Fiabe remixate: Cappuccetto Rosso

13 ottobre 2017 ore 18:58 segnala
Dove vivo io si sta davvero bene.
Silenzio, pace, tutto intorno prati e boschi...caprioli e daini a pochi metri da casa...
Da inizio ottobre a fine dicembre, però, nel weekend la pace viene rotta dalle fucilate dei cacciatori.
Questo è periodo di caccia al cinghiale.

Vi fu un periodo in cui i cinghiali non venivano cacciati ma poi accadde una cosa che cambiò la sorte di questi simpatici "purcelli zetolosi".

Si narra che un giorno mentre passeggiava nel bosco tranquillo, un cinghiale udì da dietro un cespuglio una voce di donna ansimare.
Essendo molto curioso sbirciò e vide un lupo sopra una bambina nuda con solamente un cappuccio rosso in testa.
Il cinghiale capì che il lupo si stava facendo Cappuccetto Rosso, noto personaggio della zona. Prese un grosso ramo e colpì con forza il capo del lupo che cadde morto.

"BASTARDOOOOOO CAxxO HAI FATTOOOOOO!!!!!!!" urlò inviperita Cappuccetto Rosso.
"Ma come..ti ho salvata dal lupo che…"
"Che mi stava sco**ndo daDio…dopo anni che lo cercavo e te me lo hai ucciso"
"Ma tu sei una bambina – disse il cinghiale – e le bambine non fanno queste cose"
"Ma che bambina – di rimando la pargola che stava rimettendosi il perizoma – io ho 37 anni…non sono una bambina, sono una nana! E tu hai rovinato tutto…ma adesso ti sistemo io!"

La nana prese il cellulare e chiamò il SOS Cacciatori.
Di li a poco ne arrivò uno.

"Cacciatore…uccidi il cinghiale!"
Ma bambina…noi non uccidiamo i cinghiali…solo i lupi cattivi. E poi siamo vegetariani…a noi il cinghiale non piace."
"Cacciatore…se lo uccidi te lo suxxhio!"

BANG! BANG!

Il cinghiale iniziò a correre inseguito dal cacciatore.
Fortunatamente il cacciatore aveva già i pantaloni calati e non riusciva a correre veloce.
Arrivò in un radura nel bosco, vide una casetta e dato che era arrivata l’oscurità, decise di entrare.
Bussò ma non rispose nessuno.
Suonò il campanello ma nulla.
Aprì la porta ed etrò cercando di non fare rumore.
Nella penombra vide un bicchiere d’acqua e, dato che era assetato, lo prese, se lo portò alle labbra e lo ingollò.
In quel momento si accese la luce e davanti a lui apparve una vecchia ultranovantenne completamente nuda. Te**e incartapecorite…pa**ta spelacchiata…senza denti.
"Ma cosa fai…mi bevi l‘acqua con dentro la dentiera e il Kukident?"
Il cinghiale iniziò a vomitare.
"Dai bel cinghialotto…che poi quando hai finito vieni qua e tro*bi la nonna di Cappuccetto Rosso. Vatti a lavare i denti e poi torna a limonarmi."
Il cinghiale fece per uscire ma incontrò sulla porta il cacciatore e Cappuccetto Rosso.
Il cacciatore era l’amante segreto della nonna.
BANG! BANG!

Questa volta per il povero cinghiale non c’era più nulla da fare:
venne centrato in mezzo agli occhi e morì.

La nonna fece la polenta, il cacciatore squoiò il cinghiale e lo cucinò, Cappuccetto Rosso giocava in cucina con i cetrioli.
Lo mangiarono, si divertirono un paio d’ore in un triangolo erotico e vissero felici e contenti.

Da allora i cinghiali vennero cacciati in ogni dove e considerati carne gradevole con polenta e vini rossi fermi.

Finalmente venerdì!
Possiate passare un weekend grondante piacere, sia esso sessuale, oppure eno-gastronomico.
E se mangerete cinghiale con la polenta, ricordatevi di me.

a56b330d-941c-4d5d-96fd-83fd552d07ea
Dove vivo io si sta davvero bene. Silenzio, pace, tutto intorno prati e boschi...caprioli e daini a pochi metri da casa... Da inizio ottobre a fine dicembre, però, nel weekend la pace viene rotta dalle fucilate dei cacciatori. Questo è periodo di caccia al cinghiale. Vi fu un periodo in cui i...
Post
13/10/2017 18:58:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.