Le petit coeur

13 novembre 2016 ore 17:12 segnala



Cuore piccolo cuore, al nuovo tempo apri la porta. Ti penetrerà da parte a parte frugando dentro le vene e facendo sanguinare il tuo sorriso-

-Amico caro amico, cammini lontano e la tua voce chiara resta fuori di me. Questo mondo fermo, questo regno di silenzio lucente, nessun canto può penetrare-

-Cuore piccolo cuore, la risacca infinita del quieto mare bussa tra le costole e il sibilo del vento cerca una fessura che spalanchi un sentiero-

-Amico caro amico, i mercanti d'amore hanno bevuto la pozione della strega dagli occhi blu e sono chiusi nei sacchi della dimenticanza, eternamente perduti-

-Cuore piccolo cuore, l'orizzonte si avvicina. Linea frastagliata e cime improvvise, come grida di uccelli nel volo a ventaglio. Uno a cui afferrarsi: artigli ricurvi e becco di nuvola-

-Amico caro amico, il chiacchiericcio degli uccelli percorre steppe senza fine, invade strette vie e autostrade e ricade sulle spine delle mie rose-

-Cuore piccolo cuore, un nuovo amore sbatte le porte, chiama incessantemente i sì-

-Amico caro amico, sono irraggiungibile. Cristalli e foglie disegnano un luogo che non c'è e dolcemente mi imprigiona. Restano fuori l'insoluto e il superfluo. Fuori restano i volti bianchi di morte apparente e neri di sentimenti inutili. Fuori resta l'incomprensibile di buie voci irose e sottili, mugolii di miserie non celate.
E "soffierò quella bolla meravigliosa, la luna, cantando la canzone giacinto delle stelle probabili".
L'inverno sta arrivando. Sulle fronde più alte cade la neve e riempie i pendii di candore. Se passi di là, pianta un ciclamino rosso che raggiunga il mio cuore-

-Cuore piccolo cuore, piccolo cuore. Grande cuore-
908bd7dc-b934-4283-9a2f-192045e27aa8
« immagine » Cuore piccolo cuore, al nuovo tempo apri la porta. Ti penetrerà da parte a parte frugando dentro le vene e facendo sanguinare il tuo sorriso- -Amico caro amico, cammini lontano e la tua voce chiara resta fuori di me. Questo mondo fermo, questo regno di silenzio lucente, nessun cant...
Post
13/11/2016 17:12:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    15

Commenti

  1. leggendolamano 13 novembre 2016 ore 18:18
    aggiungerei....
    Cuore, piccolo cuore continua a restare in ascolto
    Amico caro amico non smettere mai di parlarmi
  2. Njlo 13 novembre 2016 ore 20:04
    Leggendo, nelle mie intenzioni questo post è la naturale conseguenza del precedente. Cuore se ne va, ma se l'amico continua a cercare di trattenerla si fa primavera. Però, semmai accettassi il tuo consiglio, lo farei a parti invertite.
    Grazie.
  3. Lady.Komorebi 13 novembre 2016 ore 21:28
    ..mi fai piangere.. Bellissima
  4. 7aerdna 13 novembre 2016 ore 21:47
    Restano fuori l'insoluto e il superfluo...
    :cuore
  5. Njlo 14 novembre 2016 ore 00:15
    Lady, devi sorridere: Cuore ha trovato il suo mondo.

    Aer, ciò che non è proprio possibile risolvere lo si disperde al vento e il superfluo è cosa inutile all'anima.

    Grazie :rosa
  6. Evelin64 14 novembre 2016 ore 07:05
    ...e quel piccolo cuore, seppur ferito e deluso, si fece grande...cosi' grande da lasciare la libertà a chi lo aveva abitato. Che sia Cuore allora, lo stesso che porterai con te quando la nave tornerà a navigare nei ampi mari della vita.. :rosa

    Sei Unica M. ... hai la straordinaria capacità di scrivere pensieri con l'inchiostro della vita, quella bella...la tua :-)
  7. Xaspettando.tex 14 novembre 2016 ore 09:47
    Ogni cuore è un mondo unico e ognuno è bello e prezioso. qui però c'è di più, c'è il coraggio di rinunciare, c'è la forza di trovare un posto nuovo, c'è la purezza che si tiene il dolore e che è capace di lasciare dietro le bugie e le cattiverire di qualcuno e c'è il perdono che diventa il castigo per questo qualcuno.

    Petit coeur, verrò a piantare il ciclamino rosso. :rosa
  8. Njlo 14 novembre 2016 ore 10:30
    Evelin, ti dico solo grazie. Però tu sei di parte eh? :rosa

    aspettando, hai letto tutto questo nelle mie righe? Caspiterina...Comunque, ma lo dico in generale, un gigante sa sempre perdonare un nano e non parlo di statura fisica. Grazie anche a te. :rosa
  9. Hamsho 14 novembre 2016 ore 14:51
    Dal cuore
    verso
    un cuore.
    Un pensiero
    un bacio.
  10. Xaspettando.tex 14 novembre 2016 ore 17:01
    "un gigante sa sempre perdonare un nano e non parlo di statura fisica". ahhaahah, heerlijk, bellissimo.
    :rosa
  11. Njlo 14 novembre 2016 ore 17:51
    Hamsho, davvero grazie. Avrei voluto risponderti con una poesia, ma proprio non ci sono riuscita. :rosa

    aspettando, smettila. :-) Però sei adorabile. :rosa
  12. Moscan.sx 16 novembre 2016 ore 01:45
    cuori vicini che sembrano lontani,frugano l'anima e inventano un nuovo ritmo,un nuovo tempo,un nuovo e inesplorabile modo di guardare dentro il sole che conservi nelle tue parole..il tuo è uno stile così familiare...
  13. tex.965 16 novembre 2016 ore 07:55
    :rosa
  14. Njlo 16 novembre 2016 ore 09:33
    Moscan, in ogni parola brillano i raggi del sole che riscaldano la luna e trafiggono il cuore.
    Il mio stile è familiare perché viene da vicino, da un'anima che parla anche quando tace.

    Tex, un fiore per te.

    Grazie :rosa
  15. gandalf3 17 novembre 2016 ore 14:52
    E' il nuovo tempo che aprirà una fessura.Dal costato aperto fluirà lentamente solo il pensiero che era alla ricerca di quel nuovo percorso,di quel sentiero nascosto da un flusso di nebbia;spazzato via da quegli uccelli che col loro volo hanno aperto nuovi orizzonti.Cuore piccolo cuore,Amico caro amico,prima non potevate,non potevi volare...ma quel ventaglio di uccelli in volo,hanno lasciato cadere una,più ali.Nuovi orizzonti si sono aperti al volo e al percorso lungo quel sentiero per troppo tempo rinchiuso in se stesso.
    Là in fondo,vedo un ciclamino rosso anche lui sta usando quelle ali,per raggiungerti.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.