MPM Roma Motoclub , una famiglia in crescita

09 luglio 2012 ore 10:30 segnala


A nome dell'Ufficio Stampa MPM Roma Club:

C'è sempre curiosità in chi vede scorrere lungo le strade i gruppi di bikers. Curiosità che deriva da certe idealizzazioni figlie di pellicole e serial televisivi, per lo più americani, dove quasi sempre il biker è tratteggiato o come una macchietta folkloristica o come appartenente a bande in lotta per il territorio.



Questa forzata visione porta la gente comune a dividersi in due correnti di pensiero, chi li sfugge come pericolosi delinquenti e chi li vorrebbe seguire per moda, per atteggiarsi a quel che non è. Grande errore: perchè quasi sempre l'universo biker è tutt'altra cosa, è il desiderio indomito di vivere liberi, col vento in faccia, andando sin che si può, sin dove si arriva. E' l'ancestrale bisogno - direi quasi tribale - del sentirsi fare parte di una comunità animata dagli stessi ideali, dalla stessa fede.



Ogni gruppo motociclistico ha le sue regole e agisce nel proprio ambito interfacciandosi con gli altri. MPM Roma Club è una di queste realtà, un grande, forte gruppo della capitale: ai non informati può apparire nuovo, essendo stato ufficializzato nel 2010, invece i suoi membri sono amici che vivono la stessa passione da molte decadi e hanno finalmente concretizzato il loro sogno. Gli MPM sono una realtà ben nota ed in crescita anche in altre città d'Italia, con molti effettivi, un gran numero di sostenitori - che si raccolgono sotto il logo con la croce rossa ed il numero criptico 8212 - e il gruppo delle Ladies, rappresentato da mogli e amiche, con i loro colori. Gli MPM, per rafforzare l'attaccamento al gruppo e far crescere dei sentimenti validi nei loro piccoli, hanno dato vita anche al Gruppo Giovani che orgogliosamente sfoggiano la loro patch personale e persino, ma di questo me ne sono reso conto solo dopo averli frequentati, una sorta di gruppo "ombra" di fratelli che, anche se non si presentano agli incontri e ai raduni, li sostengono fortemente, dall'alto.



Gli MPM, pur interagendo con tutti gli altri motoclub esistenti, non si sono posti inizialmente come supporters di chicchessia, ma hanno iniziato e condotto la loro strada, creandosela con le loro mani - e ruote, ovviamente. Nelle logiche del gruppo sono cardini fondamentali due delle parole più abusate nella scena biker, parole che oggi sentiamo sin troppo spesso, al punto che ci sarebbe da temere siano diventate pari ad un intercalare. E queste parole sono sempre quelle: Onore e Rispetto. Onore nel mantenere la parola data, nell'aiutare l'amico, il fratello in difficoltà, nel portare a termine quel che si è deciso di iniziare. Rispetto, per gli altri, per chi lo offre in cambio, per chi ne capisce il significato ed ancor più per sé stessi, perchè è con la propria faccia e con la propria coscienza che ogni giorno dobbiamo fare i conti. Sempre tenendo a mente che portare rispetto ad altri, chiunque siano, non vuol dire sottomettersi ma essere alla pari, ognuno con la propria forza e la propria realtà, tenendo sempre a mente chi aiuta e mai dimenticando chi reca offesa. Un motoclub, questo in particolare, ha sempre due porte: e chi vuole entrarvi, chi riesce ad entrarvi, deve sapere che c'è sempre una porta dalla quale si potrebbe finire per uscire; perchè stare nel suo interno non è una tendenza, una cosa alla moda.



Stare in un gruppo è sudare, come hanno sudato i ragazzi degli MPM nei tre giorni infernali sotto un sole assassino, per creare la grande Bikers Reunion di pochi giorni fa. E' vivere i momenti della propria vita con loro, tutte le volte che si può, fosse anche solo, come ho fatto io oggi, per incontrarsi davanti ad un bicchiere invece di restare a casa a dormire. Quattro chiacchiere, una sigaretta, tutto serve a rendere solida quella che è l'amicizia iniziale e che col tempo finisce per diventare un cammino insieme.



Vivere la realtà di un gruppo di bikers, diversamente da certi supergruppi di amici forniti di moto da competizione il cui unico scopo nella vita sembra essere quello di andare a Vallelunga a fare le "pieghe", è questo. Stare insieme, viaggiare insieme, costruire insieme. Come il sogno, sempre più grande, che gli MPM stanno costruendo.

f16f507d-17e9-40f8-9baa-a8125c3b30c8
« immagine » A nome dell'Ufficio Stampa MPM Roma Club: C'è sempre curiosità in chi vede scorrere lungo le strade i gruppi di bikers. Curiosità che deriva da certe idealizzazioni figlie di pellicole e serial televisivi, per lo più americani, dove quasi sempre il biker è tratteggiato o come una ma...
Post
09/07/2012 10:30:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.