Il lato B del piacere

09 novembre 2017 ore 18:44 segnala
Ai miei tempi, quando non si usavano ancora gli mp3, esistevano degli oggetti, di colore nero, di forma tonda, sottile e con un buco nel mezzo.
Le dimensioni (diametro e buco centrale) variavano a seconda che si trattasse di un 45 giri oppure di un LP.
Si chiamavano dischi.
Ora, il disco 33 giri, oppure LP (Long Playing) era tipo un CD odierno ovvero conteneva diversi brani mentre il 45 giri o il disco mix, era solitamente un singolo, conteneva, quindi, un solo brano in due versioni differenti oppure due brani.
Il brano di punta, quello di successo, stava sul lato A del disco mentre quello sul quale puntavano meno, si trovava sul lato B.

Capitava, raramente ma capitava, che il lato B ottenesse più successo del lato A.
Un esempio che mi ricordo fa parte della discografia dei Matt Bianco.
Nel 1988 uscì un brano il cui lato A, "Don't Blame It on That Girl", venne ca*ato poco o niente mentre il lato B "Wap-Bam-Boogie" divenne un successo.
Si, poi lo spacciarono per un disco con due lati A ma era evidente che avevano puntato sul cavallo sbagliato scegliendo "Don't Blame It on That Girl", brano che mi piaceva davvero tanto (ma non tanto quanto "More Than I Can Bear").

Tutto questo pippone per dire che il lato B ha il suo fascino.
Come ho scritto altre volte, non sono uno che ha mai preteso fellatio oppure praticare sesso anale dalle proprie amanti né donne ufficiali.
Chiaro che se una desidera praticare l'anal lo faccio molto volentieri, non tanto per sentirmi più uomo ma solo perché voglio che la mia amante non abbia da pentirsi del fatto di avermi concesso di fare l'amore con lei e, quindi, voglio fare di tutto per darle piacere.
Idem per la fellatio:
se proprio ci tiene...ma preferisco molto di più essere la parte attiva nel sesso orale.

Per molte donne il discorso "anal" è un tema piuttosto scottante nel senso che un po' per paura che faccia male e un po' per qualche tabù, si privano di qualcosa che, magari, potrebbe dar loro piacere.
Negli ultimi anni sono riuscito a fare sesso anale con un paio di amanti e con altre 3 ci ho provato ma hanno lasciato stare; dicono per via delle mie dimensioni ma alla fine non mi sembra così grosso...forse perché non sono io a prenderlo nel...

Ho più volte sottolineato come sia particolarmente legato alle mie lettrici e come desideri siano felici sessualmente:
ecco perché non vi importuno cercando di contattarvi e non vi mando foto del mio pene (immagino ne riceverete a dozzine...immagino vivrete benissimo anche senza vedere il mio ) ma cerco di darvi qualche dritta per far si che troviate un maschietto che se non vi amerà per sempre, almeno vi possa donare una bella notte di sesso.

Nei mei precedenti blog avevo fornito qualche consiglio su come approcciarsi all'anal e, quindi, ecco rispolverato quello che scrissi tempo fa.
Cercherò di "ripulirne" il linguaggio:
i miei precedenti inutili blog erano su piattaforme molto "free" dove potevi scrivere e mettere le foto che volevi; la "sfida" e quello che mi piace di Chatta è che, invece, non si deve essere troppo espliciti nei testi e nelle immagini e questo mi piace.

I motivi che rendono il sesso anale così piacevole per chi lo pratica sia attivamente che passivamente non li conosco e, onestamente, me ne importa nulla, ma se siete tra quelle con ancora l'altro buchetto vergine e volete qualche idea su come godere o sperimentare il piacere dell'anal, ecco qualche consiglio scippato dalla rete.
La fonte la metto alla fine che poi andate a leggere l'articolo originale e il mio blog non lo filate manco di striscio.

Le parole da tenere bene a mente sono:
lubrificazione, rilassamento e gradualità.

Ah, se vi piace il sesso anale non siete malate eh...
Intanto è bene sapere che la zona dell'ano, oltre a essere più stretta, da cui derivano sensazioni più intense per entrambi, è anche riccamente innervata.
Quindi può essere molto piacevole al punto da raggiungere l'orgasmo (alcune donne vengono solo con il sesso anale).
Poi c'è un discorso mentale, tipo le fantasie di sottomissione come anche una sessualità primordiale, animalesca, istintiva.
Bene, ora che sapete perché vi stuzzica l'idea, vediamo come fare.
Ovviamente dovete disporre di un ano per poter praticare il sesso anale.
Sembra una ca**ata ma, ad esempio, la Barbie non potrebbe mai praticarlo.

Primo punto: lubrificazione.
Ora non voglio certo tediarvi con discorsi di attriti radenti ecc.
Del resto non si deve essere per forza laureati in ingegneria per sapere che una buona lubrificazione aiuta in tutte quelle situazioni di scorrimento.
Nel sesso "tradizionale", quello vaginale per intenderci, è tutto più facile:
vedete un avvenente 49enne un po' grassoccio, occhi chiari, brizzolato, faccia da tortellone, vi vengono pensieri impuri e vi "bagnate".
Per l'ano non funziona così: a meno che non abbiate un attacco di dissenterie, quella zona è normalmente asciutta come un barile di sabbia (in caso di cagotto meglio non praticare sesso anale eh...).
Ecco quindi che si rende necessario l'uso di lubrificanti a base d'acqua, perché quelli a base siliconica o oleosa sciolgono i preservativi (se usate il preservativo ovviamente).
Se fate sesso dopo cena, potete usare dei lubrificanti a base limoncello o nocino, giusto per digerire meglio.

Secondo punto: rilassamento.
Eh si, perché se serrate l'ano al punto che nemmeno uno spillo potrebbe entrarci, è un po' un casino fare sesso anale.
Del resto, magari pensate a quando fate la cacca dura ed a come fa male e allora diventate tese e contratte.
Per eliminare le tensioni, contraete ancora di più la muscolatura perianale, e poi rilassatela:
vi aiuterà sia a rilassare la zona, che a prenderne consapevolezza.
Un altro trucco, per facilitare la penetrazione, è quello di spingere usando il muscolo elevatore dell'ano...serve a distendere la muscolatura.
Ignoro cosa sia la muscolatura perianale ed il muscolo elevatore, ma dato che non devo essere io a farmelo mettere nel..., l'importante è che lo sappiate voi.
Quello che conta è che siate a vostro agio.
Giocate, concedetevi lunghissimi preliminari, fatevi fare un massaggio...finché non sentirete che non ci sono più tensioni, imbarazzo o paura.
Magari potreste abituarvi a considerare l'ano come una possibile fonte di piacere e non solamente lo sbocco verso l'esterno dell'apparato digerente.

Terzo punto: gradualità.
Lo so, fa molto "macho" prendere una, farla appoggiare sul cofano della macchina, sollevarle la gonna, calarle le mutandine e darci dentro, e immagino ci siano donne che amerebbero questo genere di approccio ma, se avete il buchetto vergine, non credo sia l'idea migliore per iniziare a godere dei piaceri del sesso.
L'ano è uno sfintere che si può dilatare senza alcun dolore, se si usa la calma necessaria.
Basta andare per gradi.
Lasciatevi inizialmente stimolare con un dito, ad esempio.
Poi un piccolo sex toy e piano piano, quando la strada inizia ad aprirsi, potete passare a ricevere qualcosa di un po' più consistente.
Come posizioni gli esperti consigliano quelle in cui siete stese sulla pancia, perché tutto il corpo è disteso, appoggiato sul materasso e quindi più rilassato.
Possono andare anche tutte quelle posizioni in cui le natiche non sono contratte, o sulla schiena, con le gambe sollevate e i piedi appoggiati sulle sue spalle.

Beh, ora avete tutto quello che serve per intraprendere questo viaggio.
Ah, dimenticavo, ecco il LINK dell'articolo serio.

Come dicevo, qualche tempo fa ho sperimentato il sesso anale.
L'ano non era il mio ovviamente e la ragazza non era alla prima esperienza, fatto questo che ha aiutato non poco.
Pur sapendo che aveva già avuto modo di praticare l'anal, ho comunque cercato di fare in modo da non provocarle dolore.
Come ho scritto spesso, non ho bisogno di sentirmi "padrone" della donna con la quale faccio sesso per godere e, quindi, sottomissione, dolore e tutte quelle cose molto "cool" in questo periodo le lascio a chi le sa praticare, i cosiddetti "master".
Come lubrificante usai la mia saliva; mi sono quindi messo con il mio...in corrispondenza del suo... ed ho lasciato che fosse lei a decidere velocità e tutto il resto.
Io sono restato fermo....immobile.
Quando poi, dopo un po', il... era entrato tutto, ho iniziato a muovermi prima lentamente, con delicatezza, per poi crescere di intensità e forza.
Beh sembra sia piaciuto e, cosa che più conta per me, senza dolore.
Anche perché ho la dotazione delle dimensioni di quella di un toporagno e fare sesso anale con me non è così problematico.

f4f2aef6-baa7-43f9-8c93-f9030141b620
Ai miei tempi, quando non si usavano ancora gli mp3, esistevano degli oggetti, di colore nero, di forma tonda, sottile e con un buco nel mezzo. Le dimensioni (diametro e buco centrale) variavano a seconda che si trattasse di un 45 giri oppure di un LP. Si chiamavano dischi. Ora, il disco 33 giri,...
Post
09/11/2017 18:44:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.