Il silenzio °

09 ottobre 2016 ore 14:55 segnala



Ci sono silenzi umidi di dolori che vorticando come tornado invadono le vite. Entrano dalle orecchie e raggiungono il ventre, mentre le bocche si aprono nel pianto muto che schianta. Gli Hibakusha non hanno più lacrime per la morte portata dalle ali dei B-29.
Ci sono silenzi maestosi che scorrono tra gli abeti issati fino in cima al mondo. Toccano la volta celeste e fanno tintinnare di piccole risa i pianeti del Sole e le stelle che si nascondono agli occhi rumorosi della Terra.
Ci sono silenzi animali di leggiadra armonia: Lulù che abbraccia Oliver nel sonno profondo con le vibrisse che fanno l'amore tra di loro e con l'aria. E i silenzi puri dei neonati con i pugni chiusi e il latte sulle labbra e quelli dei tuareg che nel deserto trovano se stessi circondati da una coscienza che germoglia durante il cammino.
Ci sono silenzi disperati perché interrotti dalla voce stridula di un rimpianto senza pace, silenzi neri portati dall'odio che hanno il sapore acre del fumo che si alza dai camini. Silenzi mafiosi lunghi una vita, neri e cupi come le fosse delle vittime di lupara bianca e silenzi grigi di paura e di omertà.
Ci sono silenzi desiderati ma che restano miraggi evanescenti; silenzi disprezzati da chi conosce solo il piagnisteo dell'egoismo che ha costruito mura di piombo.
E c'è il silenzio inviolabile di Lei che lo strimpella sulle corde della sua chitarra, armonica sintonia tra testa e anima, danza gentile tra la sua voce e l'universo, respiro di infinito, squarcio sul futuro. Risale le mie gambe e bussa al mio cuore ancora incapace di afferrarlo.
C'è il tuo silenzio, il mio, quello degli uomini che non comprendono il silenzio di Dio negli angoli dimenticati di questo pianeta, davanti alle guerre e alla violenza feroce contro gli innocenti, il silenzio del filo spinato e dei dimenticati.

1740c712-6bb5-406c-93d3-a7c856740ebb
« immagine » Ci sono silenzi umidi di dolori che vorticando come tornado invadono le vite. Entrano dalle orecchie e raggiungono il ventre, mentre le bocche si aprono nel pianto muto che schianta. Gli Hibakusha non hanno più lacrime per la morte portata dalle ali dei B-29. Ci sono silenzi maestos...
Post
09/10/2016 14:55:51
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8

Commenti

  1. tiptoed 09 ottobre 2016 ore 18:11
    silenzi che parlano di dolore ......dove anche dio non ha parole !
  2. Xaspettando.tex 09 ottobre 2016 ore 23:03
    C'è il silenzio di Njlo che svicola sempre quando cerchi di avvicinarla. Questo post è pieno di silenzi, alcuni desiderabili e altri tremendi. :rosa
  3. Njlo 10 ottobre 2016 ore 09:12
    Tiptoed, forse Dio ci manderà un secondo diluvio universale.

    Aspettando, non sono qui per socializzare. Scrivo, leggo, commento. Se qualcuno vuole interagire nel post ne sono ben felice, ma in caso contrario va bene ugualmente.

    Grazie.
  4. VirPaucisVerbo 10 ottobre 2016 ore 09:24
    Il silenzio è degli innocenti. E' l'ultimo rifugio degli sconfitti. E' - a volte - la salvezza.
    E, sempre, va rispettato.
  5. Njlo 10 ottobre 2016 ore 09:44
    Vir, sì, è tutto questo, una dimensione della nostra vita da sperimentare in tutta libertà, nel silenzio altrui.
  6. Evelin64 10 ottobre 2016 ore 18:28
    ..e poi ci sono quei silenzi che fanno un rumore assordante, come se si sfiorasse il tempo per tacere ma non si puo' piu'...:rosa:
  7. Njlo 11 ottobre 2016 ore 09:20
    Evelin, ogni silenzio vive di sfumature e sono di colori diversi, dal tenue all'acceso. Il più devastante è il silenzio della coscienza. :rosa
  8. unbattitodiciglia 11 ottobre 2016 ore 11:52
    Se sai ascoltare,sentirai il sussurro del silenzio,e ne capirai l'essenza..
  9. gandalf3 12 ottobre 2016 ore 10:23
    Ci sono silenzi che invadono l'anima e dai quali è impossibile staccarsi perché sono in te/me e fanno parte di quel nostro vissuto fatto di sofferenze conquistate come fossero doni infiniti.Amo i silenzi dei neonati perché nei loro silenzi e nella profondità dei loro sguardi apparentemente sperduti nel nulla,c'è il tutto come nelle vibrisse che si sfiorano per donare amore.Sono i nostri silenzi che son carichi di presagi lontani e prossimi.I silenzi che nascondono i sorrisi dei trafficanti di morte.Io mi abbandono ai silenzi molto rumorosi per chi li vuole saper sentire di DIO.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.