L'inesistente

29 ottobre 2017 ore 04:56 segnala
A volte lascio che i miei sentimenti si perdano
travolti dalla superficialità e l'ignoranza di non saperli gestire.
E' così che spesso mi sono chiuso in un vicolo cieco
impaurito e desideroso di trovare una via di uscita.

Rileggo i capitoli di una storia, attentamente, sperando di trarne insegnamento.
Le pagine strappate e accartocciate sbucano dalle tasche dei pantaloni.
Mi rendo conto che nonostante tutto, ho fatto il possibile...
Ma non è bastato ed è andato sprecato anche quello.

Lo sento nel petto il peso di un sorriso mancato
e fa ancora più male quando non sei nessuno.
Non sono nemmeno io a decretarmi tale,
è l'essere invisibile, ignorato nella voce e le parole, che mi consegnano questo titolo.

Speravo di meglio.
Lo speravo perché sì, non sono stato giusto, ma non ho mai mancato di rispetto.
In me non ha mai prevalso la forza, neanche quando sarebbe stato facile usarla
e non ho mai lasciato che la solitudine, proprio quando intorno prevaleva il gelo, potesse privare le energie necessarie a vincere una dura battaglia.

Non sono un santo e non anelo a esserlo.
Voglio sbagliare e stare male, ma sapere di continuare a provare a rimediare.
Ma non sono nemmeno un farabutto, uno stronzo, una nullità
e me lo ripeto adesso alla vigilia di una nuova lotta per ritornare a stare in piedi.
Perché lo so fin dove arrivano le mie disattenzioni
ma non fino al punto di essere inesistente.

A volte mi guardo indietro, mi guardo dentro e mi rendo conto che non è giusto.
aac5a4ef-2697-41c9-80cf-c29d57ae8de7
A volte lascio che i miei sentimenti si perdano travolti dalla superficialità e l'ignoranza di non saperli gestire. E' così che spesso mi sono chiuso in un vicolo cieco impaurito e desideroso di trovare una via di uscita. Rileggo i capitoli di una storia, attentamente, sperando di trarne...
Post
29/10/2017 04:56:44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.