La montagna

21 aprile 2018 ore 21:39 segnala
La montagna, non è facile spiegare le motivazioni le emozioni le sensazioni o semplicemente perché vado in montagna, o forse non lo so neanche io, ma il benessere che provo è la risposta a tutte le domande. Parto il mattino presto e quando arrivo nei punti di partenza l’aria è ancora fresca e sa di notte.. guardo il mio obbiettivo e imbocco sentieri a volte ripidi a volte che salgono dolcemente, ma la fatica si fa presto comunque sentire. Sono solo ma la solitudine in montagna è solo una parola senza senso, le mie ossessioni, inquietudini, lasciano subito la mia mente, mi concentro sul sentiero e su ciò che mi circonda, perché qui la solitudine non esiste occhi invisibili ti accompagnano in ogni passo, mentre li senti e cerchi il contatto visivo.. ma non importa per uomini soli dentro, il sentirsi osservati accompagnati nel lento andare è una dolce compagnia.. poi il fiato si fa corto allora rallenti il passo e mentre il sudore ti riga la fronte e inzuppa la maglia sali ugualmente, ascolti il tuo cuore e il suo battito rimbombare nelle orecchie.. Sali comunque, quando il paesaggio si fa sempre più selvaggio e padrone del suo ambiente sento come un benessere dentro me, come se prendo coscienza di essere dove dovrei essere.. come un larice.. un masso.. una sorgente cantare e richiamare gli assetati di ogni natura… ed io un viandante che calpesta quei luoghi immacolati, quei luoghi lì da milioni d’anni.. ad aspettare occhi da far innamorare.. da far sentire il senso della vita. Il sole picchia come a volte il vento o la neve che graffia la pelle… il sole… quando scotta sul tuo viso sembra che il respiro diventi caldo come il vapore di una pentola sul fuoco… poi a volte quando sei stremato.. sulle alte vie, ti assalgono paure, ..sono solo! Ma lo dimentichi subito, sembra che qualcuno ti ascolta, ed ecco che compaiono camosci, su balconi inaccessibili, su nevi perenni, che ti osservano, sembrano dire ben arrivato anche tu qui ad ammirare quello che non tutti gli occhi sanno vedere, si ben arrivato! Allora tutto passa, mi siedo anche io e nel silenzio rotto solo da mio fiato e da quello del vento, mi guardo intorno… tutto passa e un’insolita commozione mi pervade, loro guardano me senza temermi ed io loro come per dire grazie... così riprendo la via del ritorno quasi a malincuore, ma non posso farmi cogliere dalla notte e così discendo. Allora? Che posso dire, questo è tutto, questa è la mia montagna inspiegabile o forse si.. è uno stato emozionale che mi fa dimenticare tutto ciò che deve essere dimenticato, certo, solo per un giorno, ma la sufficiente carica per riaffrontare una settimana con le sue insoddisfazioni, preoccupazioni o semplicemente senza emozioni che sappiano restare nel cuore
3f89affe-631b-45bc-a11e-e265993a8f50
La montagna, non è facile spiegare le motivazioni le emozioni le sensazioni o semplicemente perché vado in montagna, o forse non lo so neanche io, ma il benessere che provo è la risposta a tutte le domande. Parto il mattino presto e quando arrivo nei punti di partenza l’aria è ancora fresca e sa di...
Post
21/04/2018 21:39:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Africa

19 aprile 2018 ore 21:19 segnala
C’è qualcosa, qualcosa ma non so cosa
Occhi che penetrano la tua anima
Perdi il senso della realtà
Non riuscirò mai a comprendere a spiegare
Queste emozioni queste evoluzioni del mio essere
In questo paese ho perso le mie certezze
Spogliato dalle futili necessità
Per ritrovare l’importanza delle banalità
Un sorriso, uno sguardo un saluto..
Inutili fondamentali gesti che ridanno un nuovo senso alla vita
Questo paese magico dove ti spogli delle tue paure
Dove l’amore ha sapori antichi
Dove forse credi in un sogno
Ma in fondo è di quello che abbiamo bisogno
La magia te la senti sulla pelle
Senza riti senza cerebrazioni
Ma è nelle emozioni che ogni giorno provi
Inconsapevolmente respirando la polvere dei nostri avi
Calpestando la terra dove abbiamo avuto origine
Pian piano mi sento parte integrante della mia terra
Pian piano mi sento tornato nella terra dei miei padri
Tra le braccia delle mie lontane madri
Africa…
e220015d-7fc1-4200-bc67-b29b23e77c89
C’è qualcosa, qualcosa ma non so cosa Occhi che penetrano la tua anima Perdi il senso della realtà Non riuscirò mai a comprendere a spiegare Queste emozioni queste evoluzioni del mio essere In questo paese ho perso le mie certezze Spogliato dalle futili necessità Per ritrovare l’importanza delle...
Post
19/04/2018 21:19:33
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

il piacere di soffrire

12 aprile 2018 ore 22:32 segnala
Mi lascio dolcemente naufragare in un ricordo
E dolcemente si soffre di nostalgia di un non ritorno
Vorrei spegnere la luce nella mia memoria
Ma gli occhi persi di mia madre si affacciano nei miei
E capisco come è bello soffrire di ricordi
Capisco come si è ancor più soli
Quando la tua mente è devastata da una notte eterna
Che tutto avvolge e tutto cancella
Ti lascia a chiederti chi sei, dove sei
…voglio tornare a casa
E allora piango contento del mio dolore
Perché l’Alzheimer non ti lascia più neanche il piacere di soffrire

in equilibrio sopra la follia

12 aprile 2018 ore 20:49 segnala
in equilibrio sopra la follia
non so più chi io sia
sorrido ad una lacrima
che scivola sulla mia anima
persa la mia identità,
mi confondo tra sogno e realtà
amo l'impossibile
consapevole del mio conseguente soffrire
indifferente la mia follia
all'idea di morirne
per poi progettare castelli di nuvole
e guardarne l'evanescente disgregazione
nell'alito di un sofferto sospiro
perdente e perso
vago senza ritorno
nel mio precario equilibrio sopra la follia
nell'idea che tu sia ancora mia


L'amore cos'è

09 aprile 2018 ore 21:10 segnala
L'amore cos'è..
Due cuori che si parlano
Due cuori che si ascoltano
disse
Sei una giovane ragazza rispose
Che vive in un mio sogno
Il sogno di un vecchio uomo
Amore ricorda
L'età
L'età sono solo numeri
I cuori non hanno età
Vivi l'istante per renderlo eterno

Il sogno

01 aprile 2018 ore 21:58 segnala
Ti amo per un bacio mai dato
eppure ti ho sognato con le tue labbra sulle mie
sento il profumo della tua pelle
rubato da un respiro profondo
nascondo i pensieri nel mio cuore
quando I tuoi occhi incontrano i miei
sogno proibito di un semplice uomo
che in una notte senza luna
riflette le sue emozioni
sulla tua pelle nera che fa vibrare le mie mani
sul mio volto
consapevole che tutto è solo un sogno….

L'ora dei cuori freddi

28 marzo 2018 ore 22:19 segnala
L’ora dei cuori freddi
e non c’è sole che sappia ridare calore
a due cuori senza amore
e non c’è sole che sappia ridare luce
a due cuori persi nella notte
e non c’è sole che ridà parole
a due cuori che non sanno più ascoltare
…il tempo dei ricordi
…il tempo delle lacrime
nella notte a cui nessun sole
donerà il sorriso di un nuovo giorno d’amore

la paura del tempo

25 marzo 2018 ore 21:15 segnala

Ecco ci sono giorni in cui hai paura del tempo
vorresti legare ogni istante ad un tuo respiro
nodi che si sciolgono nell'impalpabile scorrere della vita
eppure hai vissuto ogni istante
ma d'improvviso ne perdi il conto ed i ricordi
e ti spaventa la certezza dell'essere stato
ancor di più, quel che sarò, di ciò che resta
la mia testa, già mi è sempre stato detto
pensi troppo
ho sempre pensato a come vivere
forse dimenticando di farlo
e questo è l'incomprensibile Massimo
un uomo che dalla vita ha avuto molto
credendo sempre di non avere niente
ora che vivo con chi non ha niente
il mio mal di vivere mi rende ancor più confuso
pensando al tempo e tanto, trascorso
e a quello che misurato in istanti mi sfugge
tra le dita nel vano tentare di renderlo eterno
In ogni mio respiro.
172fb073-36d8-4239-9926-a77bebc71728
« immagine » Ecco ci sono giorni in cui hai paura del tempo vorresti legare ogni istante ad un tuo respiro nodi che si sciolgono nell'impalpabile scorrere della vita eppure hai vissuto ogni istante ma d'improvviso ne perdi il conto ed i ricordi e ti spaventa la certezza dell'essere stato ancor di ...
Post
25/03/2018 21:15:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

il colore delle lacrime

25 marzo 2018 ore 21:11 segnala

Oggi ho incontrato il dolore In tutti i suoi aspetti,
Certo un funerale giriama in kenya è un insieme di contraddizioni,
Colori, musica, bancarelle e mnazi vino di cocco,
Il tutto intorno alla bara del defunto,
È difficile per noi comprenderne il senso,
Si ha l'impressione di trovarsi in un rave,
Tra frastornati dalla musica e dall'alcol,
Poi però prende piede il dolore, e iniziano
A danzare tra urla con un ritmo tribale da trance,
La bara viene piano piano portata ai bordi della fossa dove avverrà la sepoltura,
Ed è qui che ho capito,
Ho capito che il dolore è dolore,
Ho capito che le lacrime non hanno colore,
Quando le mie si sono mescolate alle loro.
cbb4687d-2bf9-4376-a155-884ac8adb975
« immagine » Oggi ho incontrato il dolore In tutti i suoi aspetti, Certo un funerale giriama in kenya è un insieme di contraddizioni, Colori, musica, bancarelle e mnazi vino di cocco, Il tutto intorno alla bara del defunto, È difficile per noi comprenderne il senso, Si ha l'impressione di trovarsi...
Post
25/03/2018 21:11:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

la fragilità della vita

25 marzo 2018 ore 21:07 segnala

La fragilità della vita
Nella mia mano
Ci osserviamo per comprendere le nostre reciproche intenzioni
Penso alla facilità con cui si potrebbe sopprimere una vita
E penso a chi lo fa con la stessa facilità
Di un sbattere di palpebre
Ripenso ad un episodio di quando ero bambino
rientrando una sera d'estate con in mano
Tre lucciole felice di liberarle nella mia stanza,
Un ragazzotto mi si avvicina e con un gesto
Repentino mi serra la mano uccidendole,
Soddisfatto dello scherzo che mi aveva fatto
Inconsapevole del mio dolore per tre esistenze
Strappate alla vita per un amaro sorriso
Bagnato dalle lacrime altrui
E si... ci guardiamo negli occhi
Consapevoli che di amore non si muore
E lo affido al suo destino
Con i suoi occhi nei miei
be72a45c-504e-4e65-bfb9-d1deb1ca5458
« immagine » La fragilità della vita Nella mia mano Ci osserviamo per comprendere le nostre reciproche intenzioni Penso alla facilità con cui si potrebbe sopprimere una vita E penso a chi lo fa con la stessa facilità Di un sbattere di palpebre Ripenso ad un episodio di quando ero bambino rientrand...
Post
25/03/2018 21:07:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment