JIM ATTENDE.MA IL SUO PADRONE E' MORTO

09 marzo 2016 ore 18:09 segnala

Vaiano Cremasco, 9 marzo 2016 -
Se andate al canile del Cremasco, quello che sorge da poco tempo alla periferia di Vaiano Cremasco, probabilmente nei pressi del cancello d’entrata troverete un cagnolino. Sta lì seduto e aspetta. Non dà fastidio, non abbaia, ma aspetta. No, non vuole scappare, non vuole approfittare di un attimo di disattenzione. Vuole solo essere preso al guinzaglio e tornare a casa. Con il suo padrone. Ma il suo amico uomo, quello che lo ha preso da piccolo, lo ha coccolato, quello con cui faceva belle passeggiate per la città, quello accanto al quale si addormentava la sera e si svegliava la mattina, non può più andare a prenderlo per continuare la solita, spendida vita insieme. Non può perché è morto. Chi glielo dice a Jim che il suo amico uomo non c’è più, che è andato da una parte dove lui non lo può seguire. È un concetto troppo grande per un cagnolino, troppo difficile da capire che quel che hai fatto fino al giorno prima non potrai più farlo nello stesso modo.

L’amico uomo era vecchio, provato dagli anni, piegato da una salute malferma che, a un certo punto, se n’è andata del tutto. È morto. Jim non ha capito, voleva solo andare a passeggio, dormire e svegliarsi con lui. Ma non è più possibile. Qualcuno si è occupato dei funerali, nessuno si è preso cura di lui e così, da un giorno all’altro, Jim è stato portato al canile. Certo, lì i volontari se lo coccolano e non gli fanno mancare acqua e cibo e anche qualche passeggiata. Ma Jim appena può sta lì, davanti al cancello. Fissa la strada, scruta ogni auto che arriva, guarda con apprensione ogni persona che scende ed entra. Perché il mio amico uomo non viene? Mi manca, ho voglia di una passeggiata, ho sonno, voglio dormire appoggiato a lui. Jim è lì che aspetta, incrollabile perché non ha capito o non vuole comprendere che quel che è successo è terribile, irreversibile. Ma Jim vuole il suo amico.

Non c’è soluzione al dramma e i responsabili del canile sperano che qualcuno venga a prenderlo, lo porti con sé e riesca a far tornare la voglia di vivere a Jim, a farsi affezionare, a dimenticare almeno un po’ chi, senza volere e potere, lo ha abbandonato per sempre. Per la verità una richiesta è già arrivata, ma si tratta di una persona che abita a Roma. Troppa strada per Jim, che guarda sempre seduto vicino al cancello e aspetta. Sperando che l’attesa non sia lunga e sia lieve per Jim che sta soffrendo per quel che non riesce a capire e che nessuno gli può spiegare.
aaed6e64-8203-4253-bb54-1e5d1d9fb746
« immagine » Vaiano Cremasco, 9 marzo 2016 - Se andate al canile del Cremasco, quello che sorge da poco tempo alla periferia di Vaiano Cremasco, probabilmente nei pressi del cancello d’entrata troverete un cagnolino. Sta lì seduto e aspetta. Non dà fastidio, non abbaia, ma aspetta. No, non vuole ...
Post
09/03/2016 18:09:44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10

Commenti

  1. xMARILYNx 09 marzo 2016 ore 19:48


    non dimentichero' mai questo film ...
  2. Moscan.sx 10 marzo 2016 ore 18:34
    @xMARILYNx :rosa
  3. ombradargento 14 marzo 2016 ore 07:24
    ... :rosa
  4. Moscan.sx 15 marzo 2016 ore 00:46
    Lupa :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.