Una tela bianca

23 marzo 2017 ore 17:30 segnala


Vorrei tu fossi una tela bianca su cui dipingere la nostra storia, e invece no, sei una tela incrostata da mille sfumature di vernice, ogni cicatrice rappresenta una parte di te, ogni ferita sulla tua anima qualcosa che ti hanno portato via.
Io non voglio una donna che sia un’amante e una madre. Io voglio solo una donna, e voglio te.
Ma tu sei ancora a chiederti qual è il tuo futuro e non sai ancora chi sei e cosa farai da grande, quando grande già lo sei da un pezzo.
Ti guardi allo specchio e non vedi quello che vedo io, è come se nella tua testa il ritratto di Dorian Gray fosse lì, davanti a te, immutabile come quando eri adolescente.
Ti guardi allo specchio e non capisci davvero chi sei.
Vorrei tu fossi una tela bianca e invece sei un quadro di Dalì, di Picasso o di Magritte, dove quello che vedi non è mai quello che sembra
18e5e961-8c65-432b-a71c-0c7d3a4a5f63
« immagine » Vorrei tu fossi una tela bianca su cui dipingere la nostra storia, e invece no, sei una tela incrostata da mille sfumature di vernice, ogni cicatrice rappresenta una parte di te, ogni ferita sulla tua anima qualcosa che ti hanno portato via. Io non voglio una donna che sia un’amante ...
Post
23/03/2017 17:30:41
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Silenzi

22 marzo 2017 ore 12:24 segnala


Mi chiedo come fai a sapere tante cose di me anche se non mi conosci. Poi capisco, io ti parlo anche con il silenzio.
Io ti parlo attraverso i miei occhi. I miei silenzi, silenzi infiniti, raccontano storie, episodi della mia vita che solo attraverso gli occhi si possono decifrare.
A volte vedo che vorresti dirmi tante cose... ma le parole ti muoiono così come sono nate.
Perché sai che ogni parola pronunciata in quei silenzi infiniti sarebbe una parola di troppo.
I miei silenzi svelano all’anima ciò che il corpo tace.
908c3a82-0f77-4646-a91a-ce531b06b5a7
« immagine » Mi chiedo come fai a sapere tante cose di me anche se non mi conosci. Poi capisco, io ti parlo anche con il silenzio. Io ti parlo attraverso i miei occhi. I miei silenzi, silenzi infiniti, raccontano storie, episodi della mia vita che solo attraverso gli occhi si possono decifrare. A...
Post
22/03/2017 12:24:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Guardarti

21 marzo 2017 ore 12:18 segnala


Ricordo una notte in cui rimasi alzato ad aspettare il tuo risveglio, a guardarti per fissare nella mia mente i tuoi lineamenti, le tue labbra, per vedere le smorfie che facevi, per godere di quell'istante, solo mio, in cui saresti stata per sempre e solo per me.
Aspettai lì a guardarti solo per far sì che il mio sorriso sarebbe stata la prima cosa che avresti visto non appena aperto gli occhi, perché tu pensassi che io mi prendo cura di te anche mentre dormi.
Hai sempre detto che io non ti amo. Ma che ne sai tu di quello che provo io?
Hai sempre detto che io ti desidero solamente. Se ti avessi desiderato, ti avrei detto semplicemente “ti desidero”! Non sarei qui per sentire ancora il tuo profumo se non ti amassi, me ne sarei già andato.
Forse questo, anche se può sembrarti sbagliato, è il mio modo di amarti.
E poi saprò bene cosa provo per te. O vuoi sapere cosa mi passa per la testa!
Chi sei tu per decidere che cos'è l'amore? Sei una Dea? Non credo! Sei una comune mortale come me, una splendida comune mortale, ma sei come me.
E solo adesso mi viene in mente perché potevamo essere il nostro più bel rimorso e invece siamo stati il più triste dei rimpianti.

Fumo

15 marzo 2017 ore 10:13 segnala


Dal pc si diffonde una canzone dolce dei Subsonica a farmi compagnia, aspiro il mio sigaro, fumo per scacciare via quel senso di vuoto.
L'amaro.
Ho capito la tua fragilità, la tua dolcezza dal primo istante.
La fragilità e la dolcezza che mi hanno fatto innamorare di te, ora sembrano allontanarti.
E continuo a fumare, aspiro lentamente mentre vedo le spire del fumo disperdersi ondulando come in una strana danza.
Lo sapevo che se tocchi il fuoco prima poi ti bruci.
Lo sapevo, ma so anche che non c'è nulla di più bello che sfiorare il fuoco e sentirsi vivo.
Quanto può spaziare una mente quando il pensiero è sempre lo stesso?
Per alcune persone il mondo è sempre stato lineare, non pe me!
Per me è stata sempre un'infinita salita, un’infinita sequenza di prove.
Sono stanco di dover dare sempre un senso alle mie emozioni.
Sono emozioni e le emozioni non hanno un senso, l'amore non ha un senso, l'amore capita.
Puoi innamorarti del cuore di una persona, del suo coraggio, del suo sguardo o puoi chiuderti in una casa con le tue certezze e non amare mai, "nessun pericolo per te" direbbe Vasco.
La musica continua a diffondersi, e io fumo

be153042-ae78-4d1a-9655-dbdde0d16640
« immagine » Dal pc si diffonde una canzone dolce dei Subsonica a farmi compagnia, aspiro il mio sigaro, fumo per scacciare via quel senso di vuoto. L'amaro. Ho capito la tua fragilità, la tua dolcezza dal primo istante. La fragilità e la dolcezza che mi hanno fatto innamorare di te, ora sembrano...
Post
15/03/2017 10:13:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Se fosse quì

14 marzo 2017 ore 12:20 segnala


Sono quì al mio solito bar, al solito tavolino con la tazzina di caffé davanti.
Non so come sia possibile, ma io sento il suo profumo.
Mentre assaporo il caffé, immagino come sarebbe averla quì, prendere la sua mano, sfiorarla con le labbra solo per il gusto di sentire ancora quel profumo.
Se solo fosse quì, se solo fosse ancora quì...
77a0a9c5-62e2-4402-934c-1096d1d2e8b1
« immagine » Sono quì al mio solito bar, al solito tavolino con la tazzina di caffé davanti. Non so come sia possibile, ma io sento il suo profumo. Mentre assaporo il caffé, immagino come sarebbe averla quì, prendere la sua mano, sfiorarla con le labbra solo per il gusto di sentire ancora quel ...
Post
14/03/2017 12:20:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Bigotti

09 marzo 2017 ore 14:50 segnala


Ho creato questo blog solo perchè una bigotta, assurta all'onere di sceriffo come amministratore, ha deciso che una mia foto su di un post (tra l'altro la foto è quella ufficiale della giornata contro la violenza sulle donne del 2008) era "oscena" perché mostrava le tette, e quindi mi ha oscurato il sito.
Come sempre si bada molto all'apparenza e poco alla sostanza.



Una povera repressa trova sconveniente e osceno la messa in mostra di due tettine, il che su un sito d'incontri mi sembra obbiettivamente fuori luogo, ma non ha nulla da ridire su quanto di peggio viene messo in mostra quì, o su cosa si dice nelle chat.



All'inizio ho provato ad interagire, ma c'erano persone che cominciavano ad offendere e insultare senza alcun motivo, se rispondevi c'era un admin che ti invitava a smettere altrimenti ti segnalava (che cazzo significa poi, non l'ho capito).
Morale, dopo aver mandato affanculo l'admin, ho deciso di non entrare più sulle chat, ma solo di scrivere sul mio blog.
Adesso una povera repressa (vero signora ASIA?) si erge a paladina della moralità più per ostentazione che per convinzione.
Vorrei dirle di giudicarmi per quello che dico, mentre io la giudicherò per quello che ha capito. Nulla.

Il tutto condito da una dose massiccia di bigottismo ed ignoranza.
Perchè "amica" mia, parafrasando quello che disse Platone "Di tutte le bestie selvagge, l'ignoranza è la più difficile da trattare" ma il bigottismo neanche scherza, aggiungo io.
78a307a3-2100-4467-8a66-ae852668fcf9
« immagine » Ho creato questo blog solo perchè una bigotta, assurta all'onere di sceriffo come amministratore, ha deciso che una mia foto su di un post (tra l'altro la foto è quella ufficiale della giornata contro la violenza sulle donne del 2008) era "oscena" perché mostrava le tette, e quindi m...
Post
09/03/2017 14:50:31
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    3