Ripartire

20 gennaio 2018 ore 21:07 segnala

Partire senza lasciare nessuno
e nessuno che ti aspetta
andare? È un po’ fuggire
mi guardo alle spalle e nessuno mi insegue
fuggo da me, dalla mia inquietudine
ma lei è dentro me
non ci sarà terra in cui sentirò la pace
solo attimi di inebriamento
che ubriacheranno la mia esistenza
per poi riconsegnarmi alla mia follia
l’amore sconosciuto, braccato come preda,
da disperati cacciatori di emozioni come me,
come un cacciatore con un ultimo proiettile in canna
vago nella mia vita in una continua caccia
in un deserto di sentimenti
85cd1431-a2cf-4484-b931-ba8579f90389
« immagine » Partire senza lasciare nessuno e nessuno che ti aspetta andare? È un po’ fuggire mi guardo alle spalle e nessuno mi insegue fuggo da me, dalla mia inquietudine ma lei è dentro me non ci sarà terra in cui sentirò la pace solo attimi di inebriamento che ubriacheranno la mia esistenza p...
Post
20/01/2018 21:07:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

L'emozione negli occhi

15 gennaio 2018 ore 21:36 segnala

La sorpresa negli occhi nelle cose per noi quotidiane

che meraviglia

mi emozionano i loro occhi

mi emoziona vederli emozionati

capire come la vita di questi bambini

possa essere così lontana dalla vita dei nostri bambini

che spettacolo

vederli felici e non capire neanche perché

quanto poco si possa fare per donare sorrisi

quanto poco si possa dare per farli dormire felici

quanto poco possa bastare per dare loro un sogno

perché non sanno neanche sognare

perché non sanno quanto sia inutile avere

ciò che non serve per vivere

la purezza è la mia certezza letta nei visi

che sarà solo un ricordo domani

quando anche loro saranno contaminati

da un mondo malato vestito di bianco
cb9aec25-04ca-4109-afc5-fb995fa888b6
« immagine » La sorpresa negli occhi nelle cose per noi quotidiane che meraviglia mi emozionano i loro occhi mi emoziona vederli emozionati capire come la vita di questi bambini possa essere così lontana dalla vita dei nostri bambini che spettacolo vederli felici e non capire neanche perché...
Post
15/01/2018 21:36:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Natale per tutti?!

01 gennaio 2018 ore 22:35 segnala


La nostra tavole imbandite
cazzo ma come faccio…
le briciole, solo le briciole
e sarebbero felici aaaaaa…..
finirà anche questo natale!!!!!!!!!!!
solo l’idea che tra qualche giorno
mangerò in una Kibanda…
sporco… fagioli e una piadina detta ciapati
sarò l’uomo felice che è dentro me
sarò l’uomo pazzo che cerca un improbabile riscatto
con una vita che troppo mi ha dato
e che di nulla ho apprezzato..
5bdc0cd5-a07c-482a-b5f3-1ec9ed5b2ce7
« immagine » La nostra tavole imbandite cazzo ma come faccio… le briciole, solo le briciole e sarebbero felici aaaaaa….. finirà anche questo natale!!!!!!!!!!! solo l’idea che tra qualche giorno mangerò in una Kibanda… sporco… fagioli e una piadina detta ciapati sarò l’uomo felice che è dentro me ...
Post
01/01/2018 22:35:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Un anno ancora

01 gennaio 2018 ore 21:55 segnala

Un anno di ricordi
un anno di sorrisi e lacrime
un anno di vita ancora
ricomincio come ricominciare a vivere
non penso al tempo nei miei capelli
le mie mani nelle loro mani
come il mio cuore senza età
un sorriso e la vita mi sorride
un padre, un nonno, un fratello
un amante, di tutto un uomo
un anno da ricordare
per un altro anno da vivere
all'insegna della vita
e di tutto quello che riversa nel mio cammino
nel bene e nel male grazie
per ogni sorriso strappato
e per ogni lacrima versata
perchè questo è vivere
saper sorridere come piangere
e saper ricordare
di questo anno che non tornerà
ma che ha lasciato tatuaggi indelebili
nell'anima
e che ne respirerò i profumi
che nessun vento saprà dissolvere
dalla memoria.
07338fbb-5edd-424c-8a15-4f62ce843608
« immagine » Un anno di ricordi un anno di sorrisi e lacrime un anno di vita ancora ricomincio come ricominciare a vivere non penso al tempo nei miei capelli le mie mani nelle loro mani come il mio cuore senza età un sorriso e la vita mi sorride un padre, un nonno, un fratello un amante, di tutto...
Post
01/01/2018 21:55:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Parole mai dette

25 dicembre 2017 ore 22:04 segnala
Maledette parole mai dette
vorrei dirti tante cose
ma le nostre distanze sono tali
che le rendono solo carezze affidate
ad occhi che volano dentro i tuoi
cercando un cuore, un’anima
che sappia comprendere il linguaggio
di un amore muto riflesso nelle lacrime
di un uomo in cerca di se stesso
in cerca di un senso per ciò che resta
di una vita dispersa nel tempo dei suoi giorni
ascolta ti prego il mio silenzio
comprendi l’incomprensibile dolore
di un uomo in cerca d’amore
non dire nulla che io possa fraintendere
potrei capire ti amo
in un tuo sorriso, nella tua mano sulla mia
lasciami credere che quella lacrima sul tuo viso
scivola sulla tua guancia perché io possa asciugarla
perché possa unirsi alla mia
nutrendo le nostre solitudini
sotto una luna che sa, ma non dice
lascia alla mia illusione credere che tutto ciò
possa essere amore
mentre le parole inutili mai dette
si sciolgono nella mia gola arsa
dalla sete d’amore
5b8cfa95-2a62-4255-94eb-251f74f4da6e
Maledette parole mai dette vorrei dirti tante cose ma le nostre distanze sono tali che le rendono solo carezze affidate ad occhi che volano dentro i tuoi cercando un cuore, un’anima che sappia comprendere il linguaggio di un amore muto riflesso nelle lacrime di un uomo in cerca di se stesso in...
Post
25/12/2017 22:04:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

L'Amico

17 dicembre 2017 ore 11:20 segnala

A volte una telefonata
ti fa sentire troppo importante
ti fa sentire tutta la tua impotenza
un amico che soffre
e tu non hai la medicina
per la sua malattia..
ti rende così grande e nel contempo piccolo..
quando sai che ha solo te
quando sai che nulla puoi
quando il male non ha nome
quando è la vita il male
che lo fa soffrire...
le mie lacrime si uniscono alle sue
mi ringrazia come se sollevato
ma nel mio cuore insanguinato
affonderei le mie mani
per strappare anche un sol battito
per ridare al suo, un motivo
per farlo credere ancora
nella sua avara esistenza...

(foto tratta dal web)
1f06d8aa-83ce-4409-9768-20bdc6231bc5
« immagine » A volte una telefonata ti fa sentire troppo importante ti fa sentire tutta la tua impotenza un amico che soffre e tu non hai la medicina per la sua malattia.. ti rende così grande e nel contempo piccolo.. quando sai che ha solo te quando sai che nulla puoi quando il male non ha nome q...
Post
17/12/2017 11:20:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Vita

14 dicembre 2017 ore 22:35 segnala

A volte mi pento di dare carta e penna al mio cuore
è così ingrato, così egoista
sempre alla ricerca di sentimenti ed emozioni
sempre incontentabile insaziabile
non dimentica ma sembra farlo
parlo spesso con lui, rallenta il suo passo
sembra ascoltarmi, sembra
ma riprende il suo cammino, veloce
ed io stanco a rincorrere le sue illusioni
vorrei abbandonarmi, ma l’amore
è una gabbia senza barre che l’imprigiona
nella sua silente ed impalpabile essenza
ed il mio corpo un semplice involucro
dove vengono raccolte le gioie e le amarezze
di una vita tracciata e raccontata dai miei ricordi
e su quella carta con la penna, lacrime e sangue
il mio cuore dipinge tristezze, le tristezze
perché le gioie ed i sorrisi amo assaporarli
attimo per attimo come fosse l’eterno
sapendo che è solo l’istante chiamato felicità
il resto è vita
ddb0774b-169e-4bc8-8d47-2f04d0085ff0
« immagine » A volte mi pento di dare carta e penna al mio cuore è così ingrato, così egoista sempre alla ricerca di sentimenti ed emozioni sempre incontentabile insaziabile non dimentica ma sembra farlo parlo spesso con lui, rallenta il suo passo sembra ascoltarmi, sembra ma riprende il suo camm...
Post
14/12/2017 22:35:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Stasera perso

13 dicembre 2017 ore 22:24 segnala

Perdersi in un bailamme di pensieri e ricordi…
perdo la mia identità, il mio essere
che forse non è stato mai
mi chiedo chi sono, chi sono stato
e già… uno nessuno e centomila
ed ora vorrei capire cosa sarò
o in fondo non me ne frega niente…
e allora mi lascio confondere dai ricordi
e da una musica che aiuta il mio smarrimento
a viaggiare nei meandri di un essere
che forse non sarò mai
e mi perdo aspettando un altro domani
1a11b408-b213-493f-bab7-946a0a502e51
« immagine » Perdersi in un bailamme di pensieri e ricordi… perdo la mia identità, il mio essere che forse non è stato mai mi chiedo chi sono, chi sono stato e già… uno nessuno e centomila ed ora vorrei capire cosa sarò o in fondo non me ne frega niente… e allora mi lascio confondere dai ricordi ...
Post
13/12/2017 22:24:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Il cellulare

12 dicembre 2017 ore 21:12 segnala
Certo può sembrare un contro-senso, portare un cellulare dove non si ha neanche da mangiare,
vero, ma premesso che, e non chiedetemi com’è possibile, la rete di comunicazione della safaricom gestore della telefonia in Kenya è a dir poco eccellente, oltre che irrisorio il costo, anche in savana o comunque in luoghi lontani da centri abitati e linee elettriche, il cellulare è l’unico sistema diretto ed immediato per comunicare bene e subito con chiunque, medici, polizia o semplicemente familiari lontani.
Personalmente con il mio cellulare ho salvato se non la vita ma da una brutta situazione un bambino, in quel periodo ero ospite in casa di una famiglia Keniota nella foresta, si raggiungeva con una pista sterrata, a otto chilometri dal primo centro abitato, avevamo cenato e tutto andava bene se nonché nel cuore della notte il bambino ha iniziato a star male eruzioni cutanee forte prurito e apparente respiro affannoso.. insomma un attacco violento da allergia alimentare.
Chiamo il medico di fiducia descrivo i sintomi e in meno di un’ora era lì con la sua macchina e la terapia immediata di primo intervento..
Se non avessi avuto il mio cellulare? Che facevo a piedi nella foresta in piena notte con un bambino che sembrava mi morisse tra le braccia?!
Va bene insomma questo solo per dire che anche se vivono scalzi, in una capanna di fango senza luce né acqua senza un grande futuro, per quanto possibile voglio cercare di evitarne un totale isolamento con tutte le situazioni che ne possono conseguire.
Le solite fantasie distorte di un mzungu in Africa? Forse.. in ogni caso tornerò in Kenya a gennaio e mi sono riproposto di raccogliere telefoni in disuso ma funzionanti, da portare, telefoni che molti di noi hanno riposti in un cassetto, spesso dimenticati.
Chi pensa che potrebbe essere una buona idea, e dare un futuro al suo cellulare “dormiente” mi può contattare! Io sono sempre o quasi… on line
Buona serata

bd40e119-d3ff-4e8d-af16-9676154d4910
Certo può sembrare un contro-senso, portare un cellulare dove non si ha neanche da mangiare, vero, ma premesso che, e non chiedetemi com’è possibile, la rete di comunicazione della safaricom gestore della telefonia in Kenya è a dir poco eccellente, oltre che irrisorio il costo, anche in savana o...
Post
12/12/2017 21:12:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

il silenzio

10 dicembre 2017 ore 21:32 segnala

Nella mia vita ho sempre parlato poco
Certo, non mi ha pagato molto questo mio essere
A volte per pigrizia, altre per timidezza
Altre ancora perché non avevo le giuste parole da dire
O non ne avevo più per la causa da discutere
Spesso l’ho cercato il silenzio
Spesso lui cercava me
Spesso lo implorato quando la paura di sentire
Quello che mi avrebbe fatto soffrire
Era troppa
Allora le parole si lasciano al vento
Si ascolta il vento per sentirsi dire
Quello che il cuore vuole ascoltare
Quello che non si sentirà mai da una voce

“Baby non dire niente
Fammi solo immaginare
E lascia parlare al silenzio
Con le parole che vorrei sentirmi dire”
bc137130-1aea-47c1-ad0b-d863a9c9021a
« immagine » Nella mia vita ho sempre parlato poco Certo, non mi ha pagato molto questo mio essere A volte per pigrizia, altre per timidezza Altre ancora perché non avevo le giuste parole da dire O non ne avevo più per la causa da discutere Spesso l’ho cercato il silenzio Spesso lui cercava me Sp...
Post
10/12/2017 21:32:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment