8 marzo La mia donna

07 marzo 2015 ore 16:27 segnala

...e la solita retorica della festa
travisando il suo vero senso
nelle mie incertezze nella mia inquietudine di vivere
non vedo altro che un business commerciale
tra fiori e cene "incandelate"

La porta del mio cuore aperta
e davanti ad un bicchiere di vita
ascolto irrompere nel silenzio impossibili passi
guardo verso la luce di un amore
tingersi di giallo mimosa il mio cuore
in un tuo sorriso il mio sopravvivere
e le lacrime d'improvviso divenire goccie di vita
che rivestono i miei inutili nudi giorni
una donna che sappia sconvolgere i ruoli schematizzati
di una banale esistenza
la donna che non aspetta
che strappa allo spietato intercorrere del tempo
la disperazione che imprigiona nella rassegnazione
un uomo nel suo ruolo di perdente
giocando la carta più importante e inattesa della sua vita
quella dell'amore
quella che saprà prevalere su qualsiasi piatto in tavola
su quel tavolo da gioco che è la nostra esistenza
la cui ultima mano ci porterà sempre e comunque lontano..

e allora auguri donna e non bussare, la porta è sempre aperta...

7bcda89b-5674-4310-95f3-13321abd12d6
« immagine » ...e la solita retorica della festa travisando il suo vero senso nelle mie incertezze nella mia inquietudine di vivere non vedo altro che un business commerciale tra fiori e cene "incandelate" La porta del mio cuore aperta e davanti ad un bicchiere di vita ascolto irrompere nel sile...
Post
07/03/2015 16:27:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. A.Lu 07 marzo 2015 ore 20:10
    Bella davvero. Sentita e sincera. E' una poesia per ogni giorno dell'anno, così usciamo dai recinti delle feste inutili.
  2. madmax134 07 marzo 2015 ore 21:36
    grazie A.Lu :-)
  3. 66Pandora 20 ottobre 2016 ore 21:14
    la sacra verità,la festa della donna,per il suo uomo è tutto i santi giorni del'anno.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.