Decima puntata: SAMURAI

15 ottobre 2015 ore 16:08 segnala
Samurai..Cosa è il samurai? Il samurai è un militare giapponese appartenente ad una delle due caste aristocratiche giapponese. Letteralmente il significato della parola SAMURAI è Colui che serve, nel caso dei samurai si parla di feudo. Di solito il termine samurai viene usato per indicare la nobiltà del guerriero, il ronin che serve il suo signore senza vincolo alcuno. Un onda libera. Ora, dopo questa wikipediata degna di me, dove voglio arrivare? Bene. Mi sento un Samurai. Un onda anomala, oserei dire, più che libera, vincolata, che segue una corrente di eventi scatenati da una decisione. Essere lasciati.
Noi siamo i Samurai che servono il nostro signore, il nostro feudatario, il nostro feudo. Noi stessi.
Alla fine di una storia ne usciamo distrutti, percossi (figurativamente), umiliati, disorientati. Una serie di meccanismi ci fanno perdere le piastre dell'armatura, lasciata, all'inizio della nuova storia, in una teca che mai avremmo ripensato di indossare. Ronin che segue un onda, di lacrime, di rancori e rimpianti, singhiozzi e paranoie. Errori.
Il Samurai che albergava in noi ci pareva sopito e privo di forze. Privo di spirito di sacrificio. Abbiamo accantonato lo spirito di guerriero nobile per affiancare un'altra persona. Felicemente.
Ma è proprio quando quella felicità onnipotente si infrange ecco che quella teca ha un sussulto e inizia a creparsi, rompersi in mille pezzi ore per ore, giorno per giorno, settimana per settimana, mese per mese, finché un evento, qualcosa, qualsiasi cosa, non ci porta a rimettere l'armatura. Drappo dopo drappo, placca dopo placca. Ci sembra abbia un peso, sia rafforzata, il materiale è leggermente più resistente. E' fulgida, è spessa. Ci sentiamo di nuovo padroni della nostra corazza.
Ed ecco..ed ecco che dopo aver percorso diversa strada con la nostra armatura che incontriamo una persona, all'inizio ci chiudiamo in quell'armatura. Convinti, quasi schivi. All'inizio è un illusione palese che l'onda sia controllata, monotona, ma poi..la tempesta.
Ed eccola una nuova teca, lucida, con il vetro nuovo per nulla incrinato. Eccola accogliere l'armatura del samurai, fulgida e spessa. Ehy, avete mai pensato a quanto tempo è passato dall'ultima volta che l'avete indossata? Quanto pesa invece ora che l'avete indossata?
Parlo per me. La teca si è rotta da poco. La mia armatura è dura. Durissima. Pesa talmente tanto che faccio appello alle mie spalle forti. Ha un colore più acceso. Un rosso che mi contraddistingue. Adesso che la indosso posso solo dirvi che sto finalmente ricominciando il mio cammino.
Sono un Ronin. Sono un Samurai. Lo siete tutti voi, in un modo o nell'altro. Siamo onde senza controllo che lottano per un feudo, il nostro, senza arrendersi.
dce9eed8-3c04-40aa-92de-ae8da31dfef5
Samurai..Cosa è il samurai? Il samurai è un militare giapponese appartenente ad una delle due caste aristocratiche giapponese. Letteralmente il significato della parola SAMURAI è Colui che serve, nel caso dei samurai si parla di feudo. Di solito il termine samurai viene usato per indicare la...
Post
15/10/2015 16:08:21
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    15

Commenti

  1. Frabber 16 ottobre 2015 ore 12:43
    bellissime parole... a quando un libro? :p
  2. Naoko 16 ottobre 2015 ore 18:57
    Un libro, mah credo mai... ;) grazie per il tuo commento.
  3. uff2014 16 ottobre 2015 ore 19:21
    ecco cosa intendevo per "pensiero Contorto" .... ma scrivi bene davvero! brava ragazzuola
  4. Cici.diMissCru 16 ottobre 2015 ore 20:42
    io al massimo potrei fare la Geisha
  5. Naoko 17 ottobre 2015 ore 21:10
    Ognuno ha le sue preferenze! =)
  6. badore81 17 ottobre 2015 ore 22:13
    molto bello, brava!
  7. Naoko 17 ottobre 2015 ore 22:19
    Grazie mille =)
  8. Aberrante86 19 ottobre 2015 ore 00:26
    interessante...
  9. Naoko 19 ottobre 2015 ore 00:30
    Grazie! =)
  10. antioco1 03 novembre 2015 ore 16:44
    complimenti per come scrivi qualche volta torno a leggere il tuo blog buona serata
  11. Grillo.65 13 novembre 2015 ore 16:45
    E quando l'armatura torna nella teca non scorgi delle macchioline di sangue in terra? Quanto pesa quell'armatura? Non ti viene il dubbio che quel peso non valga la pena, che feriscano di più gli attriti interni che non gli strali del nemico?
  12. Naoko 15 novembre 2015 ore 19:59
    Non è il peso che conta. Non le ferite. Conta riprovarci..,
  13. Nietzsche1888 28 dicembre 2015 ore 01:27
    Consiglio la lettura del libro "Hagakure" di Yamamoto Tsunetomo.
  14. Naoko 28 dicembre 2015 ore 01:34
    Grazie del consiglio!
  15. finalmenteriammesso 25 agosto 2018 ore 13:59
    Testo molto profondo e sempre attuale, ci fossero più persone come Naoko. Ti ho scoperto solo ora purtroppo.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.