Il gioco d'azzardo

20 maggio 2017 ore 17:00 segnala
Il gioco d'azzardo di massa, tramite macchine, è pensato e organizzato da algoritmi per costruire una dipendenza.
La macchina è progettata per mettere a profitto questo inganno, lo Stato questo lo sa benissimo.
Lo scopo di queste macchine che ipocritamente lo Stato qualifica come giochi di abilità è quello di produrre dipendenti di massa.
E' impossibile giocare responsabilmente davanti a una slot.
Produrre la dipendenza è lo scopo primario di questo business.
Le slot machine sono esattamente questo e si presentano alla portata di tutti, a accesso immediato, però fortemente pericoloso.
Il giro d'affari legato al gioco d'azzardo legale di Stato e indotto dallo Stato si aggira sugli 84,5 miliardi di Euro, di fatturato, metà di questi 84 e passa miliardi di Euro, sono generati da macchine, slot machine, videolottery quello che viene definito il machine gambling in Italia è il problema cruciale per quanto riguarda il gioco d'azzardo.
Quando entrate in un bar, in una tabaccheria, in un locale vedete uomini e donne piegati su una macchina, si parla di quasi 2/3 della popolazione italiana, dovete capire che non sono solo uomini e donne piegati su una macchina ma sono i terminali di un circuito di predazione finanziaria che ha la sua testa nello Stato e il suo cuore in società offshore.
E' una droga di Stato.
Lo Stato la produce.
Lo Stato la induce attraverso la pubblicità.
Lo Stato la deduce dalle proprie responsabilità etiche, sociali e civili, ma c'è anche un altro punto:
lo Stato la appalta a privati.
Questo è un meccanismo perverso perché lo stesso Stato poi si perora di voler curare le patologie, di investire nella prevenzione.
Stiamo assistendo in questo caso a un'alleanza perversa tra business privato, business di Stato e, business della riabilitazione che è un vero e proprio meccanismo di prelazione finanziaria.
Gli interessi in gioco in questo settore sono tantissimi, sono molti per lo Stato che ci guadagna sugli 8 miliardi di Euro di entrate fiscali l'anno ma ne ha spese più di due per incassarlo.
Sono ancora di più per le corporation, le multinazionali spesso con sedi offshore che prendono le concessioni dallo Stato per gestire questo enorme business.

Il fiore più bello di tutti è l’onestà

17 maggio 2017 ore 11:13 segnala
Le persone oneste sono dirette, genuine e si godono quella felicità profonda che può nascere solo dalla coerenza tra pensieri e azioni. In loro non c’è nulla di impostato, solo pensieri chiari e un cuore limpido in cui la verità ha sempre in mano le redini della situazione e in cui l’umiltà è il vento che gonfia e spinge le vele della coscienza.

Chi sceglie di vivere in questo scenario di autenticità emotiva e psicologica sa che avrà un prezzo da pagare. Il primo tra tutti è evidente: l’onestà è sempre sincera, e questa sincerità ha più di un effetto collaterale nelle persone che non sono abituate a bocche senza peli sulla lingua e cuori che detestano le bugie.
41592103-bf83-484e-9dc1-960f9b12d12f
Le persone oneste sono dirette, genuine e si godono quella felicità profonda che può nascere solo dalla coerenza tra pensieri e azioni. In loro non c’è nulla di impostato, solo pensieri chiari e un cuore limpido in cui la verità ha sempre in mano le redini della situazione e in cui l’umiltà è il...
Post
17/05/2017 11:13:58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Innamorarsi sul posto di lavoro

19 aprile 2017 ore 10:04 segnala
Quante volte e’ accaduto di innamorarsi in ufficio o sul proprio posto di lavoro di un collega o ancor piu’ del proprio capo? La risposta a questa domanda e’ spesso, poiche’ le statistiche dimostrano che trascorriamo piu’ tempo sul posto di lavoro che con i nostri familiari o amici. Tale condizione in realta’ se da un lato facilita gli incontri per chi e’ single dall’altra aumenta la probabilita’ di uscire dal binario di un rapporto stabile, se pur temporaneamente, per vivere passioni o per liberarsi temporaneamente da una quotidianita’ divenuta noiosa o insostenibile.

Chi non sa amarsi, non saprà amarvi

03 aprile 2017 ore 10:18 segnala
È impossibile riuscire a offrire agli altri qualcosa che manca a noi stessi. Pensate, quindi, che se non siamo in grado di dare amore a noi stessi, difficilmente potremo avere una relazione sana con gli altri. Amare se stessi è il primo passo per sviluppare una base di fiducia e stabilità con l’altro.

Amare noi stessi significa darci la possibilità di scoprire il grande potenziale e la grandezza che c’è dentro di noi. Significa essere sinceri con noi stessi, impegnarci per raggiungere il nostro benessere. Inoltre, amare noi stessi implica stare attenti ai nostri bisogni vitali ed accettarci, rispettarci e amarci per quelli che siamo.

Quando smettiamo di giudicarci, di criticarci, di paragonarci agli altri, di esigerci di essere diversi da quelli che siamo, ci liberiamo finalmente di tutti i preconcetti che abbiamo su noi stessi. Quei preconcetti condizionano la nostra esistenza e ci portano a vivere, senza conoscere davvero, alcuni lati importanti e validi della nostra personalità.

9ce63a9b-1169-4488-a917-eaafd9e37fbd
È impossibile riuscire a offrire agli altri qualcosa che manca a noi stessi. Pensate, quindi, che se non siamo in grado di dare amore a noi stessi, difficilmente potremo avere una relazione sana con gli altri. Amare se stessi è il primo passo per sviluppare una base di fiducia e stabilità con...
Post
03/04/2017 10:18:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

È necessario amarsi e alimentare la propria autostima

25 marzo 2017 ore 09:39 segnala
Nessuno può rendervi infelici senza il vostro permesso. Per costruire una relazione di coppia felice, bisogna essere importanti per se stessi, amarsi e valorizzarsi. Dobbiamo dimostrare a noi stessi che ci amiamo, ogni giorno.

Quando ci saremo riusciti, sentiremo che non vogliamo accanto a noi qualcuno che non dimostra interesse nei nostri confronti e a cui la nostra presenza è indifferente. Non ci getteremo nelle mani di quell’assassino emotivo chiamato “indifferenza”, che ci farà soffrire a furia di silenzi insensati e messaggi ignorati.

Non importa quanti amori ci deludono, non importa se sentiamo di avere accanto a noi l’amore della nostra vita, o se non crediamo negli amori eterni. L’amore vero e indispensabile è l’amore puro che proviamo verso noi stessi, ed è a partire da questo sentimento che possiamo davvero discernere ciò che meritiamo da ciò che non meritiamo.

7c32139e-cfca-4831-a9c5-e6e1f8b763a7
Nessuno può rendervi infelici senza il vostro permesso. Per costruire una relazione di coppia felice, bisogna essere importanti per se stessi, amarsi e valorizzarsi. Dobbiamo dimostrare a noi stessi che ci amiamo, ogni giorno. Quando ci saremo riusciti, sentiremo che non vogliamo accanto a noi...
Post
25/03/2017 09:39:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

La mancanza di interesse distrugge l’affetto

24 marzo 2017 ore 08:29 segnala
L’amore bisogna dimostrarlo, non elemosinarlo. Non farlo significa sottomettere la nostra capacità di amare al peggiore degli assassini: l’indifferenza. L’indifferenza si basa sullo squilibrio della relazione e trova il suo sostegno nella debolezza delle fondamenta su cui abbiamo costruito il nostro rapporto.

A quel punto ci rendiamo conto che non tutti gli amori sono amori veri, che non sempre l’amore è reciproco, e che per essere felici in una coppia è necessario che entrambi i membri ridano insieme, siano complici e buoni amanti.

Solo quando non esistono bugie, scuse e disinteresse, il terreno può essere abbastanza fertile da far nascere un amore che basa la sua libertà su comportamenti salutari, e non su degli abusi. Le relazioni che valgono la pena sono quelle in cui abbiamo libertà di scelta, quelle in cui sentiamo vicinanza, quelle basate sull’apprezzamento, sul tempo condiviso e sui sentimenti di affetto reciproco.

1fcfce0f-ced9-445b-b85e-9fbcd9f9c2b5
L’amore bisogna dimostrarlo, non elemosinarlo. Non farlo significa sottomettere la nostra capacità di amare al peggiore degli assassini: l’indifferenza. L’indifferenza si basa sullo squilibrio della relazione e trova il suo sostegno nella debolezza delle fondamenta su cui abbiamo costruito il...
Post
24/03/2017 08:29:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Il lutto di amare chi non ci ama

23 marzo 2017 ore 10:12 segnala
Rendersi conto che qualcuno che amiamo non ci ama e dirgli addio per sempre, o capire che qualcuno non ci sta dimostrando le attenzioni e l’affetto che meriteremmo, richiede di rispettare un periodo di “lutto” personale. Ci richiede di ritagliarci uno spazio personale da dedicare alla comprensione di ciò che ci è successo.

Il lutto per amore ha bisogno di riflessione e superamento, perché l’angoscia che ci invade quando ci rendiamo conto che qualcuno non ci ama, scatena delle emozioni in grado di divorarci dall’interno. Sentiamo che quella persona ha tradito i nostri sentimenti e si è presa gioco della nostra capacità di amare.

878012f1-0f41-4105-adfb-d3f40569b3e5
Rendersi conto che qualcuno che amiamo non ci ama e dirgli addio per sempre, o capire che qualcuno non ci sta dimostrando le attenzioni e l’affetto che meriteremmo, richiede di rispettare un periodo di “lutto” personale. Ci richiede di ritagliarci uno spazio personale da dedicare alla comprensione...
Post
23/03/2017 10:12:50
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    5

L’amore elemosinato non è amore

22 marzo 2017 ore 10:30 segnala
L’amore che si elemosina non è amore: è mancanza di dignità e di rispetto verso se stessi. Perché amare qualcuno significa prendersi cura di lui ed evitare di farlo soffrire, non causargli dolore. Per questo dovete mantenervi al riparo dai falsi amori e risparmiarvi questo dolore, altrimenti significa che non state amando voi stessi.

Amarsi è il primo passo per vivere l’amore in modo pieno, per non cadere nella manipolazione, nei maltrattamenti o nella vittimizzazione. Probabilmente quando ci troviamo in una situazione di questo tipo, pensiamo che la sofferenza sia inevitabile, ma in realtà non è così.

Ogni essere umano è in grado di superare se stesso, di impedire che gli altri approfittino dei suoi sentimenti, e di valutare quali relazioni sia meglio chiudere, perché non offrono gioia, né serenità, né tanto meno crescita personale.

f28651e1-1cf2-4961-adcd-f9d07646982b
L’amore che si elemosina non è amore: è mancanza di dignità e di rispetto verso se stessi. Perché amare qualcuno significa prendersi cura di lui ed evitare di farlo soffrire, non causargli dolore. Per questo dovete mantenervi al riparo dai falsi amori e risparmiarvi questo dolore, altrimenti...
Post
22/03/2017 10:30:11
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Cosa ha irreparabilmente rovinato le donne

11 marzo 2017 ore 09:54 segnala
Ma vi pare possibile che nel 2017 uno debba scrivere un post come questo in forma anonima per non rischiare di essere linciato pubblicamente dalle vestali della morale e della dignità femminina? Eppure negli Stati Uniti ha vinto Trump, tutto dovrebbe essere lecito. Al di là delle mie preoccupazioni, quello che segue è un semplice ottalogo che proverà a cimentarsi nell’ardua impresa di ricostruire le cause principali della rovina della donna. Ovviamente si scherza, è un post ironico, che va preso come tale, ma il fatto di dover fare questa precisazione mi fa cadere in una terribile depressione dalla quale non ne uscirò se non tra cinque minuti.Credo sia comunque il momento di iniziare ciò che è stato promesso.




#1. IL PICCOLO PRINCIPE

Cosa ha fatto del Piccolo Principe il libro preferito di tutte le donne di questo pianeta? Forse il fatto che fosse rivolto ai minori di 10 anni? Non lo sappiamo; quello che sappiamo è che siamo stufi di vedere ritratti di quell’efebico ragazzetto biondo impiastricciare tutte le bacheche esstenti, da quelle dei social a quelle dell’universitài; una specie di Justin Bieber conciato come un rappresentante della nobiltà agli Stati Generali, che, se esistesse giustizia, farebbe la stessa fine dei suoi compagni del secondo stato.

Insomma, tutte queste amorevoli frasette sull’amicizia, l’amore e la vita vanno benissimo per chi non ha ancora fatto un solo giorno di lavoro in vita sua, e non fanno altro che rompere l’anima a noi maschi che dobbiamo fare finta di apprezzarle quando ci vengono citate da qualcuna con cui vogliamo andare in gol.


#2. SEX & THE CITY

Proprio l’altra sera mi sono ritrovato in una stanza d’albergo con un televisore talmente empatico nei miei confronti da togliermi l’ansia della scelta dei programmi da vedere: prendeva solo Paramount Channel. Mi sono visto così tre puntate di seguito di sto Sexenddesiti. C’è una tizia bionda che la dà tutti, una rossa che è incinta ma la dà a tutti, un cavallo biondo che la dà a tutti e una tizia mora che sembra suora ma in realtà la dà a tutti, e nonostante ciò l’unica cosa che le donne sembrano aver assimilato da sto programma pieno di buchi di sceneggiatura è l’ossessione per le scarpe.


#3. AUDREY HEPBURN

Audrey Hepburn, il punto di riferimento di tutte le millenials è la cosa peggiore che potesse capitare alle donne. Questo cinismo da quattro soldi del personaggio mentale impersonificato dall’attrice, quest’aria svagata e fredda, questa celebrazione dell’anaffettività che va tanto di moda, all’inizio può far sorgere qualche sorrisetto di narcisistica soddisfazione nel volto delle donne che vi si identificano, ma nel tempo non può portare ad altro che a suicidarsi con barbiturici in un monolocale affittato a cedolare secca.


#4. LE BALLERINE

Sono brutte. Esaltano i polpacci, che vanno esaltati meno di un giudice di X Factor. Rovinano la figura femminile. Uccidono le erezioni.


#5. INSTAGRAM

Per essere felici basta fare le seguenti cose: leggere, imparare un’arte, essere gentili con gli altri, che è esattamente l’opposto di quello che fanno le donne con Instagram.

Ah, è non dite che vale lo stesso per gli uomini, gli uomini con Instagram si masturbano anche.

#6. LIGABUE

Ligabue ha creato questa orripilante specie di fangirl capaci di andare ai suoi concerti indossando bandane. Si, avete capito bene: bandane. Bandane, storie di provincia, cori di provincia, leggera puzza di white supremacism, ascelle pezzate: questi sono gli ingredienti di un concerto del Liga, ingredienti che hanno influenzato le donne rendendole delle redneck sdentate ma nella provincia italiana.

Ah e non dimentichiamo la bandana.


#7. LA GRAMMATICA

Questa storia delle donne che non escono con un uomo che scrive cose tipo “se avrei” ha rotto il cazzo. Primo perché è falsa, in quanto il sesso femminile, come l’altro sesso, scopa volentieri anche una persona che non conosce l’alfabeto, basta sia di bell’aspetto. Secondo perché è da depensanti, in quanto concentrarsi su un errore di grammatica snobbando il contenuto nel suo totale è uno dei più grandi sintomi di ignoranza esistenti, peggio di pulirsi il culo con uno spazzolino da denti od essere fan di Calciatori Brutti.


#8. RYAN AIR

Si sa che la donna ha la mania dei viaggetti, non per interesse culturale, non per spirito avventuriero, non per progressismo illuministico; la donna ama viaggiare per dirlo alle amiche (a voce o attraverso foto sui social, è indifferente). Perciò sta moda dei voli low cost non ha fatto altro che alimentare il male, è come dare mangime infinito ai piccioni di piazza San Marco fino a farli esplodere ed imbrattare coi loro resti le procuratie.
9595bb5e-4ce8-41c9-86aa-1226a9f8552e
Ma vi pare possibile che nel 2017 uno debba scrivere un post come questo in forma anonima per non rischiare di essere linciato pubblicamente dalle vestali della morale e della dignità femminina? Eppure negli Stati Uniti ha vinto Trump, tutto dovrebbe essere lecito. Al di là delle mie...
Post
11/03/2017 09:54:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    5

I motivi per cui alle donne piacciono gli stronzi

20 febbraio 2017 ore 10:04 segnala
“Ma a me gli stronzi mica piacciono!” Certo che ti piacciono, stupida oca, altrimenti a prosperare sarebbero i geni delle persone timide e insicure, non quelli dei tronisti. Quindi non inventare foglie di fico troppo piccole per nascondere le tue grandi bugie – ognuno ama ciò che si merita. Ma qui non vogliamo giudicare, solo capire. Pertanto ecco la spiegazione del perché le donne amano gli stronzi in 20 comodissimi punti.


#Non fingono di essere ciò che non sono
#Sanno cosa fare con una donna. O almeno danno l’impressione di saperlo.
#Ci provano però mai a costo della propria dignità.
#Non perdono tempo a leggere liste su come provarci con una donna, ma seguono la metodologia empirica.
#Ti mandano a cagare senza scusarsi due minuti dopo per paura di perdere l’unica chance di scopare avuta nel 2015.
#Le ferite inferte da una bottiglia rotta durante l’ennesima rissa sono molto più virili dei film di Wes Anderson tipici dei maschi insicuri.
#Sono sinceri nel far capire alle donne qual è la considerazione che hanno di loro.
#Non hanno il carattere di una polpetta.
#Marco Ferradini è un alieno che ha fottuto il cervello della popolazione femminile italiana e poi è tornato su Saturno. Sarà mica un caso che nessuno ha più sentito parlare di lui dopo Teorema?
#Non chiedono “Sei venuta?”
#Sono così sicuri di essere i migliori che riescono a convincere anche te.
#Sono così insistenti da prenderti o per sfinimento o stalking.
#Millantano trombate così incredibili che almeno un giro glielo vuoi concedere.
#È meglio piangere per colpa di uno stronzo che per un appassionato di origami.
#Non fanno la figura dei pagliacci perché non hanno mai creduto alla storiella per cui l’importante farla ridere.
#Hanno il fascino del treno che passa una volta sola, non del regionale Aversa-Caserta.
#Calpestare il cuore di uno stronzo è molto più sfidante che calpestare uno zerbino.
#Capiscono subito con chi possono farcela e con chi no – anche se il fatto che ce la possano fare con quasi tutte rende il compito molto più facile.
#Per loro la figa viene dopo quasi tutto il resto – dover scalare un ranking è più eccitante che mantenere un primato.
#Sono così stronzi che danno una scusa alle donne per fare ciò che più amano: lamentarsi.
0eeb2dda-70e9-4c57-a4f2-3e8510431ee4
“Ma a me gli stronzi mica piacciono!” Certo che ti piacciono, stupida oca, altrimenti a prosperare sarebbero i geni delle persone timide e insicure, non quelli dei tronisti. Quindi non inventare foglie di fico troppo piccole per nascondere le tue grandi bugie – ognuno ama ciò che si merita. Ma qui...
Post
20/02/2017 10:04:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment