TENEBRE

31 gennaio 2016 ore 03:18 segnala
Non ho più bisogno di parole,perché i silenzi parlano una lingua che mi appartiene da un pò. Ci sono cose che non si possono raccontare; quest'ultime sono quelle che parlano più a lungo dell'uomo e della sua fatica.Ci sono onde che non so toccare, nuvole che non posso spostare,luce che non può illuminarmi. Tutto ciò,fino a quando non riuscirò a spiegare qualcosa della mia notte e della sua truce verità : le tenebre reggono il mondo.
Buon notte fanciulle e fanciulli
75d0e6ff-b6a5-43ab-955d-cdf04b4af865
Non ho più bisogno di parole,perché i silenzi parlano una lingua che mi appartiene da un pò. Ci sono cose che non si possono raccontare; quest'ultime sono quelle che parlano più a lungo dell'uomo e della sua fatica.Ci sono onde che non so toccare, nuvole che non posso spostare,luce che non può...
Post
31/01/2016 03:18:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10

Commenti

  1. lazagara 31 gennaio 2016 ore 20:43
    Il silenzio è una lingua universale...Buonanotte anche a te fanciullo :-) :rosa
  2. Moscan.sx 01 febbraio 2016 ore 00:58
    @lazagara grazie anche a te :rosa
  3. Moscan.sx 01 febbraio 2016 ore 00:59
    @A.lu S Aranno solo parole ma mi aiutano a capire che cosa mi succede dentro e soprattutto cosa non mi succede...Viola..semplicemente Grazie :rosa :bacio
  4. vagarsenzameta 10 febbraio 2017 ore 11:49
    Fa piu paura la paura che possa esistere una tenebra dove non nascono fulmini
    che un fulmine che irrompe nella quiete della tenebra che soggiunge a far tenebra di ogni nostro pensiero. :mmm :pianto
  5. Moscan.sx 11 febbraio 2017 ore 01:28
    @vagarsenzameta hai ragione,dal buio l'arma dell'anima avanza implacabile

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.