Il mio post

14 ottobre 2017 ore 15:37 segnala
Lui nn sa perché è nato...
Ma è nato...
Aveva i riccioli neri..
Ma adesso nn ci sono più...
Lui...
Ha sbagliato sempre nella vita...
Ma nn sempre capisce il perché..
Nn ha mai previsto il futuro..
Lui vive se nn ci fosse un domani..
Nn ha voluto una vita semplice...
Perché la vita nn è semplice..
La vita ti pirata in strade...
Che tu nn sapevi che esistessero..
Lui...
Le ha segiite tutte..
Lui nn ha mai detto di no...

Il mondo di giulia

12 agosto 2017 ore 00:46 segnala
Giulia e un anima dolce e fragile...
Giulia non sa perché è al mondo..
Giulia sa solo di esserci...
Giulia non sa cosa è il mondo..
Giulia vive nel suo mondo....
Giulia ride quasi sempre...
Giulia vive in mezzo alle stelle..
Giulia e una stella...
Giulia e...
Lei...
Giulia e bianca e nn si abbronza mai..
Giulia e candida e innocente..
Come un cuore pieno di gioia
Giulia nn ha ancora scelto la sua strada..
Giulia sa che dovrà scegliere prima o poi..
Ma lei..
Si limita a rimandare...
Giulia nn si prende la sua vita in mano..
Giulia lascia la sua vita in mano di altri...
Giulia e...
Giulia io la sento come mia figlia..
Anche se figlia mia nn è...
Giulia morde la sua vita................
ma e la vita che morde lei........
Giulia
ha un casino nella sua testa.........
ma non capisce che il casino e solo suo.............
e lei che lo crea.........
Giulia........
lascia passare i suoi anni piu belli..........
e tutte le nott e i giorni pure quelli..........
sperando di riaverli.......

il mondo di oggi

10 febbraio 2017 ore 11:41 segnala
Scrivo questo post perche ormai sono arrivato al limite della sopportazione,in pratica ho bisogno di sfogarmi un po.......
Quale modo migliore di farlo senza avere nessuno d avanti che controbatte???
Io ho 47 anni e sono gia stanco di questa vita,di questo mondo,e del loro modo di fare.
Iniziamo dal mondo lavorativo.
I stipendi sono piu bassi e le ore sono raddoppiate,e vi spiego cosa intendo dire.
E da piu di un anno che cerco lavoro,premetto che ho tutte le patenti dalla A alla D-E,ho preso pure quella del muletto per cercare di allargare il campo delle mie possibilita' lavorative.
Bene direte voi........quindi le occasioni non ti mancheranno.......
Seeeeeeeeeee magari.............
Per guidare un mezzo con patente B tutti piu o meno sono capaci,e le offerte vanno a ruba,io sono iscritto a tutti i siti online di offerte di lavoro esempio infojob,jobcorner e vai dicendo,sono pure iscritto a quasi tutte le agenzie di lavoro interinale aedecco manpower synergie ect ect.Ma nn riesco a trovare lavoro...........
sembra strano vero???
Eppure e cosi'..............
Vi dico cosa ho trovato...........
Visto la scarsa offerta di lavoro nella mia zona,ho pensato di diventare socio lavoratore di una cooperativa,avevo alcuni agganci di ditte dove avevo fatto consegne nei miei 20 anni di lavoro come autista,trovata la cooperatriva con sede tra bergamo e milano sono venuto a sapere tramite vie non ufficiali che la medesima cooperativa aveva in appalto le consegne di scarpe della DEICHMAN tramite una nota ditta di trasporti locali con sede a campogalliano,quindi vicino a casa,perfetto ho pensato.
Cosi non dovro andare a elemosinare viaggi e tariffe.
Entrare nella cooperativa aveva un costo di 250 euro per quanto riguardo la quota sociale,e non e molto alto visto le cifre che sparano le altre cooperative.
Per poter consegnare le scarpe necessitava di un furgone con un cassone piu largo e piu lungo di quelli standart e ci voleva pure la sponda idraulica,cosa difficile da trovare in giro.
Parlando con la ditta di campogalliano sono venuto a conoscienza di un car rent di sant'ilario d'enza (reggio emilia)che affittava i furgoni gia pronti ed adattati come quelli che servivano a me,il quale aveva un costo di 1600 euro,piu altrettanto di caparra.totale 3200 euro.
Non nascondo e mi vergogno a dirlo che tutti quei soldi io nn lo avevo e me li ha ''regalati'' mia madre,dando fondo a tutti i sui risparmi.
Anche per lei valeva il fatto che avevo bisogno di lavorare visto anche che la misera disoccupazione dello stato stava per scadere.
Ho chiamato il rent car la quale mi disse che la mia cooperativa era gia suo cliente,ci rimasi malissimo,cosa che ho chiarito subito con la ccoperativa inalberandomi un po.
(come...........io ti chiedo se tu conosci qualcuno che affitta i furgoni di quelle dimensioni e tu mi dici di no?).
Va bhe andiamo oltre.
Il lavoro nn era di per se molto stancante ma consegnando a negozi tu dovevi essere li all'apertura max entro le dieci facevi l ultima consegna,ne avevi in media tre di consegne al giorno.
Subito sono partito con un furgone,perso a noleggio, era la scelta migliore per nn dovermi mettere dei debiti sulle spalle di 15000 euro senza aver ancora chiaro l'introito che ne veniva fuori da quel lavoro.Ma a me andava bene cosi per non rischiare soldi,il contratto nn era ex novo ma io entravo al posto di uno che aveva lasciato il lavoro.Durata del contratto tre mesi.
Ho fatto due giorni con un altro autista che era li da 5 o 6 anni e poi sono partito da solo.
E qui inizia il bello..........
Il giorno stabilito per il ritiro del furgone mi recai al rent car(25 km da casa mia),arrivato la il furgone nn c era neanche in sede lo ha portato l autista con cui avevo fatto il "tirocinio",il che ho pensato ma nn lo controllano neanche?
Risposta...........il furgone e perfetto visto che lo stava usando l altro autista.
OK.
Iniziamo al lavorare ed ad incassare pensai.
Primo problema che notai subito era il fatto dei giri.
Mi consegnarono una tabella con tutte le destinazioni e i relativi incassi.
Funzionava che piu lontano andavi logicamente piu incassavi,i giri li decideva una signora che,secondo me,faceva molto riferimento al suo superiore,il quale decideva chi mandare lontano.
Io nn potevo di certo pretendere che mi dassero sempre napoli o roma quindi mi accontentavo dei miei giretti a bologna a mantova e a milano.No non finivo prima di lavorare perche una volta finito il giro della DEICHMAN DOVEVI fare i ritiri per la ditta di campogalliano e molte volte finivi piu tardi di quello che andava piu lontano.Ritiri e consegne che tirando le somme nn influenzavano minimanente sui tuoi introiti,anzi consumavi gasolio che tu pagavi e ti stancavi il doppio.
Consegnavo carrelli come quelli della biancheria pieni di scatole di scarpe,c'e ne stavano 15 nel cassone.
Dopo un po di tempo che consegnavo essendo sempre puntuale e abbastanza preciso,mi diedero UDINE come zona di consegne,il giorno prima ero andato dal rent car perche avevo un ammortizzarore(detto bi-map)scarico e quindi ero un po storto quando ero carico.Il rent car mi disse di tornare il giorno dopo che in quel momento nn aveva tempo.La notte verso le due partii alla volta di udine.
Verso le 7.30/8.00 superai una volante della stradale ferma a controllare un furgone straniero.Dissi........"almeno li cointrollano".
Dopo pochi chilometri vidi la stessa volante starmi dietro per poi mettere il lampeggiante e superarmi facendomi segno di seguirli.
Usciti dall autostrada vollero i documenti di trasporto patente e libretto.
Gli aprii dietro e videro che ero carico a tappo.
Mi dissero di seguirli per portarmi sulla bilancia,risultato pesavo 4900 kg ero fuori peso max di carico di ben 1400 kg.
Risultato 269 euro di multa piu sei punti del cqc.
Tornato alla base feci notare l accaduto a chi aveva spedito la merce,che mi rispose che siccome gliene sarebbe arrivata una pure a loro ed una alla mia cooperativa nn mi risarcivano di un cent.Saputo ciò chiamai subito la mia cooperativa che mi disse che avrei dovuto pagare anche la loro,che loro come cooperativa nn potevano pagare multe.
Gli feci notare che a me avevano pure tolto i sei punti del cqc,ma non gliene importò niente.Cornuto e mazziato della serie.
Una volta mi mandarono a pesaro era uno dei pochi giri lontani e di cui avevo un buon incasso,ad un certo punto in autostrada dovevo frenare appena schiacciato il pedale del freno ho sentito un rumore metallico e poi il pedale del freno andare a fondo senza piu frenare,premesso che davanti avevo un bilico e mi stava sorpassando una fila di auto,d istinto ho tirato un po il freno a mano e sono riuscito a rallentare il necessario per nn andare contro il rimorchio.Non vi dico lo spavento ho tremato per tutto il giorno.Chiamai alla prima area di sosta tutti e due sia il rent car che lo spedizionere spiegandogli il problema.AMBEDUE MI DISSERO CHE NN POTEVANO AIUTARMI,dovevo fare da me finendo il giro logicamente,mi mancava una consegna.Cosi andai avanti senza pastiglie dei freni e cercando di tenere piu spazio possibile davanti a me in modo di nn surriscaldare molto il freno a mano.Finite le consegne tornai ed andai direttamente dal rent car il quale mi sostitui il firgone con un altro piu piccolo,QUINDI TRASPORTAVO MENO E DI SICURO NN FACEVO GIRI LONTANI.
Questo furgone nn era nato con il cassone gliene era stato adattato uno, ed avendo uno sbalzo tra la cappotta della cabina e il cassone nn potevi superare i 80/90 km all ora se no rimanevi senza gasolio,consumava tantisssimo.
Fatto sta che feci la cosa presente al rent car che mi disse che il primo furgone che mi avevavno dato era gai stato dato in affitto,e che nn ne avevavno altri.
Ricapitolando...............Furgone piccolo incassi magri,alti consumi,uno sfacelo.
Per fortruna che il tempo passava orami mancava un mese al termine del contratto e per nn perdere la caparra di 1600 euro tirai avanti come potevo,andando sempre piano.
Finito il noleggio dovevo acquistare il furgone io.Cosa che tutti mi consigliavano di fare per abbassare i consumi.Bussai a tutte le porte,bamca agenzie etc etc,ma nessuno mi dava credito perche solo tre buste paga sono poche come garanzia.
Dopo due mesi trovai fianlmente un agenzia che mi diete fiducia ed ebbi il credito
15000 euro,forse pochi per prendere un mezzo usato ma tenuto decenremente.
Ma questo e............
A quell epoca gia nn riuscivo a dormire la notte seppur nn lavorando.
I pensieri si erano presi la mia mente il mio corpo e il mio sonno........
Dopo tanto girare per concessionari,sono andato fino a piacenza,avevo optato per un RENAULT MASTER usato con 80000 km.Tale mezzo nn mi consentiva di lavorare per l DEICHMAN,ma dovevo trovarmi dei vaiggi da fare,altro problema.
Diedi la caparra per fermare il mezzo ma quando lo dissi alla mia cooperativa mi disse che dovevo intestarlo alla medesima senza nessuna garanzia in cambio.
Cosa assurda..........
Non dormivo praticamente piu la notte ero sempre pensieroso,mi consultai con alcuni esperti on line che mi dissero che andava a fiducia,e che nelle cooperative funzionava cosi.Chiesi consiglio anche a mio cugino commercialista che fortunatamente mi diete la forza di dire no.
Conclusione ho perso 1800 di caparra del furgone ma il resTo me lo sono tenuto.
E sono andato a LOURDES 3 giorni a ringraziare lA MADONNA.A saldo della cooperativa vantavo un credito di 800 eru che ho incassato.
E sono tornando nel baratro della disoccupazione a zero entrate.
Ogni giorno passo tre ore al pc a rispondere ad annunci piu o meno lontani di lavoro a cui non in pochi rispondono.
L ultimo e stata una ditta di Trasporti con sede a san martino in rio 10km da casa mia.Ditta di un napoletano,sono gia stato sotto di un napoletano per sette anni,e cio sempre rimesso in contributi ore lavorate ed extra promessi ma mai mantenuti.
Mi sono detto che andava bene anche lui basta che si lavorava.
Mi a messo sul camion e mi ha mandato a gattatico a caricare per fare consegne a parma citta e provincia,Quindi sveglia alle 3.30 alle 4 partivo da casa alle 4.20 ero a san martino in rio,alle 5.20 ero a gattatico a caricare.Quando fai le consegne in zona e fondamentale che conosci i luoghi.Cosa che io feci subito notare nn sapevo.Comunque il primo giorno mi affidai ad un ragazzo che lavorara li che mi mise a giro le consegne e feci due giri.La mattina di 9 consegne il pomeriggio 6.
Ero abbastanza fiero di me.Avevo dimostrato le mie capacita.Comunque alle sei di sera ero a casa andava benino dai.
Il lunedi successivo me ne diedero 29 tutte in colpo e il tipo che mi aveva aiutato a metterle a giro nn c era..........
Quindi caricai paese per paese nn badando alle vie.
Alle 14.30 circa mi chiama lo spedizioniere dicendomi che dovevo fare pure 8 ritiri.
IMPOSSIBBILE.
Gli feci notare che me na mancavano otto e che o finivo di consegnare o facevo i ritiri.
Lui mi disse di fare i ritiri e di finire solo le consegne urgenti e tassative,
Finite l econsegne alle 16.30 circa andai fino a salsommaggiore per fare il primo ritiro,che trovai gis fatto.
Arrabbaito tornai a gattattico ed arrivai alle 18.15.
Tutti in ufficio mi guardavano male perche nn avevo fatto i ritiri io mi scusai scaricai ed andai a casa.Casa che vidi solo verso le 19.30.
Quindi facendo i conti io ho 16 ore che sono sveglio senza poter fermarmi a pranzare neanche un caffe.Il tutto per 1500 al mese euro tutto compreso ferie e straordinari.
Ma dove siamo finiti????
A parte che io giudando una patente C dovrei guidare 9 ore al giorno e nn consecutive ma due da 4.50 ore,dovrei fare 12 ore di riposo continuative e il resto per il carico e lo scarico sarebbero le ore d'impegno per un totale di 24 ore giornaliere.Vi sembra normale???????
Solo un disperato accetterebbe tali condizioni..........
Ed io lo sono,disperato,ma se devo lavorare tutte quelle ore ogni giorno per sei giorni a settimana,IO NON CI STO........
Dovremmo farlo tutti...........e vedi che le cose cambiano ma finche nn si dice di no,loro sfruttano e tutto a loro vantaggio.Mettendoci che se mi fermano e mi fanno il calcolo delle ore la multa la pago io e i punti li tirano via a me e nn al datore di lavoro.
Io mi chiedo di chi e la colpa di tutto questo?????
Invece di acquisire diritti e lealta di paga abbiamo perso??
Sono incazzato nero........
e.....
SENZA PAROLE..........

tu che ne sai..........

26 novembre 2016 ore 13:48 segnala
tu che ne sai di come eravamo.......
come ci rapportavamo........
come ci cercavamo..........
tu che ne sai del gettone per telefonare.....
del boxer.........
e del ciao della piaggio.......
tu che ne sai........
di saper scrivere una lettera.......
aver la penna in mano e l odore della carta........
dell attesa che arrivasse a destinazione...........
dell ansia di aprirla.......
di fare una fotografia........
e di vederla dopo quindici giorni..........
tu che ne sai............
dei pomeriggi a guardare jeeg robot d acciao,
lupin III,tiger mask,e bell e sebastien.....
della scoperta del sesso.........
dei giornalini porno guardati di nascosto dai genitori.....
dei primi baci che duravano mezz'ora ma senza lingua.......
tu che ne sai.........
delle mostri voci.........
dei nostri urli di disperazione senza rumore......

Il mondo che non c e

01 agosto 2016 ore 08:08 segnala
Di questi tempi,i nostri tempi,c e un uomo che cerca di soppravivere.Lui nn corre dietro alle mode del momento,dice che e vecchio per certe cose.Questo uomo ha avuto una vita "normale" per cosi dire.Ha avuto genitori invidiabili per l amore e la pazienza e costanza che hanno avuto nel cercare di aiutarlo nel bene e nel male.Si e sempre dato da fare,lavorando spesso sottopagato,ma per amore del suo lavoro ha accettato qualsiasi compromesso.Quest'uomo ha avuto grandi amori e viene ancora amato,ma ha passato anni di completa solitudine.Lui si da da fare per pagare i suoi debiti,fa scelte di vita,spesso le sbaglia anche,ma non si scoraggia,almeno cosi cerca di mostrarsi agli altri.Quest'uomo si sta stancando,di dover combattere per poter lavorare,che e una delle cose che lo gratifica di piu nel sua umile e anonima vita.Questo e un uomoo normale,degli anni 2000.
Senza figli,un divorzio alle spalle e la tristezza in fondo al cuore.La tristezza e l unica cosa che gli e sempre rimasta dentro.Quest'uomo a volte si mostra bambino ma raramente non si e comportato da uomo nella sua vita.Se potesse buttare fuori la rabbia e l amarezza che e dentro di lui affonderebbe il mare.Quest'uomo si commuove quando vede per TV i vecchi film degli anni '80.Non le piace la strada che ha preso il mondo,per lui si viveva meglio prima che non avevamo niente,invece di adesso che abbiamo molto ma non ci basta mai.Quest'uomo quando era ragazzo non immaginava di arrivare ad un passo dalla morte senza aver concluso niente.Lui,immaginava la sua vita ben diversa da come l ha vissuta.Immaginava di vivere più tranquillamente di come ha vissuto,voleva una famiglia e dei figli,una lavoro stabile w continuativo,e una casa tutta sua,nella suaa terra,la stessa terra che ha abbandonato quando era piccolo.Quest'uomo e credente e prega spesso.Lui pensa che il mondo sta cambiando più veloce di a quanto lui non riesca a correre,Una corsa senza fine...senza un perche...un motivo valido per aumentare ancora di più il passo.Quest'uomo vorrebbe più pace e meno consumismo,vorrebbe più fratellanza ma meno intrusioni quest'uomo vorrebbe un mondo che non c 'e.....

IL VECCHIO BASCHIN 2

11 marzo 2016 ore 14:41 segnala
Quella che vi voglio raccontare oggi e una storia che mi e realmente successa qualche anno fa.
In quel tempo svolgevo l attivita di autista presso una filiale di consegne di pannoloni a persone anziane a domicilio ed in case di cure.
Non mi piaceva molto come lavoro,lo facevo solo perche mi permetteva di gaudagnare e nn tanto bene a dir la verita.Avevo 40/45 scarichi al giorno in tutta l emilia da piacenza a modena,eri sempre a scaricare sti pannoloni che oltre a pesare erano anche fastidiosi da cercare nel furgone carico all'inverosimile.(una molteplicita di taglie misure e tipi nn indifferente).Comunque cercavo di farlo al meglio con nn molti risultati positivi.
Gli utenti cambiavano ogni giorno e andavi spesso in zone impervie di montagna o dispersi in pianura.L unica cosa che era un po fissa erano le case di cura,i vecchi ospizi per intenderci.In quel caso scaricavi molto ed erano piu facili da rintracciare.Le zone di scarico cambiavano ogni giorno,un giorno eri a parma montagna,un giorno a piacenza citta e cosi via.a me capitava spesso la montagna di piacenza che nn era ne facile da raggiungere ne vicina.
In una casa di cura nel piacentino andavo quasi settimanalmente,quindi mi ero un po addentrato nelle conoscenze.Ogni volta che arrivavo c era sempre,tempo permettendo un vecchietto tutto vestito come se ci fosse la festa del paese all ingresso.Tutte le volte che mi vedeva mi diceva ''al salut neger ghet na cicca?''.
Le prime volte io nn ci feci molto caso al suo saluto tutto preso dal dover scaricare.
Un giorno avevo piu tempo e chiesi all infermiera chi era.........
Mi rispose che lo chiamavano Baschin che era solo al mondo,i suoi figli erano morti in un incidente stradale qualche anno fa,la moglie era deceduta alla nascita del secondo figlio,e che nn aspettava l ora della sua morte per raggiungerli.
Dopo un po di tempo tornai nella casa di cura di Baschin e lo trovai seduto li sulla solita panchina all ingresso ,tutto tirato nel suo vestito di fustagno blu ,la camicia a quadri ,il papillon al collo,e una cappello stile coppola sulla testa,sembrava che mi aspettasse.
Lui appena mi vide mi fece un sorriso e mi disse la solita frase ''al salut neger ghet na cicca?'.
Tirai fuori il pacchetto e glielo porsi,lui ne prese solo una e nn due o tre come spesso capita con chi le chiede.
La cosa si ripetè un paio di volte,finche ormai quando leggevo la casa di cura dove era ricoverato lui andavo contento a fare le consegne.
Di solito mi fermavo a fumare con lui e intanto mi raccontava la sua vita.
Della sua infanzia passata in mezzo ai campi,della guerra che aveva fatto come partigiano,delle sue gioie e dei suoi dolori,insomma........di tutta la sua vita.
Noatai che quando racconatava cose belle i suoi occhi prendevano una luce particolare,come se fosse successo ieri.Ma non l'ho mai visto piangere,neanche quando mi parlava dei suoi cari ormai deceduti.
Gli chiesi se Baschin era il suo nome vero e lui mi rispose che si chiamava ARTURO BONFATTI,Baschin era il suo soprannome datogli da ragazzo perche portava sempre un capello,un basco appunto.Gli chiesi anche perche mi chiamava neger visto che nn sono nero di pelle e lui mi disse che era dovuto al fatto che avevo i capelli neri.Tanto per sfotterlo un po gli dissi'' perche te com glet i cavil''(traduco dal dialetto emiliano.''perche tu come li hai i capelli???'')A quel punto lui si tiro giu il cappello e mi disse '' me al sun pelè''(io sono pelato)e mi mostro la sua testa completamente priva di capelli,scoppiammo tutte e due a ridere.Dopo qualche mese che ci incontravamo sempre sulla solita panchina mi ero abituato a sentire le sue storie,le diceva sempre in un dialetto stretto che nn sempre capivo.
Era sempre vestito di tutto punto anche se con gli stessi vestiti.
Un giorno arrivai alla clinica dove era ricoverato ma la panchina era vuota.
Baschin nn c era...
Pensai che era a fare qualche visita o impegnato in una qualche attivita ricreativa,ma mi chiamo l'infermiera e mi disse che Baschin,il vecchio Baschin era morto.
Ci rimasi malissimo,tornai nella nostra panchina accesi due sigarette una per me ed uan per lui e........
piansi
246789e9-cb47-4534-b598-f0a3dd4ed6ba
Quella che vi voglio raccontare oggi e una storia che mi e realmente successa qualche anno fa. In quel tempo svolgevo l attivita di autista presso una filiale di consegne di pannoloni a persone anziane a domicilio ed in case di cure. Non mi piaceva molto come lavoro,lo facevo solo perche mi...
Post
11/03/2016 14:41:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    13
  • commenti
    comment
    Comment
    6

La notte..........(dedicato a mia madre)

23 dicembre 2015 ore 12:54 segnala
Di notte...
Penso alla mia vita e a tutti i miei errori....
La notte....
Avvolge la mia anima...
E la fa piangere...
Di notte...
Viaggio...
E scopro la dolcezza del tuo sorriso....
Di notte...
Esce la forza...
Di dirmi che non hai bisogno...
Di me...
Ma fa male....
Quando tu....
Stai male....
Ed io non sto con te....
Mi fa male...
Quando non sono all 'altezza
Di star con te...
Di notte....
Vorrei che la nostra vita...
Non finisca mai...
Di notte...
Lascia che gli angeli stiano in cielo....
Ma tu resta...
Qui con me...
Di notte....
Penso alla mia vita senza te....
Di notte...
Il tuo dolore mi sta già uccidendo...
Di notte....
Trovo la forza di dirti di non lasciarmi mai più...
La notte
5cd8d9da-ba19-4cea-99ca-d248558d56d5
Di notte... Penso alla mia vita e a tutti i miei errori.... La notte.... Avvolge la mia anima... E la fa piangere... Di notte... Viaggio... E scopro la dolcezza del tuo sorriso.... Di notte... Esce la forza... Di dirmi che non hai bisogno... Di me... Ma fa male.... Quando tu.... Stai male.... Ed io...
Post
23/12/2015 12:54:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    1