuoni.
Giunte in salvo nella loro casa, aspettarono la fine del temporale; poi risalirono sul ponte dai mille colori e raggiunsero nuovamente Atsosi
Nonostante vivessero bene nella luminosa casa di Atsosi, periodicamente venivano prese dalla nostalgia e il Sole, ogni volta, ricreava il ponte colorato perché potessero raggiungere la loro casa buia e, successivamente, ritornare alla casa del sole.
Da allora, quando scoppia un temporale, esso è sempre seguito dall'arcobaleno.
Poesia dei nativi americani
e5386d09-21e7-4ba2-a63e-68be8cae79d5
Un giorno, padre Sole apparve al giovane Atsosi Bagani e gli disse che avrebbe dovuto cercare una moglie in un territorio lontano e sposare la primogenita delle sorelle, chiamate Quelle-che-il-sole-non-illumina, che vivevano in un pueblo scuro e buio. Gli spiegò che erano così belle che gli...
Post
12/01/2018 08:17:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    3

PEZZI DI ME

11 gennaio 2018 ore 19:56 segnala
Io sono fatta di
sogni interrotti
dettagli percepiti
amori decomposti

Sono fatta di
pianti senza ragione
persone nel cuore
atti impulsivi

Sento la mancanza di
luoghi che non ho mai conosciuto
esperienze che non ho mai vissuto
momenti che ho già dimenticato

Io sono
amore e affetto costante
distratto quanto basta
non mi fermo per un momento

Già
ho avuto notti insonne
ho perso persone molto care
ho fatto cose non promesse

Molte volte io
ho desistito senza tentare
ho pensato a fuggire, per non affrontare
ho sorriso per non piangere

Sono mortificata per
le cose che non ho cambiato
le amicizie che non ho coltivato
per chi ho giudicato
per le cose che ho pronunciato

Ho nostalgia
delle persone che ho conosciuto
dei ricordi che ho dimenticato
degli amici che ho finito con il perdere
Ma continuo a vivere ed imparare.

MARTA MEDEIROS
61f4eebd-9832-46cf-a663-cc77e6845a12
Io sono fatta di sogni interrotti dettagli percepiti amori decomposti Sono fatta di pianti senza ragione persone nel cuore atti impulsivi Sento la mancanza di luoghi che non ho mai conosciuto esperienze che non ho mai vissuto momenti che ho già dimenticato Io sono amore e affetto...
Post
11/01/2018 19:56:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment