Cani sciolti

23 giugno 2020 ore 17:02 segnala
In questo periodo di complicata chiusura, la cosa dei poveri cani utilizzati come lasciapassare per uscire l'abbiamo sentita tutti. La rete pullulava di meme col cane sfinito che non vuole più uscire a fare i bisognini, il cane astuto che ricatta i padroni o non vuole farsi portare fuori, la gente che non ha mai avuto un cane che corre a comprarne uno solo per poter uscire. Anche nel mio quartiere ci sono diversi proprietari di cani, li vedevo ogni tanto dalla finestra col loro cagnolino o cagnone al guinzaglio mentre facevano la sacrosanta passeggiata.
Tutti quieti e composti, tranne uno. C'era, e c'è ancora, un tizio sul palestrato spinto che porta fuori il cane e lo molla, di tenerlo al guinzaglio non se ne parla nemmeno. Ora, io non ho cani, non ne ho mai avuti e mai ne avrò quindi secondo le migliori tradizioni mi espongo con beata incoscienza parlando di cose di cui non so assolutamente un cazzo. Però, da quel che so e vedo, il cane lasciato libero fa cose da cane, ovvero correre come un pazzo avanti e indietro, abbaiare, vedere se si riesce a rimediare qualcosa di schifoso da mangiare, pisciare random e deporre sul marciapiedi omaggi che lo rendono un ottimo allenamento per lo slalom speciale, cercare qualche culo di altro cane a cui dare una sniffata e possibilmente, previo accordi, anche altro. Ma non è delle mie carenze in campo etologico che voglio parlare oggi.
Il cane in genere non credo brilli per coscienza dei propri limiti e per rispetto degli orari, men che meno il cane in questione che una volta mollato a fare il suo sporco mestiere di cane si divertiva come un pazzo e non voleva saperne di tornare in casa. E il padrone iniziava a chiamarlo. Alterandosi progressivamente con una crescita esponenziale del tasso di incazzatura, che si rifletteva nei decibel degli urli. Ecco, la cosa particolare è che questo tizio ha imposto al suo quadrupede canino un nome che sta tra il thriller e lo splatter. Non lo scrivo perché sono contrario a fornire indizi che possono rivelare la mia identità a gente grande, grossa e tendenzialmente facile all'incazzatura, ma potrebbe essere una roba tipo Chtulhu, o Leatherface, o qualsiasi altra amenità del genere.
Io non lo sapevo, e l'ho scoperto in una circostanza particolare. Immaginate un tardo pomeriggio di fine Marzo. Freddo, ormai è già buio. Notizie sulla pandemia ben poco rassicuranti, bollettini tragici. In strada sirene a ripetizione dal mattino, per tutto il giorno. Esco sul balcone e vedo una ambulanza ferma davanti al palazzo di fronte, lampeggianti azzurri in funzione. Scende qualcuno bardato da incidente nucleare, entra nel palazzo e ne esce poco dopo seguito a rigorosa distanza da un tizio che cammina lentamente e si infila nell'ambulanza. E mentre sto guardando questa scena da fiction catastrofica, nella gelida oscurità si leva un urlo belluino a centottanta decibel.

"FreeeddiiieKruuugeeeer"

Seguito da un abbaiare festoso. E io coi peli dritti guardo la luna in cielo, ma la voce di LSD che mi chiede di portare dentro un sacchetto per l'organico mi ferma prima che io possa prorompere nell'ululato squarciatonsille che avevo in mente.
765be9f9-12de-40e8-918b-26fb57b3f299
In questo periodo di complicata chiusura, la cosa dei poveri cani utilizzati come lasciapassare per uscire l'abbiamo sentita tutti. La rete pullulava di meme col cane sfinito che non vuole più uscire a fare i bisognini, il cane astuto che ricatta i padroni o non vuole farsi portare fuori, la gente...
Post
23/06/2020 17:02:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.