Night

06 novembre 2017 ore 16:17 segnala



Night


The joint family gathers for the day’s final feast: sleep.
The charpais are brought out into the cool, starry courtyard.
Bodies are splayed against their latticed, open ropework.
The men rub hairy paunches and, with their wives, loudly discuss
Business, neighbours, servants, children, holy men, each other.
The children dodge and duck around the charpais.

After the hot day, no-one wants to let go of the coolness:
so there is general, sleepy, resistance to sleep.
Conversations, and reveries, are artificially prolonged.

They are reluctantly abandoned, one by one, as each man is overcome
by the ripening of sleep, which bursts and floods the mind
with rich, pleasurably cleansing juices.
Finally the last, sporadic, conversation limps into
monologue, occasionally interrupting the crickets.
Soon there is only breathing and snores,
broken by now a creak, now a clatter of bangle.
The night moves on: cool, lazy, yet precise with stars.


Notte


La famiglia riunita si raccoglie per l’ultima festa del giorno: il sonno.
Si portano fuori le brande nel fresco cortile stellato.
I corpi si stendono sulle reti di corda intrecciata.
Gli uomini si grattano pance pelose e, con le mogli, discutono ad alta voce
Di affari, vicini, servi, bambini, santi.
I bambini giocano a nascondino intorno alle brande.

Dopo la calda giornata, nessuno vuole perdersi il fresco:
Così c’è una generale, assonnata, resistenza al sonno.
Le conversazioni, e le fantasticherie sono artificialmente prolungate.

Ad uno ad uno si abbandonano, quando ogni uomo è sopraffatto
Dal maturarsi del sonno, che scoppia e allaga la mente
Con succhi ricchi e piacevolmente purificanti.
Alla fine, l’ultima, sporadica, conversazione scivola in un
Monologo, interrotto di quando in quando dai grilli.
Presto si sente solo respirare e russare,
Intervallati da cigolii e clangore di bracciali.
La notte prosegue: fresca, pigra ma accurata di stelle.


di Vivek Tandon
0526a511-c08d-40e7-a2db-5108c864b22f
« immagine » Night The joint family gathers for the day’s final feast: sleep. The charpais are brought out into the cool, starry courtyard. Bodies are splayed against their latticed, open ropework. The men rub hairy paunches and, with their wives, loudly discuss Business, neighbours, servants...
Post
06/11/2017 16:17:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Love

17 ottobre 2017 ore 16:44 segnala


Love

Unshaping Love
Fleshy Love
Kaleidoscopic Love
Adrenalinic Love
Calemaleonthic-like Love
Don’t mimic among the unknown crowd
Universal and touchable emotion
Why don’t you tie indissolubly these two wandering biblical souls
Don’t tease them
explode inside Adam and Eve
giving life to the humankind
knitting a thick web of connection and complicity
don’t blaze intensivily
our souls could keep burnt
turn into their breath
a canal for their living
happily
carefree
intensive pure feeling
kill bribery’s germs which are infecting us
shine in this earthy darkness
your powerful bright
scribbling in human heart
senseless signs
don’t make us dream
double-sided emotion
become reality sending your heady scent out.

di Arianna Bianchi
2c50ec7a-90f3-410d-838d-3c067f3826c5
« immagine » Love Unshaping Love Fleshy Love Kaleidoscopic Love Adrenalinic Love Calemaleonthic-like Love Don’t mimic among the unknown crowd Universal and touchable emotion Why don’t you tie indissolubly these two wandering biblical souls Don’t tease them explode inside Adam and Eve giving life...
Post
17/10/2017 16:44:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

Farò della mia anima

28 settembre 2017 ore 11:36 segnala



Farò della mia anima


Farò della mia anima uno scrigno
per la tua anima,
del mio cuore una dimora
per la tua bellezza,
del mio petto un sepolcro
per le tue pene.
Ti amerò come le praterie amano la primavera,
e vivrò in te la vita di un fiore
sotto i raggi del sole.
Canterò il tuo nome come la valle
canta l’eco delle campane;
ascolterò il linguaggio della tua anima
come la spiaggia ascolta
la storia delle onde.

Kahlil Gibran
2ee79269-9026-451b-af08-fe388de5dc19
« immagine » Farò della mia anima Farò della mia anima uno scrigno per la tua anima, del mio cuore una dimora per la tua bellezza, del mio petto un sepolcro per le tue pene. Ti amerò come le praterie amano la primavera, e vivrò in te la vita di un fiore sotto i raggi del sole. Canterò il tuo ...
Post
28/09/2017 11:36:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Libellula

19 agosto 2017 ore 16:16 segnala



Libellula

Sulle ali colorate
dove baci al sole risplendono
Incoroni spazi di cielo
con il tuo volo libero

Canta la libertà nel vento profumato…

Non conosci frontiere
non hai paura del tempo
T’innalzi cercando l’orizzonte
per andare oltre

Ricami l’azzurro con evanescenti fremiti…

Sfiori leggera i riflessi dell’acqua
ambita dimora
Regina dei profumi
umidi fiori,aperti all’amore

Leggiadra tocchi l’aria arabeschi fluenti…

Freme il tuo corpo
mentre ti adagi tra le foglie
Cerchi ristoro
per continuare a fendere l'infinito

Scruti nell’tramonto il suo rosso sulle ali…

Nulla ti ferma
la tua libertà è possesso e gloria
Oggi sei qui
tra petali vellutati di un fiore porpora

Morbida ti lasci guardare dalla sera…

La tua notte sarà dolce
tra le braccia di una rosa
All’alba
svetterai per nuovi cieli,di un azzurro tono.

dal web
a2b306b2-6291-4483-89fb-c334440998fd
« immagine » Libellula Sulle ali colorate dove baci al sole risplendono Incoroni spazi di cielo con il tuo volo libero Canta la libertà nel vento profumato… Non conosci frontiere non hai paura del tempo T’innalzi cercando l’orizzonte per andare oltre Ricami l’azzurro con evanescenti f...
Post
19/08/2017 16:16:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Livido sul cuore

07 agosto 2017 ore 15:55 segnala



Livido sul cuore


Ho sepolto negl’angoli del mio cuore
L’assenza insostenibile
Sangue rappreso in palpiti stanchi
Stanchi di vivere senza il tuo sapore

Nella bocca asciutta di parole
Rinnego alla mia voce
Di urlarti ancora
Muta melodia di un dolore

Nel tappeto del giorno
Ove giace soffice il candore
Ho scritto l’amore
Nei cristalli brillanti

La notte il respiro gela
Mi manchi tanto
Fino a straziarmi l’anima
Come spine nella carne

Indugio sull’orlo del destino
Ascoltando il tempo passare
Una mano sul petto
E un livido sul cuore

Senza di te...
i giorni passano muti...
ed io posso solo ascoltare il silenzio del nostro amore...


dal web
a1c2ffe2-2d22-4141-afb5-84e90bc0462a
« immagine » Livido sul cuore Ho sepolto negl’angoli del mio cuore L’assenza insostenibile Sangue rappreso in palpiti stanchi Stanchi di vivere senza il tuo sapore Nella bocca asciutta di parole Rinnego alla mia voce Di urlarti ancora Muta melodia di un dolore Nel tappeto del giorno Ove gi...
Post
07/08/2017 15:55:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

Il suono del silenzio

29 luglio 2017 ore 21:50 segnala


Il suono del silenzio

Cade goccia dopo goccia formando un mare nell’anima
Quella melodia che risuona tra il germogliare del vento
Le note che si allungano verso la vetta più alta di un battito
Dove il cuore sembra scoppiare, colmo dei suoni dell’amore

Nascono gemme di sole tra le foglie di un albero assopito
Negli occhi incantati si riflette l’aurora tra petali d’emozione
Sfumano i colori nel canto di un nuovo giorno di vita
Il Paradiso è qui… sulla terra del mondo…
Odi il suono del silenzio…?

dal web
216c34cb-b857-4da3-b401-0d9ab2402079
« immagine » Il suono del silenzio Cade goccia dopo goccia formando un mare nell’anima Quella melodia che risuona tra il germogliare del vento Le note che si allungano verso la vetta più alta di un battito Dove il cuore sembra scoppiare, colmo dei suoni dell’amore Nascono gemme di sole tra le...
Post
29/07/2017 21:50:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment

Il tuo sapore

01 luglio 2017 ore 13:26 segnala



Il tuo sapore


Eri qui
sulle bianche lenzuola e nel candore delle candele.
Odore di cera
nella stanza in penombra legato al mio corpo.
Porpora quel lampo nei tuoi occhi grigi
languore d’estasi.

Dalla finestra
quella brezza gelida a rovistare sulla pelle
Lasciando granelli di notte sulle gote pallide
gocce di Luna.
Capelli color ruggine, come fiamma che sgorga dagl’inferi

Ho avvicinato il tuo collo morbido,caldo
pulsante desiderio.
Poggiato le labbra su quel palpito di vita
nelle vene ardenti.
Affondato i miei denti, lacerato la carne
bevuto il tuo sangue.

Lieve quell’ ansimare di piacere mi arrivò all’orecchio
Dalla tua bocca socchiusa sospiri frementi.
Umido rivolo
sceso lungo i contorni del tuo involucro
vuoto d’anima.

Svanisci ora, creatura folgorata
tra i rovi ti attende oscurità.
Lasciami distesa sulle fronde del tuo tepore
nel canto dei corvi.
Sulla lingua il tuo sapore
nel tuo abbandono ,mi hai donato oblio.

dal web
2bbd092b-acb5-4c21-87d7-0c64f48d2c58
« immagine » Il tuo sapore Eri qui sulle bianche lenzuola e nel candore delle candele. Odore di cera nella stanza in penombra legato al mio corpo. Porpora quel lampo nei tuoi occhi grigi languore d’estasi. Dalla finestra quella brezza gelida a rovistare sulla pelle Lasciando granelli di ...
Post
01/07/2017 13:26:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Il non ritorno

24 giugno 2017 ore 19:32 segnala



Il non ritorno


Notte ingrata, tenebre cullano la Luna spettrale
Ombre si allungano contro l’oscurità che avvolge
Sussurra una voce inquietante alle mie orecchie
Chiudo gli occhi, vorrei fuggire, una mano fantasma mi afferra

Tormentata e sofferente, un grido silenzioso soffoca la gola
Lame di luce fendono la mia vista, traspira paura la mia pelle
Spettri nascosti dietro putride pareti, narici anelano il mio respiro
Bocche voraci, amara saliva gocciolante in ricerca della mia anima

Delirante e sospeso, vibra il mio corpo, tra grotte abissali mi perdo
Legata al nulla come catena oscura, artigli graffiano la mia essenza
Coralli di fuoco trapassano il mio mare, esplosione infiamma l’inconscio
Brandelli di terrore solcano la mia mente ipnotizzata

Creature demoniache continuano la danza infernale
Vicine e lontane bramano il dileguarsi della mia ragione
Come belve a stracciare la sua preda, attendono il mio atto finale
Persa nell’oblio di sinistre sensazioni, mi arrendo, e mi lascio sbranare!

dal web
ad148487-6255-4f93-9ae6-3673ae23941d
« immagine » Il non ritorno Notte ingrata, tenebre cullano la Luna spettrale Ombre si allungano contro l’oscurità che avvolge Sussurra una voce inquietante alle mie orecchie Chiudo gli occhi, vorrei fuggire, una mano fantasma mi afferra Tormentata e sofferente, un grido silenzioso soffoca la...
Post
24/06/2017 19:32:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Note e malinconia

10 giugno 2017 ore 15:58 segnala



Note e malinconia


Tra esanimi fronde aleggia malinconica la mia musica
La notte si posa gelida sul marmo eterno della morte
Fievole luce di una candela che freme nel vento muto

Continua a suonare quella mano tremante tra le corde
Avvolgo l’anima nell’oscurità di un bacio sfuggente
Raccolgo note d’incoscienza sui fili stanchi del cuore

Ti cerco tra gli abissi della mia mente, insistente oblio
Tra i rami ombre inquiete, deliranti vagano nel silenzio
Solo il rumore del mio violino che suonando invecchia

Ansima anche il terreno, che accoglie passi incerti, nudi
Anelando il tuo respiro, per sopravvivere in te, sbiadisco
E mi confondo tra il fumo della terra e l’assenza di te

dal web
74190282-1b1c-4c26-9897-654cab2028b8
« immagine » Note e malinconia Tra esanimi fronde aleggia malinconica la mia musica La notte si posa gelida sul marmo eterno della morte Fievole luce di una candela che freme nel vento muto Continua a suonare quella mano tremante tra le corde Avvolgo l’anima nell’oscurità di un bacio sfugg...
Post
10/06/2017 15:58:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    1

Regina delle tenebre

28 maggio 2017 ore 19:05 segnala



Regina delle tenebre


In quella notte
Agghiacciante urlo oltre le montagne sacre
Dove mai nessuno ha osato
Ma il mio spirito brama
Quel segreto affascinante, voglio farlo mio

Mi corrode quel lamento a giungermi come eco
Si abissa infondo alle viscere
Contorcendosi nelle vene
Diffondendosi come veleno mortale
Confondendomi la mente

Stesa al suolo nell’odore della terra
Graffio il desiderio
Quella creatura dannatamente seducente
Elisir malefico
Mordo la polvere tra le mie dita, lo voglio

In quel silenzio spettrale
Solo il canto oscuro del tuo richiamo
Pelle elettrizzata
Mi lascio trasportare dalle ombre
Poi

…sul mio petto nudo…
...ho sentito la tua mano gelida...
…mi strappava il cuore…
…ora…
…sono la regina delle tenebre...

dal web
dfc591db-6e7f-42f3-972f-766acb271a07
« immagine » Regina delle tenebre In quella notte Agghiacciante urlo oltre le montagne sacre Dove mai nessuno ha osato Ma il mio spirito brama Quel segreto affascinante, voglio farlo mio Mi corrode quel lamento a giungermi come eco Si abissa infondo alle viscere Contorcendosi nelle vene Dif...
Post
28/05/2017 19:05:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    1