Tanto per cominciare si dovrebbe iniziare morendo....

24 agosto 2011 ore 09:35 segnala


....e così il trauma è bello che superato. Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto che vai migliorando giorno dopo giorno, poi ti dimettono perché stai bene e la prima cosa che fai è andare in posta a ritirare la tua pensione e te la godi al meglio. Col passare del tempo le tue forze aumentano, il tuo fisico migliora, le rughe scompaiono, poi inizi a lavorare e il primo giorno ti regalano un orologio d’oro. Lavori quarant’anni finché non sei così giovane da sfruttare adeguatamente il ritiro dalla vita lavorativa. Quindi vai di festino in festino, bevi, giochi, fai sesso e ti prepari per iniziare a studiare. Poi inizi la scuola, giochi con gli amici, senza alcun tipo di obblighi e responsabilità, finché non sei bebè. Quando sei sufficientemente piccolo, ti infili in un posto che ormai dovresti conoscere molto bene. Gli ultimi nove mesi te li passi flottando tranquillo e sereno, in un posto riscaldato con room service e tanto affetto, senza che nessuno ti rompa i coglioni e alla fine abbandoni questo mondo in un orgasmo.


Woody Allen
759a10a2-26e1-4793-aadf-aa4bb98ea065
« immagine » ....e così il trauma è bello che superato. Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto che vai migliorando giorno dopo giorno, poi ti dimettono perché stai bene e la prima cosa che fai è andare in posta a ritirare la tua pensione e te la godi al meglio. Col passare d...
Post
24/08/2011 09:35:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    25

Commenti

  1. Yer.ma 24 agosto 2011 ore 10:07
    Troppo giusto!
  2. xxPetaliDiStellexx 24 agosto 2011 ore 12:53
    Certo che il signor "Allen" ne ha avuta di fantasia;-)

    Io, a riguardo di questo testo, ho visto un film intitolato:"Il curioso caso di Benjamin Button". La trama è presso che similissima a questa teoria di Woody Allen.

    Consiglio la visione di questo film a tutti quelli che avrebbero voglia di guardare come sarebbe la vita di un individuo se si potesse realmente vivere nel modo in cui descrive questo testo che ha postato Marco.

    Diciamo che superficialmente può sembrare interessante, mha...

    un caro saluto

    Serena:rosa
  3. direnulla 24 agosto 2011 ore 20:01



    Bello... MA l'idea nn mi ispira sinceramente.... Partendo da vecchio..... Beh dovresti avere una morale una certa conoscenza del mondo... Nn potresti tornare bambino ed essere spensierato... Semplicemente nn puoi.... Preferisco la vita così cm viene...l'idea di dover morire a fare tt ciò ke riteniamo giusto... Insomma va bene così... =) :rosa
  4. Marco 25 agosto 2011 ore 09:49



    "Per quello che vale, non è mai troppo tardi, o nel mio caso troppo presto,
    per essere quello che vuoi essere.
    Non c'è limite di tempo, comincia quando vuoi.
    Puoi cambiare o rimanere come sei, non esiste una regola in questo.
    Possiamo vivere ogni cosa al meglio o al peggio.
    Spero che tu viva tutto al meglio.
    Spero che tu possa vedere cose sorprendenti.
    Spero che tu possa avere emozioni sempre nuove.
    Spero che tu possa incontrare gente con punti di vista diversi.
    Spero che tu possa essere orgogliosa della tua vita.
    E se ti accorgi di non esserlo, spero che tu trovi la forza di ricominciare da zero."
  5. direnulla 25 agosto 2011 ore 12:35
    E' sempre il filo giusto, anche quando è sbagliato, perchè ti porta a riconoscere quello giusto.... come fai riconoscere la differenza tra dolce e salato se non assaggi entrambi?

  6. chanel1965 31 agosto 2011 ore 12:19
    come lo racconta Woody Allen sembra divertente,ma in realtà è triste, ho letto il libro da cui è stato tratto il film su Benjamin Button, e vedere il personaggio che regredisce man mano, perdendo coscienza di sè e dimenticando tutto fa commuovere. Anche il film alla fine fa piangere.La cosa migliore sarebbe diventare più giovane ma poi fermarsi lì, in un’età ideale in cui hai insieme spensieratezza ed esperienza, tra i 30 e i 40.
  7. caviardage 31 ottobre 2011 ore 00:27
    Semplicemente strepitoso..
    (forse sono anche di parte, amando Woody Allen. Ma non si può dire il contrario.)
  8. incondizionata.m3nte 16 aprile 2012 ore 22:10
    Nella sua perfezione sarebbe troppo imperfetto..
  9. namaste1 30 ottobre 2012 ore 19:01
    Di considerazioni ce ne sarebbero e tante,,
    il problema della morte e' cio'che dimentichiamo alla nascita,la conoscenza atavica ,e l'io divino ,, insomma,a parte l'esser risucchiato in un buco nero senza esservi la speranza (per alcuni certezza) del velo diafano a fondo via ,non mi sembra poi cosi'orgasmica la creazione ,anche perche'nell'orgasmo come la gioia c'e'una smorfia di dolore!
  10. IO.cipensodomani 12 dicembre 2013 ore 10:31
    si ha sempre poco tempo per essere bambini.....che bello se tutto finisse per ricominciare...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.