La speranza

26 aprile 2018 ore 23:10 segnala


La speranza
(EMILY DICKINSON)



La speranza è un essere piumato
che si posa sull’anima,
canta melodie senza parole e non finisce mai.

La brezza ne diffonde l’armonia,
e solo una tempesta violentissima
potrebbe sconcertare l’uccellino
che ha consolato tanti.

L’ho ascoltato nella terra più fredda
e sui più strani mari.
Eppure neanche nella necessità
ha chiesto mai una briciola – a me.


85010e18-d35c-4685-9a95-748e11ed84a5
« immagine » La speranza (EMILY DICKINSON) La speranza è un essere piumato che si posa sull’anima, canta melodie senza parole e non finisce mai. La brezza ne diffonde l’armonia, e solo una tempesta violentissima potrebbe sconcertare l’uccellino che ha consolato tanti. L’ho ascoltato nella te...
Post
26/04/2018 23:10:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Lunedì dell'Angelo

04 aprile 2018 ore 07:33 segnala


Andare là dove riesci a stare bene, andarci con la famiglia, fare le cose semplici che ti regalano un senso di pace, ecco il mio lunedì dell'Angelo: con la famiglia a visitare un luogo per mia madre, ma anche per me, sacro e che riempie di serenità (Pietrelcina, la casa dove è nato Padre Pio e la vicina chiesetta dove ha iniziato il suo percorso di santità); respirare aria pura; mangiare prodotti genuini e ben cucinati in una piccola azienda agrituristica. Una bella giornata pensando anche e di più a lui. :cuore

La verità è che mi sono innamorata di te

23 marzo 2018 ore 14:43 segnala


La verità è che mi sono innamorata di te, non perché non avevo niente da fare, ma perché mi hai conquistata con la tua dolcezza, le tue sofferenze portate con un sorriso, il tuo amare così profondamente.
Di te ricordo ogni gesto, ogni movenza: il tuo gesticolare, quell'accarezzarti dei capelli, quel modo di corrugare la fronte, quelle tue labbra carnose. Credevo che non potesse essere più possibile per me conoscere l'amore, invece ora mi tocca conoscerne le sofferenze: le mie, le tue.


35ca2e39-13f9-4587-9032-307e61e0ba04
« immagine » La verità è che mi sono innamorata di te, non perché non avevo niente da fare, ma perché mi hai conquistata con la tua dolcezza, le tue sofferenze portate con un sorriso, il tuo amare così profondamente. Di te ricordo ogni gesto, ogni movenza: il tuo gesticolare, quell'accarezzarti d...
Post
23/03/2018 14:43:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Fatal incontro

10 marzo 2018 ore 08:39 segnala




Ti amo

Con i miei stati d’animo che sono tanti

E mutano di umore continuamente

Per quello che già sai, il tempo, la vita, la morte


Ti amo

Con il mondo che non capisco

con la gente la gente che non capisce,

con l’ambivalenza della mia anima,

con l’incoerenza delle mie azioni,

con la fatalità del destino,

con la cospirazione del desiderio,

con l’ambiguità dei fatti.

Anche quando ti dico che non ti amo

ti amo,

persino quando ti tradisco, non ti tradisco

nel profondo, porto avanti un piano,

per amarti di più.


Ti amo...

Senza riflettere, incoscientemente,

irresponsabilmente, spontaneamente,

involontariamente, per istinto,

per impulso, irrazionalmente.

In effetti non ho argomenti logici,

nemmeno improvvisati

per fondare questo amore che sento per te,

che sorse misteriosamente dal nulla,

che no ha risolto magicamente nulla,

e che miracolosamente, poco a poco, con poco y niente

ha migliorato il peggio di me.


Ti amo,

ti amo con un corpo che non pensa,

con un cuore che non ragiona,

con una testa che non coordina.

Ti amo

incomprensibilmente,

senza chiedermi perché ti amo,

senza importarmi perché ti amo,

senza pormi dei dubbi sul perché ti amo.


Ti amo

Semplicemente perché ti amo,

io stesso non so perché ti amo.


Pablo Neruda


7a0e83d0-dc8c-41a3-bcff-f5be6a9bc50f
« immagine » Ti amo Con i miei stati d’animo che sono tanti E mutano di umore continuamente Per quello che già sai, il tempo, la vita, la morte Ti amo Con il mondo che non capisco con la gente la gente che non capisce, con l’ambivalenza della mia anima, con l’incoerenza delle mie...
Post
10/03/2018 08:39:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    5

Bloccata, sbloccata, preferita...boh?

12 febbraio 2018 ore 19:34 segnala


Dopo un commento ad un tuo post mi sono ritrovata improvvisamente bloccata da te, non ne conosco i motivi, ho accettato questa tua decisione.
Ora rientrando in chatta, non solo non mi trovo bloccata, ma anche che mi hai messa tra i favoriti. Non so che dire, di certo sei imprevedibile perché non credo tu stia giocando con me, per quale motivo dovresti farlo.
Però consenti a chi poco mastica di queste strategie, avvezza più a discutere questioni legali, di nutrire qualche dubbio, per questo mi sono decisa di scrivere qui e non in pvt (oltretutto non l'ho mai fatto da quando mi sono reiscritta a chatta). Naturalmente non ricambio la tua scelta e, quindi, non rientrerai tra i miei favoriti. Se vorrai potrai fornirmi chiarimenti qui o anche in privato, poco importa.
Volevo solo esserti amica, nulla di più.

56e7aa19-ea7c-4e78-9312-fb7ad9b787e6
« immagine » Dopo un commento ad un tuo post mi sono ritrovata improvvisamente bloccata da te, non ne conosco i motivi, ho accettato questa tua decisione. Ora rientrando in chatta, non solo non mi trovo bloccata, ma anche che mi hai messa tra i favoriti. Non so che dire, di certo sei imprevedibi...
Post
12/02/2018 19:34:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    1

L'uomo dal cappello a falde larghe

06 gennaio 2018 ore 18:48 segnala


Vengo spesso nella tua città, mi lega l'amicizia con un simpaticissimo avvocato sannita e la sua famiglia. Sono venuta una di queste sere, Corso Garibaldi, luci di Natale, atmosfera festosa, davanti a me il grande albero di Natale illuminato, dietro la ruota panoramica pure essa illuminata. Le immagini colorate di un presepe proiettate sulla facciata del castello. Bella questa città, ne sono innamorata. Una sagoma mi colpisce in un gruppo sotto l'albero: ha il cappello a falde larghe, un giaccone marrone, un bimbo che gli salta addosso. Il cuore ha un sussulto, accelero il passo, gli sono vicino, quasi lo sfioro, gli occhi a stento si vedono sotto la larga falda del cappello. Sei tu!!!! Ti guardo, mi guardi; ti sorrido, non mi sorridi. Un bimbo meraviglioso gioca con il tuo cappello, te lo toglie, sorridi, sorrido. Sei andato via senza voltarti giocando con quel bambino, ho sorriso, mentre una lacrima scendeva incontrollata sul mio viso. L'incontro: un regalo inaspettato sotto l'albero della tua città.


ee71685e-3d3b-44d9-a658-9165268badd1
« immagine » Vengo spesso nella tua città, mi lega l'amicizia con un simpaticissimo avvocato sannita e la sua famiglia. Sono venuta una di queste sere, Corso Garibaldi, luci di Natale, atmosfera festosa, davanti a me il grande albero di Natale illuminato, dietro la ruota panoramica pure essa illu...
Post
06/01/2018 18:48:42
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Amo te

03 gennaio 2018 ore 17:35 segnala

“Amo in te”
Nazim Hikmet


Amo in te
l’avventura della nave che va verso il polo
amo in te
l’audacia dei giocatori delle grandi scoperte
amo in te le cose lontane
amo in te l’impossibile
entro nei tuoi occhi come in un bosco
pieno di sole
e sudato affamato infuriato
ho la passione del cacciatore
per mordere nella tua carne.

amo in te l’impossibile
ma non la disperazione.


83f0caa6-4573-4da6-a87f-e1346601174d
« immagine » “Amo in te” Nazim Hikmet Amo in te l’avventura della nave che va verso il polo amo in te l’audacia dei giocatori delle grandi scoperte amo in te le cose lontane amo in te l’impossibile entro nei tuoi occhi come in un bosco pieno di sole e sudato affamato infuriato ho la passione del...
Post
03/01/2018 17:35:05
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Il tempo prezioso delle persone mature

01 gennaio 2018 ore 20:12 segnala

Mário de Andrade (1893-1945) – Poeta, musicologo e narratore brasiliano, grande amico di Giuseppe Ungaretti, è considerato uno dei fondatori del modernismo.

«Ho contato i miei anni ed ho scoperto che ho meno tempo da vivere da qui in avanti di quanto non ne abbia già vissuto.
Mi sento come quel bambino che ha vinto una confezione di caramelle e le prime le ha mangiate velocemente, ma quando si è accorto che ne rimanevano poche ha iniziato ad assaporarle con calma.
Ormai non ho tempo per riunioni interminabili, dove si discute di statuti, norme, procedure e regole interne, sapendo che non si combinerà niente…
Ormai non ho tempo per sopportare persone assurde che nonostante la loro età anagrafica, non sono cresciute.
Ormai non ho tempo per trattare con la mediocrità.
Non voglio esserci in riunioni dove sfilano persone gonfie di ego.
Non tollero i manipolatori e gli opportunisti.
Mi danno fastidio gli invidiosi, che cercano di screditare quelli più capaci, per appropriarsi dei loro posti, talenti e risultati.
Odio, se mi capita di assistere, i difetti che genera la lotta per un incarico maestoso.
Le persone non discutono di contenuti, a malapena dei titoli.
Il mio tempo è troppo scarso per discutere di titoli.
Voglio l’essenza, la mia anima ha fretta…
Senza troppe caramelle nella confezione…
Voglio vivere accanto a della gente umana, molto umana.
Che sappia sorridere dei propri errori.
Che non si gonfi di vittorie.
Che non si consideri eletta, prima ancora di esserlo.
Che non sfugga alle proprie responsabilità.
Che difenda la dignità umana e che desideri soltanto essere dalla parte della verità e l’onestà.
L’essenziale è ciò che fa sì che la vita valga la pena di essere vissuta.
Voglio circondarmi di gente che sappia arrivare al cuore delle persone…
Gente alla quale i duri colpi della vita, hanno insegnato a crescere con sottili tocchi nell’anima.
Sì… ho fretta… di vivere con intensità, che solo la maturità mi può dare.
Pretendo di non sprecare nemmeno una caramella di quelle che mi rimangono…
Sono sicuro che saranno più squisite di quelle che ho mangiato finora.
Il mio obiettivo è arrivare alla fine soddisfatto e in pace con i miei cari e con la mia coscienza. Spero che anche il tuo lo sia, perché in un modo o nell’altro ci arriverai…»



53bcfdf7-127c-42c1-9c6f-0e5973d4536e
« immagine » Mário de Andrade (1893-1945) – Poeta, musicologo e narratore brasiliano, grande amico di Giuseppe Ungaretti, è considerato uno dei fondatori del modernismo. «Ho contato i miei anni ed ho scoperto che ho meno tempo da vivere da qui in avanti di quanto non ne abbia già vissuto. Mi sent...
Post
01/01/2018 20:12:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
  • commenti
    comment
    Comment

Fu vero amore?

30 dicembre 2017 ore 12:10 segnala


Il matrimonio tra Elisabetta Gregoraci e Flavio Briatore è finito, aveva ragione chi sosteneva che la loro unione non poteva durare?
La Gregoracci, bella e (poco) nota show girl; Briatore, ricco uomo con numerosi business diversificati in diversi settori; 30 anni di differenza tra i due.
Senza voler entrare nel merito se fu o meno vero amore, di certo si sono separati con amore e per l'amore del figlio nato dal loro matrimonio.
Nessun litigio, nessun gossip, hanno di comune accordo deciso e di comune accordo hanno stabilito i termini della separazione. L'importante è lasciarsi in pace, esempio da seguire.