IV

21 luglio 2018 ore 00:54 segnala
Dicevi sempre ricordati delle ombre. Non sottovalutarle, non ignorarle mai- dicevi- il tuo essere reale e concreto dipende dalle tue ombre. Prediligi quelle fisiche perché quelle morali ti faranno impazzire. Quelle sono del tuo inesplorato, sono del tuo passato che non vuoi raccontare e del tuo futuro che non vuoi esplorare. Accetta le tue ombre con rispetto e considerazione. Ogni passo che compirai avrà un 'ombra che lo accompagna...
Mi hai detto ricordati le ombre, come unica eredità. Le ombre come reale inesplorato, l’altra faccia della paura, il passo conseguente e successivo.
Erano importanti per te, come conoscenza dell’ignoto, come metafisica del reale. Sapevi tutto delle ombre, che guardavi e fissavi, e poi aspettavi aspettavi... Il tuo era un appuntamento con le ombre anche quando apparentemente ignoravi, per un rimando ineluttabile. Per te le ombre erano il reale che esploravi e non avresti poi conosciuto per una rinuncia che sapeva di sensibile da assaporare. Loro per te erano lo specchio della realtà, la sua consolidazione...erano l'attaccamento definitivo al terreno, la sua giusta cornice, il contorno dovuto all’esistenza .
95036ee4-4607-4f06-9ee3-72e4a9b5a0ed
Dicevi sempre ricordati delle ombre. Non sottovalutarle, non ignorarle mai- dicevi- il tuo essere reale e concreto dipende dalle tue ombre. Prediligi quelle fisiche perché quelle morali ti faranno impazzire. Quelle sono del tuo inesplorato, sono del tuo passato che non vuoi raccontare e del tuo...
Post
21/07/2018 00:54:58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    2

III

19 luglio 2018 ore 14:58 segnala
Se anche non ci fossimo stati e nemmeno incontrati ci sarebbe stata comunque la città e le sue voci, i fremiti e il tramonto debole di quell'autunno ma sarebbero mancate le nostre labili ombre insignificanti se non per le parole che non avrebbero trovato opportunità . Ci sarebbe stato comunque un corso degli eventi, e tutto sarebbe stato naturalmente, senza intermittenze, o scartamenti invevitabili, senza quello che siamo e non siamo stati, quello che abbiamo solo sfiorato da comprimari vivendo ai margini una complessità di interazioni senza intermittenze, o scartamenti di sorta, come una normale moltitudine di sensi che hanno saputo contenerci nostro malgrado...

2-

17 aprile 2018 ore 15:30 segnala
lei esiste solo perchè c'è limitatezza e paura di morire.
per questo credo che la mia, debba essere superiore...
832f7cc4-34bc-4318-baff-1e0f681297bc
lei esiste solo perchè c'è limitatezza e paura di morire. per questo credo che per me, la mia, debba essere superiore...
Post
17/04/2018 15:30:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

1-

16 aprile 2018 ore 19:47 segnala
ho dato a Lei il mio essere, la mia solitudine, la mia dolcezza, la mia ritrosia , il mio sorriso, il tempo e il confine.
ho consegnato a Lei il mio dolore, la mia mancanza e ogni mia domanda...
ho consegnato a Lei me stesso e la mia apparenza , il mio lungo domani e la speranza.
ho consegnato a Lei le cose che verranno, le sensazioni e la scoperta del mio imprevedibile inatteso genio...
6ff720c1-b8bc-4bcc-95ed-eacbeeccd332
ho dato a Lei il mio essere, la mia solitudine, la mia dolcezza, la mia ritrosia , il mio sorriso, il tempo e il confine. ho consegnato a Lei il mio dolore, la mia mancanza e ogni mia domanda... ho consegnato a Lei me stesso e la mia apparenza , il mio lungo domani e la speranza. ho consegnato a...
Post
16/04/2018 19:47:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    1