Il mondo ha bisogno di Dio

19 luglio 2010 ore 01:37 segnala
Pace a voi,

Vediamo di spiegarci.

Dio è amore, dove c'è Dio regna la pace.

Il mondo ha bisogno della pace e della benedizione di Dio.

Cofutazione?

Ieri sera ero al mercato ortofrutticolo, stavo comprando alcuni ortaggi e della frutta, la commessa stava regalando un po' di prezzemolo ad un cliente, arrivato il mio turno ho chiesto gentilmente se potevo averne anche io un pochino, lei, come con tutti, ne ha preso un mazzetto, lo ha messo in cima alla mia busta e si è apprestata a fare il calcolo della spesa.
Come normalmente faccio con tutti, credenti e non (anche perchè farei una fuigura dal ciufolo a fare prima lòa domanda: è credente?), le ho detto: "Che Dio la benedica per la sua gentilezza", mi ha fissato qualche secondo, poi ha commentato: "Ce ne vorrebbe, ed anche tanta, specialmente ultimamente che mi sento persa tra mille problemi", sappiate che Gesù ci ha donato una cosa che molti uomini odiano solo a sentir nominare...

La compassione, mediante la quale Dio ha salvato il mondo, ci ha dato la vita eterna e la guarifgione da ogni malattia e con cui Gesù operava tra le genti per il periodo in cui era sulla terra.

Tramite questa ho detto: "Sapete a queste vostre parole mi è venuto in mente un passo della bibbia che dice: <<Se pur camminassi nella valle dell'ombra della morte non temerei male alcuno perchè tu sei con me>> e <<Mille me ne cadranno alla destra, diecimila alla sinistra, ma io non verrò colpito>> sono due salmi", lei mi ha sorriso e mi ha detto che erano bellissimi.

Mi è venuto nel cuore di spampare questi due passi e di farne un quadretto e di donalglielo.

Questo è solo un caso ma me ne capitano spesso di simili, questo non significa che di tutta un'erba io ne debba fare un fascio e quindi considerare tutti uguali nei comportamenti o nelle reazioni, ma è utile capire che tutti noi abbiamo bisogno di una parola di conforto prima e poi di un'azione di supporto dopo.

Questo perchè il cristiano è chiamato ad operare cioè a credere in ciò che è scritto ed agire di conseguenza.

Pace a voi alla prossima.

P.S."Ricordatevi sempre che chi ha il cuore rotto (cioè che è umile) e crede in Gesù Cristo che è Dio con fede vera è un cristiano".

"Dovei imparare ad essere più STRUNZ otterrei ..."

08 luglio 2010 ore 09:35 segnala
Otterrei...

Dalla vita... (come diceva un'amica) rispetto, ma a discapito di cosa? (sempre l'amica) perderebbe la "se stessa". solo?

Vediamo cosa dice Dio a tal proposito, mi pare un intero salmo...

Salmi 73:1 Salmo di Asaf. Certo, Iddio è buono verso Israele, verso quelli che son puri di cuore. 2 Ma, quant'è a me, quasi inciamparono i miei piedi; poco mancò che i miei passi non sdrucciolassero. 3 Poiché io portavo invidia agli orgogliosi, vedendo la prosperità degli empi. 4 Poiché per loro non vi son dolori, il loro corpo è sano e pingue. Salmi 73:5 Non son travagliati come gli altri mortali, né son colpiti come gli altri uomini.  6 Perciò la superbia li cinge a guisa di collana, la violenza li cuopre a guisa di vestito. 7 Dal loro cuore insensibile esce l'iniquità; le immaginazioni del cuor loro traboccano.  8 Sbeffeggiano e malvagiamente ragionan d'opprimere; parlano altezzosamente.  9 Metton la loro bocca nel cielo, e la loro lingua passeggia per la terra.  10 Perciò il popolo si volge dalla loro parte, e beve copiosamente alla loro sorgente,  11 e dice: Com'è possibile che Dio sappia ogni cosa, che vi sia conoscenza nell'Altissimo?  12 Ecco, costoro sono empi: eppure, tranquilli sempre, essi accrescono i loro averi. 13 Invano dunque ho purificato il mio cuore, e ho lavato le mie mani nell'innocenza!  14 Poiché son percosso ogni giorno, e il mio castigo si rinnova ogni mattina.  15 Se avessi detto: Parlerò a quel modo, ecco, sarei stato infedele alla schiatta de' tuoi figliuoli. 16 Ho voluto riflettere per intender questo, ma la cosa mi è parsa molto ardua, 17 finché non sono entrato nel santuario di Dio, e non ho considerata la fine di costoro. 18 Certo, tu li metti in luoghi sdrucciolevoli, tu li fai cadere in rovina.  19 Come sono stati distrutti in un momento, portati via, consumati per casi spaventevoli! 20 Come avviene d'un sogno quand'uno si sveglia, così tu, o Signore, quando ti desterai, sprezzerai la loro vana apparenza. 21 Quando il mio cuore s'inacerbiva ed io mi sentivo trafitto internamente, 22 ero insensato e senza conoscimento; io ero verso di te come una bestia. 23 Ma pure, io resto del continuo con te; tu m'hai preso per la man destra; 24 tu mi condurrai col tuo consiglio, e poi mi riceverai in gloria. 25 Chi ho io in cielo fuori di te? E sulla terra non desidero che te.  26 La mia carne e il mio cuore posson venir meno, ma Dio è la ròcca del mio cuore e la mia parte in eterno.  27 Poiché, ecco, quelli che s'allontanan da te periranno; tu distruggi chiunque, fornicando, ti abbandona. 28 Ma quanto a me, il mio bene è d'accostarmi a Dio; io ho fatto del Signore, dell'Eterno, il mio rifugio, per raccontare, o Dio, tutte le opere tue.

Vedete? Gli uomini EMPI cioè coloro che GODONO nel fare del MALE prosperano in questo mondo proprio perchè il LORO DIO li ama, poiché fanno il male che egli gli COMANDA di fare essendo essi portatori di MALE.

Lo avevo detto anche prima e mi ripeto, la terra era stata creata da Dio e consegnata agli uomini per gestirla per Suo conto, ma gli uomini invidiosi di Dio, hanno bramato quello che avrebbero dovuto gestire e quindi a loro volta volendo possedere sono stati posseduti e la terra che era di Dio è diventata di satana.

Infatti satana tentando Gesù dice:
Matteo 4:8 Di nuovo il diavolo lo menò seco sopra un monte altissimo, e gli mostrò tutti i regni del mondo e la lor gloria, e gli disse: 9 Tutte queste cose io te le darò, se, prostrandoti, tu mi adori.

E ancora:
Luca 4:5 E il diavolo, menatolo in alto, gli mostrò in un attimo tutti i regni del mondo e gli disse: 6 Ti darò tutta quanta questa potenza e la gloria di questi regni: perch'essa mi è stata data, e la do a chi voglio. 7 Se dunque tu ti prostri ad adorarmi, sarà tutta tua.

Gli è stata data.. certo non da Dio... fatto sta che essendo di satana tutti i regni della terra, la terra giacie nel maligno, non c'è verso, questa è l'anticamera dell'inferno la geenna è alle porte. Non spaventatevi se sentite cose orribili che gli uomini commettono in un momento di "pazzia", è satana che li ha sconvolti e portati a fare cose inimmaginabili.

Infatti sta scritto:
1Giovanni 5:19 Noi sappiamo che siam da Dio, e che tutto il mondo giace nel maligno; 20 ma sappiamo che il Figliuol di Dio è venuto e ci ha dato intendimento per conoscere Colui che è il vero; e noi siamo in Colui che è il vero Dio, nel suo Figliuolo Gesù Cristo. Quello è il vero Dio e la vita eterna. 21 Figliuoletti, guardatevi dagl'idoli.

A parte di guardarsi dagli idoli... che possono essere di qualsiasi genere e natura, compresi i se stessi, ma fissiamoci sul il mondo giace nel maligno... quindi non è un'invenzione e se capitasse un pensiero del tipo... una volta era così ora non più... bhe forse una volta si era più semplici e meno impegnati più retrogradi ma di certo satana è peggiorato non migliorato con il benessere...

Tornando a noi, vorrei ricordarvi che se satana venisse nelle vostre menti a figura di animale cornuto e caudato con forcone e brutto peggio della morte nessuno accetterebbe i suoi consigli  (a parte i suoi servi), ma viene come lupo travestito da pecora a farvi fare ragionamenti di per se innocui, ma una volta messi in pratica generano dolore per voi e per altri, quindi guardatevi dal praticare il male, se vi vengono pensieri di male è normale (scusate il gioco di parole), ma non date la possibilità al male di nascere in opere, frenate i vostri istinti e cercate il bene ed il male fuggirà da voi.

Se non dovesse succedere subito, sappiate che satana conosce i vostri pensieri e sa che prima o poi cederete, lo sapete anche voi e troverete un modo per non farlo, chiedete aiuto a un amico o chi volete voi, ad un fratello ma non ascoltatelo, non permettete di distruggere la vostra vita, perchè poi da vero bastardo che è, vi farà vedere tutto il male che avrete commesso e vi farà sentire peccatori più di quando lo fate voi, al punto poi di desiderare la morte (per questo dopo aver fatto il male la maggior parte delle persone buone si suicidano), perchè non possono sopportare l'idea di essere state così malvagie.

E lui sa bene che da morti non potete più ottenere la salvezza... quindi anche se succedesse il peggio, "c'è speranza al calvario per te, dove il Salvator morì" dice una canzone cristiana. Anche se hai commesso un efferato omicidio e ora desideri solo la morte perché la "TUA COSCIENZA" continua ad accusarti... non lo fare, chiedi perdono a Gesù, pentiti, consegnati alla giustizia di questo mondo per il perdono dei tuoi atti, e Dio laverà le tue vesti se ti pentirai col cuore...

Non fare come Giuda che si pentì ma poi satana lo fece uccidere... non permettere a satana di farti perdere l'occasione di redenzione.

Dio ti benedica Pace Mr.

"...la verità può far male lo sai..."

05 luglio 2010 ore 12:06 segnala
Pace a voi,

oggi andiamo giù pesante, si fa' per dire, dopotutto "... la verità può far male lo sai ..." diceva una canzone e nostro Signore Gesù non ha mai usato preamboli per dire la Verità, anzi era molto più diretto di noi che ci facciamo mille complessi per non ferire nessuno ed annunziare in Verità la Sua parola.

Premetto: Non ce n'abbiano a male le altre fedi cristiane, ma sta scritto ed io posso solo leggere, se volete prendervela con qualcuno, bhe fatelo con chi ha comandato di farla scrivere... ma non vi conviene...

Iniziamo con:
Marco 3:20 Poi entrò in una casa, e la moltitudine si adunò di nuovo, talché egli ed i suoi non potevan neppur prender cibo. 21 Or i suoi parenti, udito ciò, vennero per impadronirsi di lui, perché dicevano: 22 È fuori di sé...Marco 3:28 In verità io vi dico: Ai figliuoli degli uomini saranno rimessi tutti i peccati e qualunque bestemmia avranno proferita; 29 ma chiunque avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo, non ha remissione in eterno, ma è reo d'un peccato eterno. 30 Or egli parlava così perché dicevano: Ha uno spirito immondo. Marco 3:31 E giunsero sua madre ed i suoi fratelli; e fermatisi fuori, lo mandarono a chiamare. 32 Una moltitudine gli stava seduta attorno, quando gli fu detto: Ecco tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle là fuori che ti cercano. 33 Ed egli rispose loro: Chi è mia madre? e chi sono i miei fratelli? 34 E guardati in giro coloro che gli sedevano d'intorno, disse: Ecco mia madre e i miei fratelli! 35 Chiunque avrà fatta la volontà di Dio, mi è fratello, sorella e madre.

Vediamo di Chiarire alcune cose, non giriamo per il mondo con il naso all'insù, presi chi sa da chi, per il medesimo. Simo stati fatti con un cervello ed è chiaro che se c'è servirà a qualcosa e state pur certi non sarà quello di ascoltare la verità di altri e credere alle fandonie che ci vengono propinate e non solo perché siamo intelligenti, ma perché abbiamo una coscienza che non ci permette di ignorare la verità quando la sentiamo.

Non voglio fare polemiche ma voglio spiegare dei concetti e questi sono scritti sopra:
Punto primo: 20 Poi entrò in una casa, e la moltitudine si adunò di nuovo, talché egli ed i suoi non potevan neppur prender cibo. 21 Or i suoi parenti, udito ciò, vennero per impadronirsi di lui, perché dicevano: 22 È fuori di sé

Quando la famiglia di Gesù (che ne possano dire gli altri Gesù aveva una famiglia CARNALE era Primogenito di Dio ma non era figlio unico, se poi vogliamo stravolgere tutta la bibbia per un nostro compiacimento personale, fate pure, ma ricordatevi che anche questo sta scritto), seppe che Lui era a Gerusalemme si mossero per andare ad impadronirsi (e la parola impadronirsi cercatela sul vocabolario significa con la forza perché i padroni erano loro) di Lui perchè pensavano fosse fuori di se (al mio paese fuori di se = PAZZO).

Che se ne possa dire di Maria, santa e benedetta tra le donne perché ha creduto che la parola detta dall'angelo fosse adempiuta su di lei e che mediante quella parola sarebbe nato il Figlio di Dio, sia lodata e benedetta, ma poi col tempo anche le sofferenze che abbia perso quella patina di fede è normale, tanto che sta scritto che a 12 anni dopo una visita a Gerusalemme quando tornarono non trovarono Gesù nella carovana e tornati indietro lo trovarono che leggeva nel tempio la parola di Dio e quando gli chiesero spiegazioni:

Luca 2:49 Ed egli disse loro: Perché mi cercavate? Non sapevate ch'io dovea trovarmi nella casa del Padre mio? 50 Ed essi non intesero la parola ch'egli avea lor detta. 51 E discese con loro, e venne a Nazaret, e stava loro sottomesso. E sua madre serbava tutte queste cose in cuor suo.

Maria sarbava tutte queste cose nel suo cuore (chiuse e sigillate), quindi sapeva, come sapeva che lui era il figlio di Dio, dato che l'angelo era stato chiaro, ma quando vivi con una persona e la vedi giorno e notte e sai che quella persona è destinata a grandi cose con il passare del tempo ti abitui a lei come persona e non come altro.

Non sono qui per criticare quello che ha fatto Maria, anche io mi comporto come lei spesso e volentieri, ma è un dato di fatto, ed noi siamo portatori di Verità,.

Continuando, la famiglia di Gesù, sta scritto:
Matteo 13:54 E recatosi nella sua patria, li ammaestrava nella lor sinagoga, talché stupivano e dicevano: Onde ha costui questa sapienza e queste opere potenti. 55 Non è questi il figliuol del falegname? Sua madre non si chiama ella Maria, e i suoi fratelli, Giacomo, Giuseppe, Simone e Giuda? 56 E le sue sorelle non sono tutte fra noi? Donde dunque vengono a lui tutte queste cose?

Parla di Sua patria, quindi il suo paese, parla di persone che conoscevano Giuseppe (il falegname) e Maria sua madre, sapevano i nomi dei fratelli Giacomo, Simone, Giuda, Giuseppe... Non mi dite che vi hanno ciullato quella storia che erano i suoi discepoli... Giuseppe non esiste tra i discepoli e Giuda? Non ha sempre parlato di lui come il figliol di perdizione? Lo faceva fratello? e le sue sorelle? ne aveva eppure continuiamo con questa idea della Vergine anche dopo... Da che il mondo è stato fatto che io sappia dopo aver partorito una donna vergine certo non resta, ma sai, lei è la "Madre di Dio"... Mo voglio sapere da dove esce sta boiata? Che sia la madre di Gesù Passi, è vero, è naturale, ma di Dio perfino... capisco che in Gesù c'era la piena potenza della possanza di Dio, ma dal dire che Maria è madre di Dio ce ne è di strada.

Fatto sta che la bibbia è piena dei miracoli di Gesù, ma di Maria neppure l'ombra, e neppure dei suoi fratelli fino alla sua resurrezione, da quel momento, pare che abbiano creduto, infatti c'è una delle lettere intestata a Giuda, che inizia con:
Giuda 1:Giuda, servitore di Gesù Cristo e fratello di Giacomo, ai chiamati che sono amati in Dio Padre e custoditi da Gesù Cristo,

Molti mi hanno detto... ma è iscariota... ma secondo voi mettevano Giuda il traditore di Gesù a parlar bene di Lui? Ma se si era suicidato... l'aveva scritta prima? e poi gli unici Simone DISCEPOLO erano scritto qui:
Matteo 4:18 Or passeggiando lungo il mare della Galilea, egli vide due fratelli, Simone detto Pietro, e Andrea suo fratello, i quali gettavano la rete in mare; poiché erano pescatori.

E Simone detto Pietro ave un fratello di nome Andrea e non Giuda e poi:
Matteo 10:4 Simone il Cananeo e Giuda l'Iscariota, quello stesso che poi lo tradì.
Che non aveva fratelli

e poi:
Atti 1:13 E come furono entrati, salirono nella sala di sopra ove solevano trattenersi Pietro e Giovanni e Giacomo e Andrea, Filippo e Toma, Bartolomeo e Matteo, Giacomo d'Alfeo, e Simone lo Zelota, e Giuda di Giacomo.

In atti non esisteva più Giuda, perché da un pezzo era morto, questp è un Giuda di Simone e non lo zelota e neppure di giacomo-andrea altrimenti avrebbero scritto Giacomo, Andrea e Giuda suoi fratelli.

Quindi togliamoci le cipolle dagli occhi e guadiamo bene, ma questo neppure era il mio pensiero, abbiamo divagato, volevo portarvi ad un altro pensiero, sta scritto:
Giovanni 7:1 Dopo queste cose, Gesù andava attorno per la Galilea; non voleva andare attorno per la Giudea perché i Giudei cercavan d'ucciderlo 2 Or la festa de' Giudei, detta delle Capanne, era vicina. 3 Perciò i suoi fratelli gli dissero: Partiti di qua e vattene in Giudea, affinché i tuoi discepoli veggano anch'essi le opere che tu fai. 4 Poiché niuno fa cosa alcuna in segreto, quando cerca d'esser riconosciuto pubblicamente. Se tu fai codeste cose, palesati al mondo. 5 Poiché neppure i suoi fratelli credevano in lui. 6 Gesù quindi disse loro: Il mio tempo non è ancora venuto; il vostro tempo, invece, è sempre pronto.

E qui casca l'asino e si fa pure tanto male...
I suoi fratelli lo invitano ad andare dove proprio cercavano di ucciderlo e i suoi discepoli ben sapendolo lo avrebbero proprio invitato li? e poi sta scritto... Neppure i suoi fratelli credevano in lui...

Che famiglia disgraziata... non prendetevela a male ma disgraziato=senza grazia...

ma neppure questo è il punto... ma questo è solo il contorno, il punto principale è:
Il mio tempo non è ancora venuto; il vostro tempo, invece, è sempre pronto.

e poi:
Giovanni 17:9 Io prego per loro; non prego per il mondo, ma per quelli che tu m'hai dato, perché son tuoi;Giovanni 17:11 E io non sono più nel mondo, ma essi sono nel mondo, e io vengo a te. Padre santo, conservali nel tuo nome, essi che tu m'hai dati, affinché siano uno, come noi.Giovanni 17:20 Io non prego soltanto per questi, ma anche per quelli che credono in me per mezzo della loro parola:Giovanni 17:21 che siano tutti uno; che come tu, o Padre, sei in me, ed io sono in te, anch'essi siano in noi: affinché il mondo creda che tu mi hai mandato.

Ecco il punto, esiste un tempo di Dio ed un tempo di uomini, quello degli uomini è sempre pronto, quello di Dioè stabilito per quanto uno è impegnato nella Suo volontà, "io non voglio che li cacci dal mondo, ma che li presevi".

Gesù prega per me che io venga preservato e quindi non muoia.

Dedico questo parola a Sara, Dio ti benedica. Pace a te.




Dio è infinito, ... i limiti di Dio.

16 giugno 2010 ore 12:54 segnala
Dio è infinito, il Suo amore non ha confini, eppure esso è limitato, esistono dei parametri entro i quali si muove l'amore di Dio verso di noi, ma non è questo quello di cui voglio parlare, ma dei limiti che imponiamo noi a Dio.

Certo non tutti abbiamo una fede grande quanto un granello di senape altrimenti potremmo spostare gli alberi e perfino i monti, ma abbiamo una fede, cioè crediamo in Dio (per quelli che credono), ma nella nostra distorta visione della sua potenza poniamo i paletti entro i quali Lui può agire.

Presuntuoso? Io? Ma scherzate? Dai, su, guardate dentro il vostro cuoricino e leggete la verità, anche voi (pure io l'ho fatto), qualche volta avete dubitato, anche un pochino...

Parlo per partito preso? No, mi è successo questa mattina, un'amica non voleva pregare per un Hard disk che aveva avuto dei problemi di Blackuot ripetuti e si era bloccato, le ho solo chiesto: "Credi in Gesù? Si? Allora prega perchè funzioni!"

Nooooo.... eresia.... ma te chi credi di essere??? Usare Dio come una bacchetta magica? Ma sei folle, e poi io pregare per un computer? Meglio pregare per le persone perchè sono più importanti...

Senti bella... ma quando stavi male l'altra volta e ti ho chiesto:" ma perchè non preghi?" mi hai risposto che non avevi pregato prima per cose semplici e ti mettevi ora a pregare per cose complicate??? Non sia mai, sarebbe come approfittarsi di Dio.

Allora facciamo il punto, uno non prega per le cazzate, non prega per le cose normali perchè non sono gravi e quando lo sono, non lo si prega per non apprifittarne solo in casi estremi? e quando lo fai allora?

Ora vi dico una verità, che ci crediate o no, questi pensieri ve li ha messi satana il diavolo in testa, perchè la volo9ntà di Dio è quella di salvare gli uomini, di proteggerli e di guarirli, di aiutarli, di farli prosperare e di non fargli mai mancare nulla. Ora se lo chiamate e gli chiedete secondo quello che Lui ha detto di fare, bene, altrimenti siete come il sale insipido, non serve a nulla e si getta via.

Dio ci ha donato con Gesù la vita eterna, il perdono dei peccati e delle malattie, con lo Spirito Santo, una caparra sulla terra di ciò che avremo nel cielo, per poter operare qui sulla terra, e le opere che faremo qui sulla terra non saranno solo opere di misericordia o di carità, ma anche dimostrazione delle piena potenza di Dio, anche facendo funzionare Hard Disk rotti o riparando lavatrici, specialmente se questi fatti daranno la possibilità all'umanità di conoscere Dio.

Non mettete limiti alla potenza di Dio, e ricordate:
Giovanni 14:12 In verità, in verità vi dico che chi crede in me farà anch'egli le opere che fo io; e ne farà di maggiori, perché io me ne vo al Padre; 13 e quel che chiederete nel mio nome, lo farò; affinché il Padre sia glorificato nel Figliuolo. 14 Se chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò. 15 Se voi mi amate, osserverete i miei comandamenti. 16 E io pregherò il Padre, ed Egli vi darà un altro Consolatore, perché stia con voi in perpetuo,

Qualunque cosa chiederemo Lui la farà ^^ alla prossima Mr

La compassione di Cristo, la nostra salvezza.

09 giugno 2010 ore 15:22 segnala
Pace a voi,

Molte volte incontro una persona disabile e fissandola provo compassione per lei, eppure se se ne accorgesse mi disprezzerebbe, inveirebbe contro di me e la mia miopia...

Eppure se non fosse stato per la compassione di Dio, oggi, non avremmo potuto partecipare come coeredi legittimi al Regno di Dio, leggiamo:

2° Re 13:22 Or Hazael, re di Siria, aveva oppresso gl'Israeliti durante tutta la vita di Joachaz; 23 ma l'Eterno fece loro grazia, ne ebbe compassione e fu loro favorevole per amor del suo patto con Abrahamo, con Isacco e con Giacobbe; e non li volle distruggere; e, fino ad ora, non li ha rigettati dalla sua presenza.
Neemia 9:16 Ma essi, i nostri padri, si condussero con superbia, indurarono le loro cervici, e non ubbidirono ai tuoi comandamenti; 17 rifiutarono d'ubbidire, e non si ricordarono delle maraviglie che tu avevi fatte a pro loro; e indurarono le loro cervici; e, nella loro ribellione, si vollero dare un capo per tornare alla loro schiavitù. Ma tu sei un Dio pronto a perdonare, misericordioso, pieno di compassione, lento all'ira e di gran benignità, e non li abbandonasti ... 31 Però, nella tua immensa compassione, tu non li sterminasti del tutto, e non li abbandonasti, perché sei un Dio clemente e misericordioso.

Salmo72:13 Egli avrà compassione dell'infelice e del bisognoso, e salverà l'anima dei poveri. 102:13 Tu ti leverai ed avrai compassione di Sion, poiché è tempo d'averne pietà; il tempo fissato è giunto. 111:4 Egli ha fatto sì che le sue maraviglie fosser ricordate; l'Eterno è misericordioso e pieno di compassione. 135:14 Poiché l'Eterno farà giustizia al suo popolo, ed avrà compassione dei suoi servitori. 145:8 L'Eterno è misericordioso e pieno di compassione, lento all'ira e di gran benignità. Isaia 9:16 Perciò l'Eterno non si compiacerà de' giovani del popolo, né avrà compassione de' suoi orfani e delle sue vedove; poiché tutti quanti sono empi e perversi, ed ogni bocca proferisce follia. E, con tutto ciò, la sua ira non si calma, e la sua mano rimane distesa.

Isaia 30:18 Perciò l'Eterno aspetterà onde farvi grazia, poi si leverà per aver compassione di voi; poiché l'Eterno è un Dio di giustizia. Beati tutti quelli che sperano in lui! Isaia 54:7 Per un breve istante io t'ho abbandonata, ma con immensa compassione io ti raccoglierò. 8 In un eccesso d'ira, t'ho per un momento nascosta la mia faccia, ma con un amore eterno io avrò pietà di te, dice l'Eterno, il tuo redentore.Geremia 12:15 ma, dopo che li avrò divelti, avrò di nuovo compassione di loro, e li ricondurrò ciascuno nella sua eredità, ciascuno nel suo paese.Zaccaria 1:16 Perciò così parla l'Eterno: Io mi volgo di nuovo a Gerusalemme con compassione; la mia casa vi sarà ricostruita, dice l'Eterno degli eserciti, e la corda sarà di nuovo tirata su Gerusalemme.
E non solo questo, nel nuovo testamento riguardo Gesù dice:Matteo 9:36 E vedendo le turbe, n'ebbe compassione, perch'erano stanche e sfinite, come pecore che non hanno pastore.Matteo 14:14 E Gesù, smontato dalla barca, vide una gran moltitudine; n'ebbe compassione, e ne guarì gl'infermi.

sta scritto poi in Colossesi 3
11 Qui non c'è Greco e Giudeo, circoncisione e incirconcisione, barbaro, Scita, schiavo, libero, ma Cristo è ogni cosa e in tutti. 12 Vestitevi dunque, come eletti di Dio, santi ed amati, di tenera compassione, di benignità, di umiltà, di dolcezza, di longanimità; 13 sopportandovi gli uni gli altri e perdonandovi a vicenda, se uno ha di che dolersi d'un altro. Come il Signore vi ha perdonati, così fate anche voi. 14 E sopra tutte queste cose vestitevi della carità che è il vincolo della perfezione.

Quindi noi stessi dobbiamo essere compassionevoli verso i fratelli e poi via via il prossimo, perdonandoci a vicenda e sopportandosi vestendoci della carità cristiana (non "la limosina").

Grazie alla compassione ci è stato donato Gesù come "Egli è stato menato all'uccisione come una pecora; e come un agnello che è muto dinanzi a colui che lo tosa, così egli non ha aperto la bocca."

Grazie a quel sangue siamo salvi, ben venga la compassione se per quella siamo salvi.

alla prox Mr

Un po' tutti che si lamentano di caldo o freddo...

03 giugno 2010 ore 17:10 segnala
Dio aveva creato tutto alla perfezione e poi aveva chiesto all'uomo di gestire la terra per suo conto.

E l'uomo che ha fatto? Non ha usato ciò che Dio gli aveva dato per produrre benessere per se stesso e per dare gloria a Dio, ma pervertendo la natura ha dato piacere alla sua pancia e peccato verso i suoi stessi simili, anche andando contro i suoi stessi figli.

Tutto per avidità di denaro... Ma mi domando co sti soldi poi che ci si fa? ci si paga i dottori per guarirci dalle malattie che abbiamo???

Dio sta permettendo che tutto questo avvenga solo per un motivo perchè i tempi della sofferenza si accorcino.
Certo il mondo non finirà nel 2012, troppo facile... non lo sa nessuno, a parte Dio, e i suoi figli.

Ma non tarderà ad arrivare, basta guardare fuori, non li vedete? i tempi si stanno avvicinando, sempre più violenza e sempre più cataclismi, io non so, ma in voi cercherei riparo, nell'unica ala che mi può veramente proteggere.

Se fosse una cazzata rideremo insieme, se non lo fosse io non riderò perchè mi dispiacerà per voi, ma voi piangerete seriamente.

Prepariamoci a partire

31 maggio 2010 ore 13:35 segnala
Il cristiano vive una vita non al passato, ne al futuro, ma al presente.

In questi ultimi tempi che siano 10 anni o 1000 ci si deve preparare all'arrivo di Gesù.

Creandosi un tesoro nel cielo incorruttibile (Matteo 6:19-34), bagnando le proprie vesti nel sangue dell'Agnello (Apocalisse 7:9-17) per il perdono dei peccati, riconoscendolo Sommo Sacerdote altissimo (Ebrei 3:1-6), impegnandosi a lavorare per il regno (Matteo 6:33), perdonando i peccati (Giovanni 20:21-23), guarendo gli ammalati (Luca 10:9), annunziando la venuta del regno di Dio sulla terra (Matteo 12:28, Matteo 21:43, Marco 1:15, Marco 9:1, Romani 14:17, etc).

Pace a voi.

Tutto è lecito ma non tutto è utile.

28 maggio 2010 ore 12:44 segnala
Pace a voi,

C'è tanta gente che crede che se uno è cristiano (cioè appartenente a Cristo), non può fare alcune cose...

Sfatiamo questa leggenda, mi sa che qui molti son confusi in modo inverosimile, perché cari ragazzi quelli che sono limitati nel fare le azioni non sono i cristiani, ma chi non crede.

Mo ve lo spiego.

Sebbene andare con una donna che sia diversa dalla propria per un cristiano è peccato, pur volendo potrebbe farlo, non lo fa perché ha rispetto di Dio e della sua donna.

Un non credente, pur sapendo che è una cosa sbagliata farlo perchè la propria donna se lo sapesse ne soffrirebbe senz'altro potrebbe farlo benissimo senza problemi.

Che differenza c'è? Nessuna siamo uguali in azioni UMANE

Ma un cristiano, sa che se c'è un malato che crede in Dio ed ha accettato il Suo sacrificio sulla croce, sa anche che se pregherà per lui, quello guarirà, al contrario un non credente lo manderà in ospedale sperano che lo guariscano.

Ora non volendo fare di tutta un'erba un fascio, non significa che un cristiano non va in ospedale, io sono il primo ad aver cercato di donare il mio sangue quando un fratello è finito in sala operatoria per un incidente, che poi non l'ho potuto dare perché il mio sangue è velenoso per chiunque che non sia io, è un altro paio di maniche.

Ma sono iscritto alla AIDO, che qualcuno possa tramite i miei organi salvarsi.

Anche io prendo le medicine per l'allergia quando esasperato e mancante di fede cedo alla tentazione, ma di solito sto anche giorni senza usarne perché Gesù mi protegge.

Purtroppo i limitati siete voi non credenti perché non potete fare quelle che facciamo noi.

Proprio perché tutto è lecito, ma non tutto utile. L'utilità sta nel poter essere di aiuto a Dio essendolo per il  prossimo.

Tutto il resto è spazzatura.

Certo anche io gioco ai videogames, anche io vado a fare il bagno a mare, anche io canto a squarciagola le canzoni dei cantanti (non solo cristiani), ma io prego, lodo, ringrazio, innalzo, glorifico Dio per ogni cosa, aiuto il fratello o la sorella, li servo, mi abbasso e chiedo perdono se qualcuno di loro mi fa un torto.

Queste cose se le sognano le persone egoiste, figli di satana, ripieni dello spirito del presente secolo.

Pace a voi, e "raddrizzate le vie del Signore" (giovanni 1)

Ma smettila...

27 maggio 2010 ore 09:10 segnala
Pace a voi,

una persona all'interno di questa chat, mi ha invitato a finir di dire castronerie e terminare con queste cose di Dio e vario, ho deciso di scrivere una pagina anche per questo, naturalmente preso dalla bibbia, leggiamo:

Atti 4:16 Che faremo a questi uomini? Che un evidente miracolo sia stato fatto per loro mezzo, è noto a tutti gli abitanti di Gerusalemme, e noi non lo possiamo negare. 17 Ma affinché ciò non si sparga maggiormente fra il popolo, divietiam loro con minacce che non parlino più ad alcuno in questo nome. 18 E avendoli chiamati, ingiunsero loro di non parlare né insegnare affatto nel nome di Gesù. 19 Ma Pietro e Giovanni, rispondendo, dissero loro: Giudicate voi se è giusto nel cospetto di Dio, di ubbidire a voi anzi che a Dio. 20 Poiché, quanto a noi, non possiamo non parlare delle cose che abbiam vedute e udite.

Ebbene io risponderò: "Giudicate voi se è giusto nel cospetto di Dio, di ubbidire a te anzi che a Dio. Poiché, quanto a me, non posso non parlare delle cose che ho vedute e udite."

Ero cieco ed ora ci vedo:
Matteo 20:30 Ed ecco che due ciechi, seduti presso la strada, avendo udito che Gesù passava, si misero a gridare: Abbi pietà di noi, Signore, figliuol di Davide! 31 Ma la moltitudine li sgridava, perché tacessero; essi però gridavan più forte: Abbi pietà di noi, Signore, figliuol di Davide! 32 E Gesù, fermatosi, li chiamò e disse: Che volete ch'io vi faccia? 33 Ed essi: Signore, che s'aprano gli occhi nostri. 34 Allora Gesù, mosso a pietà, toccò gli occhi loro, e in quell'istante ricuperarono la vista e lo seguirono.

Quando uno ha un bisogno lo esprime anche se è contrario alla moltitudine.

Poi cara amica, tu mi dici di essere agnostica...

Da wikipedia AGNOSTICO:In termini generici il termine agnosticismo (dal greco a-gnothein let. non sapere) indica un atteggiamento concettuale con cui si sospende il giudizio rispetto a un problema, poiché non se ne ha (o non se ne può avere) sufficiente conoscenza.

L'agnostico afferma cioè di non sapere la risposta, oppure afferma che non è umanamente conoscibile una risposta e che per questo non può esprimersi in modo certo sul problema esposto. Nello specifico questa posizione è solitamente assunta rispetto al problema della conoscenza di Dio, ma può anche riguardare l'etica, la politica o la società.


Quindi ti astieni da dare un giudizio sulla fede perché non ne sai abbastanza e quale miglior modo di saperne di più se non quello di ascoltare da chi sa? Anche fossero solo castronerie potresti avere un'idea e quindi non essere più agnostica.

Che Gesù possa illuminare il tuo cammino. Pace a te

Mr

Non ti perdono per aver mentito...

26 maggio 2010 ore 17:09 segnala
Pace a voi,

Questa pagina la dedico ad una persona di questa chat.

Sarebbe facile per me dire: "chi è senza peccato scagli la prima pietra", ma sarebbe troppo facile marciare sui sentimenti di chi ha sofferto per questo peccato.

Sta scritto:
Matteo 6:9 Voi dunque pregate così: Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome; 10 venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà anche in terra com'è fatta nel cielo. 11 Dacci oggi il nostro pane cotidiano; 12 e rimettici i nostri debiti come anche noi li abbiamo rimessi ai nostri debitori; 13 e non ci esporre alla tentazione, ma liberaci dal maligno. 14 Poiché se voi perdonate agli uomini i loro falli, il Padre vostro celeste perdonerà anche a voi; 15 ma se voi non perdonate agli uomini, neppure il Padre vostro perdonerà i vostri falli.

Questa è l'unica preghiera che Gesù ci ha detto di fare, ed è un modo per metterci a contatto con l'amore di Dio per noi.

PADRE NOSTRO... cavolo per un uomo dare del padre a Dio è una cosa fenomenale, bhe ormai nessuno ci fa più tanto peso, ma è straordinario.
Una famiglia con Dio come padre, Gesù e gli altri credenti come fratelli e sorelle, la chiesa come madre. Gloria a Gesù Cristo che bello...

Ma come in tutte le famiglie nascono delle contese, delle diatribe (attriti), scontri, durante il nostro cammino su questa vita, certe volte capita per mille motivi di offendere anche non volutamente i nostri fratelli e sorelle, tanto peggio la persona che si ama più di ogni altra cosa (dopo Dio naturalmente).

Certe volte per paura, altre per vergogna, spesso per incapacità a prendere una decisione, dovremmo cercare di capire gli altri, capita spesso di fare cose sbagliate. Certo se uno sa di aver sbagliato e chiede perdono col cuore, solo Dio lo sa e il peccatore, ma noi cosa possiamo fare?

Ci sarebbe una possibilità, mettere alla prova la persona, ma se sappiamo che ha sbagliato una volta perché è debole... che facciamo lo facciamo ricadere nella sua debolezza credendo che non la rifarà? Forse ora no, ma non siamo immuni al peccato, se è successo una volta...

No, non dobbiamo permettere che succeda nuovamente, saremmo peccatori noi poi che lo abbiamo spinto a sbagliare.

Potremmo perdonarlo e lasciar correre.... No, neppure questo, potrebbe satana corromperlo e farci nuovamente del male...

Potremmo liberarlo del peso che lo affligge e temprarlo nello spirito come avrebbe ed ha fatto Gesù con Pietro... leggiamo...

Matteo 26:33 Ma Pietro, rispondendo, gli disse: Quand'anche tu fossi per tutti un'occasion di caduta, non lo sarai mai per me 34 Gesù gli disse: In verità ti dico che questa stessa notte, prima che il gallo canti, tu mi rinnegherai tre volte. 35 E Pietro a lui: Quand'anche mi convenisse morir teco, non però ti rinnegherò. E lo stesso dissero pure tutti i discepoli.

Matteo 26:69 Pietro, intanto, stava seduto fuori nella corte; e una serva gli si accostò, dicendo: Anche tu eri con Gesù il Galileo. 70 Ma egli lo negò davanti a tutti, dicendo: Non so quel che tu dica. 71 E come fu uscito fuori nell'antiporto, un'altra lo vide e disse a coloro ch'eran quivi: Anche costui era con Gesù Nazareno. 72 Ed egli daccapo lo negò giurando: Non conosco quell'uomo. 73 Di lì a poco, gli astanti, accostatisi, dissero a Pietro: Per certo tu pure sei di quelli, perché anche la tua parlata ti dà a conoscere. 74 Allora egli cominciò ad imprecare ed a giurare: Non conosco quell'uomo! E in quell'istante il gallo cantò.

Tre Volte peccò contro Gesù dicendo il falso a timor della sua vita...

Giovanni 21:15 Or quand'ebbero fatto colazione, Gesù disse a Simon Pietro: Simon di Giovanni, m'ami tu più di questi? Ei gli rispose: Sì, Signore tu sai che io t'amo. Gesù gli disse: Pasci i miei agnelli. 16 Gli disse di nuovo una seconda volta: Simon di Giovanni, m'ami tu? Ei gli rispose: Sì, Signore; tu sai che io t'amo. Gesù gli disse: Pastura le mie pecorelle. 17 Gli disse per la terza volta: Simon di Giovanni, mi ami tu? Pietro fu attristato ch'ei gli avesse detto per la terza volta: Mi ami tu? E gli rispose: Signore, tu sai ogni cosa; tu conosci che io t'amo. Gesù gli disse: Pasci le mie pecore. 18 In verità, in verità ti dico che quand'eri più giovane, ti cingevi da te e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio, stenderai le tue mani, e un altro ti cingerà e ti condurrà dove non vorresti.

Tre volte Gesù chiede un riscatto al peccato commesso.

Chi ti ha oltraggiata mia cara B. ha commesso un peccato, e se non viene perdonato condurrà alla morte (spirituale e non solo), tu hai il potere di strappare chi ti ha fatto del male dal male stesso, chiedi dunque segni di ravvedimento e perdonalo, Gesù ti darà il compenso per questa tua opera, lui verrà liberato da satana e gli si darà la possibilità di rimediare.

Esiste sempre un modo per rimettere a posto le cose, per "tornare indietro", non sta a noi di farlo ma a Dio, l'unica cosa che possiamo fare noi, e fare spazio a chi di poter decidere della propria vita, in libertà, secondo giustizia (quella divina, non quella degli uomini).

Sono sicuro che tutto andrà per il meglio.

^^ alla prossima.