e chi se ne fotte......

04 maggio 2017 ore 18:18 segnala
Lunedì compio 50 anni e chi se ne fotte! la festa? che me la facessero gli altri, mi è bastata quella dei 49,
facce appese e funerale in scena, peccato che l'unica felice ero io, adesso che faccio persevero? naaa manco per idea, mia cugina mi ha detto saggiamente: vedi sbagliare è umano, ma perseverare, fidati è diabolico.
e io mi fido, intanto raccolgo i pezzi di questi 50 anni di merda, e lo scrivo qui,
perchè tutti mi sanno per una felice, ma non lo sono, vorrei una vita diversa,
una famiglia diversa, un marito diverso, insomma voglio la diversaabilità!Voglio il sostegno, voglio usufruire dell'invalidità e dell'accompagnamento, a cosa? ad attraversare questa vita che tutto sommato non mi sono scelta, ma mi ha scelto,
figli problematici e irriconoscenti, marito narciso all'ennesima potenza, amici?
ZERO parenti..ve li raccomando, e cha cazzo! dai l'ho detto finalmente un post politicalyscorrect, e pensare che ho lasciato la scuola di scrittura perchè non mi piaceva scrivere parolacce.....e cha cazzo.
cazzo cazzo cazzo evvai... cazzo cazzo!!!!!!!
d1c357bd-e630-4997-9cfe-38143c97b02c
Lunedì compio 50 anni e chi se ne fotte! la festa? che me la facessero gli altri, mi è bastata quella dei 49, facce appese e funerale in scena, peccato che l'unica felice ero io, adesso che faccio persevero? naaa manco per idea, mia cugina mi ha detto saggiamente: vedi sbagliare è umano, ma...
Post
04/05/2017 18:18:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    4

scendere planare atterrare

26 aprile 2017 ore 17:48 segnala
Brutto periodo,
sei il male e lo so, mi ritorni in mente e non faccio nulla per..
ma dove sei veramente
stai respirando in questo istante proprio come me, o proprio come me senti l'ansia che esplode nel petto.
sono scesa, ho planato bruscamente e adesso raccolgo i pezzi,ma tanto lo so..anche questa volta vincerà il bene, il bene vince sempre e tu..vai a quel paese..sei solo un intralcio, un intoppo, un ostacolo...e sai io che ci faccio con gli ostacoli; li mangio in un solo boccone e cresco!
cresco
cresco
cresco!!! ciao caro BYBY

18028d95-6363-4594-b3d9-ad7d56af9ad9
Brutto periodo, sei il male e lo so, mi ritorni in mente e non faccio nulla per.. ma dove sei veramente stai respirando in questo istante proprio come me, o proprio come me senti l'ansia che esplode nel petto. sono scesa, ho planato bruscamente e adesso raccolgo i pezzi,ma tanto lo so..anche questa...
Post
26/04/2017 17:48:08
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Meglio di una seduta terapeutica...post lungo,ma valelapena!

10 marzo 2017 ore 12:54 segnala
Sana invidia.
La strada umida e buia, il passo frettoloso di mio marito che mi tirava per accelerare il ritorno a casa, la mia mente persa dietro una carrellata di immagini che riproponevano l'incontro avuto pochi minuti prima.
Ero tornata improvvisamente a dieci anni prima.
Senza neanche accorgermi ero dentro l'ascensore, pigiai il tasto ed ero di fronte alla porta di casa,mio marito mi seguiva, ma io non lo vedevo neanche, la cena era pronta e lui come tutte le sere, affamato e frenetico apparecchiava rumorosamente, questa volta non dissi nulla del fastidio che mi procurava quel rito, scaldai il pasto e notai che lui era infastidito dal fatto che quell'appuntamento fuori programma avuto poco prima, gli aveva fatto saltare il TG della sera, come sempre finsi di non accorgermi dei suoi malumori, avrei solamente dato modo e voce ai suoi pensieri di infastidirmi ulteriormente.
Fu una cena silenziosa,almeno all'apparenza, dentro di me i pensieri erano rumorosi e confusi, una specie di lotta tra il bene e il male,lui mangiava di gusto e fece anche il bis, io spiluccai appena, rassettai tutto e cercai di non infrangere la regola di guardare insieme sul divano la TV, ero stanca e non vedevo l'ora di sfilarmi gli abiti di quella strana giornata, cercai di resistere,ma ad un certo punto le gambe andarono avanti da sole, mi ritrovai a letto come qualche ora prima era successo in ascensore, questa volta lui era rimasto a guardare la TV e non mi aveva seguito.
Finalmente sepolta sotto le coperte e sicura che nessuno avrebbe potuto sentirmi,cominciai a parlare da sola abbracciata al cuscino morbido che mi accoglieva confortandomi il viso:
- Come è possibile che una come me non riesce a trovare la parola giusta? Perchè quell'incontro mi aveva turbata al punto da farmi riesumare scheletri che pensavo aver rimosso?
E così cominciai a ricordare......
Rosanna,
Stessa scuola,stessa compagnia, vestiva sempre con gonne lunghe che rendevano la sua figura informe e leggermente goffa, insomma una ragazza quasi anonima, senza infamia e senza lode.
Passano gli anni, e ci incontriamo un giorno, per caso, baci e abbracci, ripercorriamo il tempo passato, aggiornando poi il presente, mi racconta che anche lei come me è una mamma a tutto tondo,non lavorava perchè preferiva dedicarsi alla famiglia, e che in tutto questo era riuscita a ritagliarsi degli spazi suoi frequentando una palestra dove aveva scoperto un tipo di disciplina che la aiutava a scaricare lo stress restando in forma ....
La cosa mi incuriosì a tal punto che le chiesi di questa disciplina e se magari, visto che anche la mia vita scivolava via come la sua,avremmo potuto condividere insieme questa esperienza.
Quello stesso pomeriggio mi chiama al telefono e mi dice che mi sarebbe passata a prendere e insieme saremmo andate in questa famigerata palestra.
Questa nuova Rosanna mi piaceva molto, nulla a che vedere con la ragazzina goffa e complessata che io ricordavo, mi accorgevo di avere di fronte a me una donna libera e sicura di se..
C'era , però, una cosa che mi lasciava stupita: durante tutto il tragitto per raggiungere la palestra non faceva altro che elencare tutte le cose che sapeva fare,tutti i posti dove andava il sabato e la domenica,tutte le conoscenze che diceva di avere,tutti i pettegolezzi che sapeva a proposito di conoscenze comuni.
Se all'inizio la novità era anche piacevole,dopo un po di mesi diventò quasi una tortura condividere quel tragitto,anche se scoprii che quel tipo di attività sportiva mi faceva davvero bene,molto meno le sue chiacchiere, arrivammo ad un punto che lei parlava e io non l'ascoltavo più.....credo che lei se ne accorse!!
Forse per questo motivo, da un giorno all'altro i nostri rapporti terminarono, l'anno successivo cambiò turno,senza dirmelo,io cambiai amicizie e giorni di palestra...e così quando ci incontravamo quasi mi evitava,ma io la salutavo con un largo sorriso cercando il suo sguardo anche se lei faceva finta di non vedermi.
In quegli anni mi sono chiesta più volte perchè da un incontro così entusiasmante scaturì questa indifferenza? E cosa ci provocava tanto fastidio quando ci incrociavamo?
Con il tempo cercai di trovare la causa di tutto ciò pensando che forse a me infastidivano i suoi racconti, perchè, in fondo in fondo un po la invidiavo, ma a lei,cosa infastidiva di me al punto di allontanarsi? Forse si accorse che quando si raccontava io non le mostravo interesse? Le dava fastidio che a me non me ne potesse fregar di meno se aveva preparato una cena squisita,o era andata nel locale di moda con persone che contavano e aveva speso un capitale per una cena a base di pesce,oppure aveva frequentato un corso di pittura ed era risultata la migliore,oppure aveva trascorso un fine settimana in toscana?
Diciamo che ero contenta per lei, ma a volerla dire tutta,non mi piaceva come sciorinava tutte quelle qualità,quasi a voler dire: non sono più la sfigata di un tempo; adesso ho un marito che conta sono ricca e me ne frego di tutti gli sfigati!!
Ero sicuramente felice delle sue evoluzioni,ma alla lunga mi stancava ascoltarla; mi infastidiva il senso di leggerezza con cui faceva tutto,la libertà e la spensieratezza con cui si raccontava ,insomma,sembrava tutto facile.
Io invece lottavo tutti giorni con un marito tre figli genitori anziani,e quello che riuscivo a conquistarmi lo facevo con fatica..lei invece faceva tutto con una facilità incredibile.
Ecco!!! questa era la chiave della mia antipatia nei suoi confronti,la invidiavo,in positivo,perchè la sentivo più felice di me!
Eppure nel mio piccolo non mi mancavano queste cose, ero stata educata ad essere umile,a non esibire nulla, essere più che avere....eppure lei mi allontanò!
Per molti anni ho avuto verso di lei un po di risentimento misto a rancore, poi pian piano il tempo ha affievolito tutto ma ieri sera....ecco rispuntare il suo fantasma sotto le spoglie di suo marito....
Avevamo bisogno di lui per concludere un progetto dovevamo presentare un documento e ci eravamo ritrovati nel suo studio, contentissimo di rivedere me e mio marito ci ricevette al termine della serata, sottolineando il fatto che così avremmo potuto discorrere meglio....sbrigammo gli affari di carattere pratico, e bastò un piccolo aggancio per farlo andare in modalità "adessoparloioevoiascoltate"
Da quel momento partì l'autocelebrazione di lui della sua famiglia delle sue figlie e di tutti i sogni che aveva fatto si si avverassero per la sua dolce mogliettina!
Che dire.....invidiosa?
no, e credetemi, oggi ho trovato la parola, SANA INVIDIA!
BEATI LORO!
E CHE IL SIGNORE LI BENEDICA!
SOLO COSI' L'AMORE GENERA AMORE E UN GIORNO VERRA' ANCHE PER NOI!
:hop ECCO L'HO SCRITTOOOOOOOOO!


c4321a6b-5cc9-4b56-89c5-186c755959b6
Sana invidia. La strada umida e buia, il passo frettoloso di mio marito che mi tirava per accelerare il ritorno a casa, la mia mente persa dietro una carrellata di immagini che riproponevano l'incontro avuto pochi minuti prima. Ero tornata improvvisamente a dieci anni prima. Senza neanche...
Post
10/03/2017 12:54:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    4

lezioni di autostima fai da "ME"

26 febbraio 2017 ore 18:31 segnala
navigando in rete, mi sono imbattuta in un sito di psicologia...e quando mai!
bazzico siti simili da quando ho imparato che su internet puoi essere uno nessuno e centomila, per di più le informazioni fioccano come neve e dirò di più: SONO GRATIS!
Utilizzerò adesso il mio caro vecchio blog, come se fosse uno dei tanti foglietti sparsi nei miei cassetti,almeno così non si unirà al caos che in tutti questi anni ho accumulato con la scusa che presto o tardi queste informazioni mi sarebbero tornate utili, ebbene,questa volta, si tratta di un elenco di cose cose da tener presente a proposito dell'auto stima.
Questo argomento mi sta molto a cuore, perchè sono consapevole di avere un conto in sospeso con la stima di me stessa, ho combattuto per anni ad accrescere la stima che ho di me, fregandomene delle opinioni degli altri, in parte riuscendoci,ma quando improvvisamente capitano avvenimenti inaspettati, o meglio capita che un avvenimento che avevi programmato e che credevi di avere sotto controllo, per un qualcosa che ti era sfuggito, ti ritrovi a precipitare di nuovo in un profondo buco nero in grado di tenerti sveglia tutta la notte, e allora che corri ai ripari, ti chiedi cosa possa essere andato storto, e perchè non te la sei presa con filosofia, tu che della filosofia ne hai fatto quasi la tua bandiera, insieme all'ironia, arma che ti ha sempre difeso nelle battaglie contro l'altra te stessa che veniva ferita tutte le volte che la profonda sensibilità veniva offesa.
Fatta questa premessa vengo al dunque:
Le mie paure: tantissime,ma ultimamente ho capito che la paura peggiore è la paura stessa
Le persone negative: ai voglia quante ne evito..i vampiri energetici..non ne parliamo, li identifico e li sfuggo.
Trasforma i pensieri tossici in pensieri positivi, anche questa è una pratica che mi riesce bene, sono una maestra del famoso bicchiere mezzo pieno.
Gestisci le emozioni...diciamo che a volte mi riesce bene altre volte mi riesce meno altre...vado nel panico, ultimamente le gestisco alquanto...
Cura l'immagine, quello sempre, l'ho sempre fatto.
Fai attività fisica..diciamo che non è la mia passione,ma ce la metto tutta..intervallando spazi di profonda pigrizia con slanci di cui mi meraviglio io stessa.
Sii generoso e disponibile, lo sono anche troppo e spesso ci rimetto di mio, standoci ancora più male.
Sorridi spesso, ho fatto del sorriso la chiave d'accesso alla vita, anche se dentro sono di una serietà mostruosa, nulla mi da veramente gioia, se non pochissime cose, quelle vere e genuine.
Parla poco e lentamente...ECCO HO TROVATO!!!!! Sarà questo il mio tallone d'Achille?
Parlo tanto e a volte mi si ritorce contro, per il semplice fatto che i miei pensieri scorrono veloci e vorrei che chi mi sta accanto cogliesse l'essenza e li condividesse, ma spesso non accade....ecco devo parlare meno....parlare meno..meglio scrivere quind e tornare un po ai vecchi tempi quando il mio blog, il mio diario era un cofanetto di pensieri sciolti.
Dì NO quando è necessario, se non ci riesci, chiediti come mai; ecco come mai? io lo so come mai, il problema è la mia spiccata sensibilità, ho paura di ferire perchè mi metto nei panni dell'altra persona,ma ultimamente mi rendo conto che molti ci marciano e se se ne approfittano.
Fissa quasi quotidianamente piccoli obiettivi e successi facilmente raggiungibili, piccoli passi da fare (individua ed elenca quali possono essere, scrivili); devo dire che dall'inizio dell'anno ho preso l'abitudine di trascrivere su una piccola agendina tutte le cose che faccio e che porto a termine, con successo e non, e devo dire che vedendo quella sfilza di cose,,mi sento fiera di me, ma tutto questo l'ho fatto prima di incappare in questo vademecum on line.
Impara dagli errori,quello sempre, sarei una stupida se cadessi sempre negli stessi errori, gli errori sono il mio metro di valutazione tutte le volte che mi capitano situazioni da risolvere.
Smetti di inseguire la forza e l’eccellenza ma segui te stesso, quello è un mio limite, vorrei essere sempre perfetta, e quando non lo sono mi bastono da sola.
Rischia un pochino anche a rischio di fallire o di fare figuracce, si questo lo sto sperimentando, e mi piace, perchè mi apre a nuove esperienze e provo anche sensazioni inaspettate.
Non lamentarti MAI!!! un tempo ero sintonizzata sul lamento,ma parlo di tanti anni fa, quando questo lamento era ben accolto da mia madre in particolare, oggi mi rendo conto che il lamento è una sorta di boomerang,,ti si ritorce solo contro.
Riconosci e coltiva il tuo sogno di vita; quanti sogni ho coltivato..qualcuno si è avverato, altri aspetto di coglierli.
Punti di forza; quali sono i miei punti di forza, dunque...la tenacia? si,ma solo se le cose mi interessano veramente, appena qualcosa va storto..ahi me demordo e abbandono,ma quando ci credo nulla e nessuno mi smuove.
Non riferirti mai a te stesso in negativo, da solo e in presenza di altri e nemmeno per scherzare, questo lo terrò presente!
Fai dei complimenti e impara anche a riceverli; è vero sono a volte riservata e i complimenti mi imbarazzano.... vedrò di ringraziare e compiacermene.
Smetti di fare confronti o paragoni tra te e gli altri, siamo diversi; SIAMO DIVERSI, SIAMO DIVERSI, vedrò di ricordarmene.
Abbi sempre fiducia in te stesso, negli altri e nell’Universo, quando meno te lo aspetti, la tua fiducia verrà ripagata.
Ecco questo avrei scritto sul foglietto volante...adesso lo so che sta qui dentro e quando vorrò lo verrò a rileggere e sarò contenta se qualcuno lo ha letto e ha avuto la pazienza di essere arrivato alla fine...ah dimenticavo anche un mi piace o un commento negativo è gradito!!!!!



d7a225a8-fb69-4c20-bc47-b7019d769840
navigando in rete, mi sono imbattuta in un sito di psicologia...e quando mai! bazzico siti simili da quando ho imparato che su internet puoi essere uno nessuno e centomila, per di più le informazioni fioccano come neve e dirò di più: SONO GRATIS! Utilizzerò adesso il mio caro vecchio blog, come se...
Post
26/02/2017 18:31:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    10

Cosa può fare qualcuno quando una storia d'amore é finita

29 novembre 2016 ore 10:28 segnala
Sono triste, incazzata con me stessa...mi torna in mente tiziana e la sua domanda: " ma perchè non te ne sei accorta prima?"
Ecco, perchè?
Me lo chiedo da mesi, ho aperto la famosa porta e ci ho trovato il nulla, o meglio..ci ho trovato quello che c'era e per anni non ho visto, maledetta chiave, perchè ho aperto la porta..era meglio quando cercavo e non trovavo.
Adesso c'è un trono vuoto e un principe spodestato dalla sua regina consapevole, ecco un principe spodestato dalla sua regina.
Ci sfioriamo e non ci tocchiamo, ci guardiamo ma non ci attraversiamo, io non lo amo più e lui non si rassegna, ieri ho cominciato a dirlo si a dirlo, lo tenevo dentro e speravo non lo vedesse e sapesse nessuno...ma ieri cosa mi è preso e perchè l'ho detto?
Cosa importa agli altri?
Che cambia esternare al mondo la mia infelicità?
Bilancio di una vita spesa inutilmente, sembra una frase fatta, l'ho pensato tutte le volte che l'ho letto a proposito di altro, ma adesso lo sto scrivendo io a proposito di noi...
Grazie BLOG...
Sono UFFICIALMENTE TRISTE.
buona vita a tutti......
5f533170-9bc6-402d-b3b9-2a80796588b4
Sono triste, incazzata con me stessa...mi torna in mente tiziana e la sua domanda: " ma perchè non te ne sei accorta prima?" Ecco, perchè? Me lo chiedo da mesi, ho aperto la famosa porta e ci ho trovato il nulla, o meglio..ci ho trovato quello che c'era e per anni non ho visto, maledetta chiave,...
Post
29/11/2016 10:28:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Chi sa se ....

24 novembre 2016 ore 13:07 segnala
...Aver capito che l'uomo accanto a me non è altro che un narciso incurabile, e non perchè l'ho detto io, ma perchè dopo una attenta analisi psicologica e antropologica del soggetto, l'unica cosa che mi resta da fare è prenderne le distanze, chi sa?
Mi sono fatta una cultura in merito al narcisismo, anzi approfitto, chi vuole può chiedermi spiegazioni in merito, ma quello che invece, non sono riuscita a fare, è trovare una soluzione in merito al caso.
Tutti i maggiori esperti concludono dando una sola soluzione a chi vorrebbe trovare una strada per andar daccordo con il narciso di turno, ed è questa:
LASCIATE PERDERE!
Non cercate di cambiarlo, non sperate di riuscirci, il narciso vi porterà alla distruzione, frantumando anche quel poco di autostima che vi rimane.
Ebbene preso atto di ciò, e preso atto che il mio narciso me lo devo tenere perchè non ho scelta, ho deciso di raccontare una storia, la storia del piccolo principe ereditario e della sua corte.
inizierò a breve.. intanto se vi piace l'idea scrivetemi, posso dispensarvi consigli a iosa...ormai convivo con un narciso conclamato da oltre 30 anni!!!

7284a6d6-f41e-4dc1-a7c2-dc18618632b3
...Aver capito che l'uomo accanto a me non è altro che un narciso incurabile, e non perchè l'ho detto io, ma perchè dopo una attenta analisi psicologica e antropologica del soggetto, l'unica cosa che mi resta da fare è prenderne le distanze, chi sa? Mi sono fatta una cultura in merito al...
Post
24/11/2016 13:07:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2

nulla arriva all'improvviso....

15 novembre 2016 ore 11:46 segnala
Stamattina un pensiero si è affacciato prepotente, quando stento ad alzarmi dal letto qualcosa non va, me lo sento ormai da un paio di mesi,sono stanca apatica e priva di ogni possibile scusa per mettere il piede giusto a terra e cominciare la giornata.
Me ne accorgo dall'intensità del tuo pensiero fisso dentro me, so bene che quando riaffiora, non è perchè mi manchi , ma perchè attorno c'è il vuoto, e tu costantemente presente e non omologato al vuoto stesso recrimini attenzioni.
Ma stamattina, oltre a rendermi conto che ormai la mia vita matrimoniale è alla frutta, sono ( siamo oserei dire) in piena crisi, e delle peggiori che abbiamo attraversato, questa è silenziosa, strisciante e quasi rassegnata, allora il pensiero che si affaccia è questo:
Nulla arriva all'improvviso!
Non si arriva dove adesso mi trovo io, per caso, il tragitto percorso mi ha portato dove sono ed è bastata una frase ascoltata superficialmente ieri per farmi ricordare che tra alti e bassi sono ormai 7 anni che siamo in crisi, sono giorni e giorni che mi ripeto che non provo niente più per te se non profonda stima per il lavoratore e padre che sei, forse padre non proprio avresti potuto fare di più, padre nel senso che non hai fatto mancare nulla ai tuoi figli, questo si.
E così, mentre il brodo bolle in pentola,faccio un po di conti, giusto sette anni il tempo giusto che io e te non ci sentiamo più, chi sa se averti incrociato tra le mie quotidiane battaglie sette anni fa, ha concorso al pensiero di oggi?
Nulla arriva all'improvviso!
E chi sa se anche tu, tra i tanti vuoti esistenziali, mi pensi ancora!

9081c509-bb58-40a8-aded-a13cc4575469
Stamattina un pensiero si è affacciato prepotente, quando stento ad alzarmi dal letto qualcosa non va, me lo sento ormai da un paio di mesi,sono stanca apatica e priva di ogni possibile scusa per mettere il piede giusto a terra e cominciare la giornata. Me ne accorgo dall'intensità del tuo pensiero...
Post
15/11/2016 11:46:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    8

è stato bello sperare....

30 settembre 2016 ore 16:26 segnala
Oggi finalmente ho saputo l'esito del concorso..ho sperato fino in fondo purtroppo oggi mi si sono parate innanzi le 4 facce dei vincitori..GRRRRR
e si, non ce l'ho fatta! pazienza.
comunque l'attesa mi è piaciuta lo stesso!
il lavoro che ho inviato lo affinerò e lo migliorerò, se non altro servirà a me come materiale per il prossimo lavoro letterario...però.. che delusione!
585f77b3-f49d-4db7-891d-8f36c6a28300
Oggi finalmente ho saputo l'esito del concorso..ho sperato fino in fondo purtroppo oggi mi si sono parate innanzi le 4 facce dei vincitori..GRRRRR e si, non ce l'ho fatta! pazienza. comunque l'attesa mi è piaciuta lo stesso! il lavoro che ho inviato lo affinerò e lo migliorerò, se non altro...
Post
30/09/2016 16:26:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    3

settembre

14 settembre 2016 ore 12:05 segnala
...e arrivò settembre
ogni giorno apro la posta elettronica sperando di trovarci quello che ormai da mesi sogno, ma va bene così, ho sempre pensato che le attese sono la parte migliore di un risultato.
Le attese fanno sognare e spesso quei sogni anche se leggermente sfocati tal volta si avverano.
Sono una cresciuta a pane e sogni, Alice nel famoso paese, mi fa un baffo lei e quello stupido coniglio.
Forse ho plasmato la mia vita in base ai sogni e quando, come ultimamente mi è accaduto di non avere più sogni nemmeno di scorta, mi è sembrato che non avessi più ossigeno per vivere, oggi mi aggrappo a qualsiasi cosa mi dia la speranza che un giorno...
un giorno sistemerò ogni cosa in famiglia
un giorno sarò libera in tutto le mie scelte
un giorno mi libererò di tutte le responsabilità
un giorno pagherò tutti i conti e sbattendo la porta saluterò la grande casa e andrò via nel vento
un giorno ti incontrerò, non ti riconoscerò, ma ci basterà parlare per capire che non ci siamo mai dimenticati, e mano nella mano ci riprenderemo quello spazio che ci eravamo a fatica creati, ci basterà soltanto spolverare e mettere in ordine, togliere le ragnatele e accomodarci su quelle morbide certezze che ci davano le confidenze reciproche che ci scambiavamo sotto la pioggia, nel vento, nel traffico, tra le foglie cadute, ma stavolta niente e nessuno ci separerà, se non la nostra volontà a farlo e finalmente saprò che non sei stato un sogno!



a63c2836-67f0-474a-9c19-e77d51ede47b
...e arrivò settembre ogni giorno apro la posta elettronica sperando di trovarci quello che ormai da mesi sogno, ma va bene così, ho sempre pensato che le attese sono la parte migliore di un risultato. Le attese fanno sognare e spesso quei sogni anche se leggermente sfocati tal volta si...
Post
14/09/2016 12:05:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    8

#caldo#noia#vorreimanonposso

02 agosto 2016 ore 16:14 segnala
Accidenti da quanto non scrivo, e lo faccio adesso...e lancio pure gli asctagh... sto ascoltando uno dei tormentoni estivi, alle spalle i figli rientrati da una prima parte di vacanze che sfatti e annoiati sui loro letti ognuno pensa e progetta il restante tempo da dedicare all'ozio.. e i o??
tra qualche giorno parto di nuovo anch'io, le mie vacanze singhiozzo...amalfi positano, sorrento..che invidia se mi sta leggendo uno del nord o uno che sta chiuso nell'entroterra italiano.. eppure.. io ne farei veramente a meno...voglio restare a casaaaa, chiudermi in casa, stare in casa, w la mia casa... voglio chiudermi in camera mia e ballare da sola!!!
Cazzo..vorrei tanto scatenarmi da sola in un ballo estivo, senza sguardi, senza mani che ti toccano, senza occhi che ti spogliano o ti lanciano mille apprezzamenti, agiterei i fianchi, la testa le braccia, senza freni finalmente..ma lo so è tutta colpa di uno stronzo che tanti anni fa ad una festa anni 80' scimmiottò il mio modo buffo di ballare... da alora..smisi di ballare, di lasciarmi andare, di fottermene del mondo intorno, e adesso guardo avida il mondo che si diverte accanto a me e non trovo il coraggio di buttarmi..sai una cosa? ma va al diavolo!

edd9d595-b76c-4e9d-b3df-14388e2c5092
Accidenti da quando non scrivo, e lo faccio adesso...e lancio pure gli asctagh... sto ascoltando uno dei tormentoni estivi, alle spalle i figli rientrati da una prima parte di vacanze che sfatti e annoiati sui loro letti ognuno pensa e progetta il restante tempo da dedicare all'ozio.. e i o?? tra...
Post
02/08/2016 16:14:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    3