Solo alla vista ... - olga sedakova

16 ottobre 2016 ore 19:09 segnala
da: Viaggio in Cina.

6

Solo alla vista
della veste chiara del viaggiatore, bianca –
che possiamo fare, dove nasconderci?
Solo alla vista,
della veste bianca, delle vecchie spalle –
avrei voluto che i miei occhi diventassero di pietra,
il cuore – di acqua.
Solo alla vista
di cosa succede all'uomo –
io gli andrei dietro, piangendo:
per tutto il suo cammino, gli andrei dietro, marciando
con il suo stesso passo misurato.

traduzione: Francesca Chessa

ac43e832-1e23-4483-bb05-f275945f434f
da: Viaggio in Cina. 6 Solo alla vista della veste chiara del viaggiatore, bianca – che possiamo fare, dove nasconderci? Solo alla vista, della veste bianca, delle vecchie spalle – avrei voluto che i miei occhi diventassero di pietra, il cuore – di acqua. Solo alla vista di cosa succede all'uomo...
Post
16/10/2016 19:09:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. rigalizius 16 ottobre 2016 ore 20:03
    Terzani...e' lui no nella foto?
    Che dire,l'ho ascoltato in qualche intervista su you tube,vestito di bianco e barba lunga in posa da bonzo, vegetariano...gli voglio bene...anche se,pare, che nessuno sfugga alle spiritualita' travestite.
    La poesia mi piace.
    Ciao
  2. MorganaMagoo 16 ottobre 2016 ore 20:14
    @rigalizius: sì, è Terzani. ma avrebbe potuto anche essere Gesù Cristo, era uguale. è il fascino della lunga veste bianca. che io non ho, ma a volte mi verrebbe. poi penso a come sono finite tutte le spiritualità. quasi tutte.
  3. rigalizius 16 ottobre 2016 ore 20:29
    Eistono,a mio avviso,spiritualita' circoscritte,finite,ma infinite...
    Mi spiego: suppongo,con una certa sicurezza devo dire, che a te piaccia la natura,se guardi le fasce costiere dall'alto o su una cartina geografica,noterai che esse sono finite,ma se tu avessi lenti progressive via via piu' potenti,noteresti delle increspature nelle coste e l'ingrandimento non sarebbe in grado di eliminare queste dentellature,lasciando esse supporre che si estendano all'infinito,ecco che abbiamo un infinito nel finito.
    Personalmente non mi affascinano le vesti lunghe alla Gesu',Dalai lama o Terzani,mi affascina l'infinito nel finito..un infinito che implode nel nulla.
  4. MorganaMagoo 16 ottobre 2016 ore 20:44
    @rigalizius: concordo. e ciò nonostante, quando leggo una poesia come questa, mi fermo a pensare. probabilmente anche a come sia facile lasciarsi suggestionare dagli uomini con veste bianca che camminano... le persone "sante" se le conosci da vicino, in genere rimani deluso. perchè sempre umane sono.
  5. rigalizius 16 ottobre 2016 ore 20:52
    Eh...che dire.. a chi l'onere della colpa di rimanere deluso?
    Il fatto e',che troppo spesso si cerca qualcosa di salvifico,una panacea,un senso,un rimedio,un estensione alla morte,un intruglio da ingurgitare,una pozione che,nella maggior parte dei casi,e' un emetico...e non sempre e' un male che lo sia.
  6. AllegroRagazzo.Morto 24 novembre 2016 ore 03:00
    questa notte sono diviso tra incroci di ricordi e poesie e natura e squilibrio chimico e molto altro... ma stranamente sono gli scritti dei "soliti Mastri" a catturarmi...

    qualcuno potrebbe persino pensare ad un tipo di associazione particolare... pofarbacco, grazie...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.